Mostra su Elisabetta e Maria Stuarda e come sono diventate nemiche

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pinterest
Pinterest
LONDON meteo !function(d,s,id){var js,fjs=d.getElementsByTagName(s)[0];if(!d.getElementById(id)){js=d.createElement(s);js.id=id;js.src='https://weatherwidget.io/js/widget.min.js';fjs.parentNode.insertBefore(js,fjs);}}(document,'script','weatherwidget-io-js');
Luogo: British Library
Indirizzo: 96 Euston Road, London, Greater London, NW1 2DB
Fermata Metropolitana: Kings Cross St Pancras
Quando: fino al 20 febbraio 2022
Costo: £16

Se vi interessa la storia e soprattutto i Tudor, andate a vedere questa bella mostra alla British Library dedicata al rapporto tra Elisabetta I e la cugina Maria di Scozia, comunemente conosciuta in Italia come Maria Stuarda. 

Maria era figlia del re di Scozia Giacomo V e aveva sposato il Delfino di Francia, era quindi una delle donne più potenti d’Europa. Non ha mai incontrato la cugina Elisabetta, ma si scambiavano lettere abbastanza affettuose fin quando, dopo una serie di vicissitudini tipiche dell’epoca, Maria ebbe bisogno di Elisabetta.

Percependo Maria come una minaccia, Elisabetta la fece rinchiudere in vari castelli e manieri nell’interno dell’Inghilterra. Dopo 18 anni e mezzo di detenzione, Mary fu giudicata colpevole di aver complottato per assassinare Elisabetta nel 1586 e fu decapitata l’anno successivo al castello di Fotheringhay.

Quello che successe veramente rimane un po’ un mistero ma ricordiamoci che Elisabetta era protestante e Maria cattolica e quindi era sicuramente molto di più di una rivalità tra cugine ambiziose. 

Questa mostra esplorerà la loro intera relazione attraverso le loro lettere scritte a mano, rari manoscritti del XVI secolo, opere stampate e oggetti storici.

Ci saranno storie drammatiche di prigionia e fuga, resoconti del discorso di Elizabeth al parlamento che ha segnato il destino di sua cugina e dell’esecuzione di Mary, oltre a comunicazioni in codice che rivelano come Elizabeth abbia manipolato una rete di spie per distruggere la sua rivale.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: