11 mila negozi hanno chiuso quest’anno nel Regno Unito

Dall’inizio dell’anno 11 mila negozi hanno chiuso i battenti nel Regno Unito. Si vede chiaramente la tendenza passando in qualsiasi high street e vedendo quanti negozi sono chiusi. 

La pandemia e il lockdown hanno contribuito a questa strage, ma non hanno fatto altro che accelerare una tendenza già in corso. Sempre più gente compra online e la high street come era una volta, sta diventando solo un ricordo. 

Certe categorie di negozi non hanno certo futuro, i loro prodotti si possono comprare facilmente online e spesso a prezzo minore. Altri invece hanno ancora possibilità soprattutto se usano un po’ di creatività e cercano di inventare un ‘concept’ diverso. Offrire ciò che un Amazon non può offrire.

Per esempio, possiamo pensare a certe librerie o negozi di dischi (si, di dischi!) molto specializzati che tra le altre cose offrono caffé e torte fatte in casa. Quindi l’esperienza della libreria diventa anche un modo per socializzare con persone con interessi simili. Cosa difficile da fare su Amazon o altri negozi online, al massimo si leggono le recensioni ma non ci si scambia il numero di telefono. 

Il vantaggio che avranno i negozi che escono con idee nuove è che gli affitti saranno sempre più bassi. In ogni caso i negozi di cibo d’asporto sono ancora richiesti, se volete vendere panzerotti fatti in casa, magari senza glutine, avrete una possibilità.

Leggi anche:

Non ci saranno i fuochi d’artificio dell’ultimo dell’anno a Londra(Si apre in una nuova scheda del browser)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Scritto da Daniela Mizzi

Nel Regno Unito dal 1991, grande viaggiatrice e amante dell'avventura. Lavorato in diversi settori dall'amministrazione al settore pubblicitario.

Oltre 11 mila nuovi posti di lavoro fissi e a termine

Parole di origine latina nell’inglese moderno