“Tra 3 settimane me ne torno in Italia”

Quando sei venuto/a a Londra/Regno Unito?

8 mesi fa

Come hai cercato una sistemazione fissa e hai avuto problemi?

pagata un’agenzia che mi ha trovato una stanza in condivisione

Come hai cercato lavoro?

tramite un’agenzia
 Quanto tempo ci hai messo a trovare il tuo primo lavoro?

3 settimane

Che tipo di esperienza di lavoro o titoli di studio avevi all’arrivo?
laurea in economia e poco e niente altro

Come era il tuo inglese scritto e parlato al tuo arrivo?

Scolastico avanzato

Quale e’ stato il tuo primo lavoro? E che lavoro stai facendo adesso?

Aiuto cucina e ora sono aiuto cucina

Come definiresti la tua esperienza a Londra/Regno Unito fino ad ora? E per quali motivi?

Penosa per diversi motivi. Non danno nessun lavoro buono se non si parla inglese perfettamente, sono arrivato con un livello scolastico avanzato, buona laurea in economia e sto lavorando in una cucina di un ristorante, dovrebbero urlare tutti allo scandalo. Ma siamo esterofili con un complesso di inferiorita’ e accettiamo di essere trattati in questo modo osceno. Ma perche’ l’inglese e non l’italiano? Chiediamocelo no? Trovo anche insopportabile la pochezza culturale rispetto all’Italia, qua esiste solo una cultura del consumerismo ma zero in quanto d’arte, letteratura e cultura con la C maiuscola

londonConsiglieresti ad altri di partire per Londra/Regno Unito e per quali motivi?

No, Londra e’ sopravvalutata e qua trattano gli italiani come se fossero solo manodopera a basso costo

 Potresti dare due consigli utili a chi deve ancora partire?

Non venire, io tra 3 settimane me ne torno in Italia

Queste sono risposte al nostro sondaggio e non necessariamente sottoscriviamo a ciò che viene detto, pubblichiamo le risposte per dover di cronaca e per dare la parola a tutti

Se vuoi anche tu un lavoro a Londra o nel Regno Unito, leggi qui

Puoi anche tu compilare questo sondaggio qui sotto

rapporto

Scritto da admin

Autore per pagine generiche e di informazione

$ s Commenti

lascia un commento

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

    “gli italiani a Londra sono proprio egoisti”

    la storia del gatto bob

    La storia del gatto Bob o Bob the Street Cat