11 mila posti di lavoro persi nel settore automobilistico nel Regno Unito

ultime notizie
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pinterest
Pinterest

Gli 11 mila posti di lavoro persi nel settore automobilistico non sono solo nella produzione. Questa ha dovuto fermarsi per circa 6 settimane ma anche nelle showroom e nella vendita.

Più di 820.000 posti di lavoro,  168.000 di questi in produzione produzione,  dipendono dal settore automobilistico del Regno Unito. Un’industria di  82 miliardi di sterline che è vitale per l’economia del Regno Unito.

Delle macchine prodotte nel Regno Unito il 90% è esportato e con la possibilità di un Brexit senza trattato la situazione peggiora notevolmente. Si ricorda che al momento dell’uscita il 31 dicembre 2021 il Regno Unito non solo perde l’accesso al mercato unico e all’unione doganale, ma anche ai tutti i trattati che l’UE ha con altri paesi. È riuscito a fare trattati con qualche paese ma non tutti e questi non rimpiazzono le agevolazione di cui gode ora.

Molte aziende automobilistiche hanno detto che se ne andranno se non hanno accesso al mercato libero e all’unione doganale.

Certi documenti governativi sembrano mostrare che il governo abbia deciso di sacrificare l’industria automobilistica al Brexit. Sanno che si perderanno molti posti di lavoro ma pensano che i vantaggi della Brexit saranno comunque maggiori. Infatti durante la pandemia, l’industria automobilistica è stata in parte ignorata dal governo.

Disoccupazione a Londra e Regno Unito; la situazione attuale(Si apre in una nuova scheda del browser)

Londra, la mancanza personale colpisce il settore manifatturiero

La settimana scorsa il premier Boris Johnson aveva detto in Parlamento che il motivo per il quale il suo personale aveva avuto feste durante il

Londra, non occorre fare tamponi per venire in Inghilterra

Le vacanze a Londra ritornano ad essere una possibilità, non abbiamo ancora una data ma dovrebbe essere tra un paio di settimane. Chi ha fatto

I maggiori concerti a Londra a gennaio e febbraio 2022

Questi sono i maggiori concerti a Londra a ottobre 2021, per maggiori intendiamo quelli che si tengono in locali con una capienza di almeno 1500

Wordle, il giochino che ha conquistato il Regno Unito

Wordle è un gioco di parole basato sul web che può essere giocato all’istante. Bisogna indovinare una parola di cinque lettere in sei tentativi, simili

Dove festeggiare il Capodanno Cinese a Londra 2022

Nonostante l’epidemia di Omicron, si festeggia il Capodanno Cinese a Londra in qualche modo ma in forma molto ridotta. Difficilmente però riuscirete a non comprare

In vendita la casa della famiglia di una moglie di Enrico VIII

Se ami la storia dei Tudor e hai parecchi soldi da investire, ecco la tua grande occasione per cominciare bene il 2022. Si trova infatti

Newsletter

Commenti recenti
Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

Unisciti a 36 altri iscritti

gratis (27)
Il Japan Centre di Leicester Square
gratis (24)
Londra, la mancanza personale colpisce il settore manifatturiero
concerti Harry Styles
Biglietti per i concerti di Harry Styles
westminster bridge ponte di westminster
Il ponte di Westminster (Westminster Bridge) a Londra
profilo sul cv
Il personal statement o profilo nel CV in lingua inglese
LondraNews 4 photos (1)
Visitare lo Yorkshire nel 2022
petersham nurseries
Petersham Nurseries, il posto magico della famiglia Boglione
villa romana fishbourne
Una grande villa romana vicino a Chichester
febbraio a londra
Febbraio a Londra 2022, cosa fare?
surrealism
Importante mostra sul surrealismo alla Tate Modern di Londra
I più venduti
OffertaBestseller No. 1 Brexit. Tra diritto e politica
Bestseller No. 2 BREXIT
OffertaBestseller No. 3 Il Regno Unito alla prova della Brexit. Come sta cambiando il sistema politico britannico

Ultimo aggiornamento 2022-01-25 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

6 commenti su “11 mila posti di lavoro persi nel settore automobilistico nel Regno Unito”

  1. Prendono un bell’assegno di disoccupazione, non i 4 centesimi che danno in Italia. Non hanno i problemi nostri

    1. In UK l’assegno di disoccupazione NON esiste!!!! Devi essere disoccupato E povero (e superare il test di residenza abituale) per avere qualche centinaio di euro di sussidio di povertà!!!

  2. Avatar
    Dott. Massimo Confalonieri

    Tutto falso la Gran bretagna ha un’economia fortissima che si sta riprendendo benissimo e disoccupazione quasi a zero. MANCA IL PERSONALE MA LO VOLETE CAPIRE!!! CHI NON LAVORA NON HA VOGLIA DI LAVORARE!!

  3. Quello che stanno ignorando è abbastanza evidente, quello che non si capisce è su cosa intendano puntare per fare andare avanti l’economia (ed il Paese). L’ipotesi paradiso fiscale e svendita di immobili e terreni a speculatori sta diventando una certezza…

Rispondi

Torna su