Beautiful World Where are You di Sally Rooney, l’atteso romanzo in lingua inglese

Negli ultimi giorni è uscito l’atteso romanzo di Sally Rooney intitolato Beautiful World Where are You. Molto discusso nel Regno Unito dopo i successi dei suoi due libri precedenti, sta già andando a ruba. Ma di cosa si tratta?

Tra i personaggi del libro ci sono Alice Kelleher, una scrittrice irlandese; il partner di Kelleher, Felix Brady; Eileen Lydon, un’amica di Kelleher; e Simon Costigan, un amico di Eileen Lydon.

Alice, la scrittrice, incontra Felix al lavoro e lo invita a raggiungerla a Roma. A Dublino, l’amica di Alice, Eileen, sta superando la fine di un’amore e flirta con Simon, un’amico di infanzia.Alice, Felix, Eileen e Simon sono ancora giovani, ma la vita li sta raggiungendo. Si desiderano, si ingannano, si uniscono, si separano.

Tra i temi esplorati in Beautiful World ci sono il romanticismo, l’amicizia e l’importanza dello stato socioeconomico.

Il titolo è tratto da una poesia di Friedrich Schiller, per la quale il compositore Franz Schubert compose una partitura nel 1819. Parte del romanzo è in forma di email.

Sally Rooney, nata nel 1991 in Irlanda, è un’autrice e sceneggiatrice che attualmente vive a Los Angeles. Rooney è nata nel 1991 a Castlebar, nella contea di Mayo. Suo padre, Kieran, lavorava per Telecom Éireann, mentre sua madre, Marie Farrell, era direttrice di un centro artistico.

I libri di Sally Rooney sono amati e ammirati da molti per la loro rappresentazione realistica e onesta delle relazioni. Il suo romanzo d’esordio, Conversations With Friends, è stato pubblicato nel 2017 e ha fatto notizia per la sua rappresentazione onesta del sesso e delle relazioni romantiche. Il suo secondo romanzo, Normal People, è stato pubblicato nel 2018 ed è stato un altro enorme successo. Hulu e la BBC hanno adattato Normal People in una serie TV, andata in onda nel 2020.

Lo stile di Rooney ha ricevuto elogi dalla critica e successo commerciale, ed è ampiamente riconosciuta come una delle scrittrici più importanti della sua generazione.

Rispondi

Torna su