Quando sei venuto/a  a Londra/Regno Unito?

Ottobre 2016

Come hai cercato una sistemazione fissa e hai avuto problemi?

Tramite una delle poche agenzie italiane oneste, zero problemi

Come hai cercato lavoro?

Internet

Quanto tempo ci hai messo a trovare il tuo primo lavoro?

6 giorni

Quale e’ stato il tuo primo lavoro? E che lavoro stai facendo adesso?

Mobile developer, lavoro che svolgo tutt’ora

Che tipo di esperienza di lavoro o titoli di studio avevi all’arrivo?

Laurea in informatica e 2 anni e mezzo di esperienza lavorativa

Come era il tuo inglese scritto e parlato al tuo arrivo?

Buono (B1/B2)

Come definiresti la tua esperienza a Londra/Regno Unito fino ad ora? E per quali motivi?

Fenomenale. In Italia il lavoratore è considerato una pedina, mal pagato e difficilmente premiato; senza contare che al di là di qualsiasi studio, esperienza o capacità quasi tutti prendono tra 800€ e 1500€ al mese. In Italia dopo laurea e 2 anni di esperienza in un settore richiestissimo e altamente specializzato prendevo quanto una cassiera del CRAI ed era la norma, ridicolo. Qui è tutt’altra storia: guadagno circa 3 volte quello che prendevo in Italia, sono rispettato a lavoro, incentivato a crescere con l’azienda e ci sono migliaia di opportunità fantastiche, da quando sono qui sono tempestato di altre offerte di lavoro, in Italia in 2 anni che ho cercato altro ho solo trovato roba pagata peggio in ambienti ancora peggiori. E’ semplicemente un altro mondo rispetto all’Italia, esistono anche qui i problemi ovviamente non è la perfezione ma in confronto all’Italia c’è un abisso. L’educazione delle persone in generale è molto più alta, la meritocrazia regna quasi sovrana, c’è il rispetto delle leggi e delle regole da parte di tutti, tutto intorno a te è organizzato e funzionante: non ho incontrato una sola volta difficoltà a fare qualsiasi qualcosa. Per qualsiasi cosa cerchi e trova la risposta, perfino cose come tasse, moduli e burocrazia sono ridicolmente semplici e alla portata di tutti.

Consiglieresti ad altri di partire per Londra/Regno Unito e per quali motivi?

Dipende. C’è in atto la Brexit e nessuno sa cosa succederà, è sempre una cosa da tenere a mente. Se avete una laurea utile e un minimo di esperienza sì, cercate magari lavoro prima dall’Italia ma rimanere a prendere quanto un operaio in fabbrica in Italia dopo anni di studi e sacrifici è follia. Se invece non avete nessuna laurea e non avete una particolare esperienza o skills valutate bene: qui molti italiani si lanciano per lavorare nella ristorazione e per iniziare a fare due soldi e imparare la lingua va bene ma abbiate un piano; ho visto molti rimanere per anni in questa situazione, altri dopo un po’ di esperienza e con una lingua nettamente migliore hanno cercato altro e ora hanno un lavoro in un ufficio ben pagato. Ma dipende tutto da voi, dalle capacità, dalla lingua, dalla voglia di farsi il mazzo, nessuno ti regala niente qui poco ma sicuro.

Potresti dare due consigli utili a chi deve ancora partire?

Cercate informazioni online, dal lavoro che potreste fare alle tasse, al costo della vita, ai salari medi, qualsiasi cosa vi venga in mente, internet c’è per un motivo. Cercate lavoro prima di partire se potete. Venite con un livello decente della lingua inglese.

Puoi anche tu compilare questo modulo

Queste sono risposte al nostro sondaggio e non necessariamente sottoscriviamo a ciò che viene detto, pubblichiamo le risposte per dover di cronaca e per dare la parola a tutti

Se vuoi anche tu un lavoro a Londra o nel Regno Unito, leggi qui

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here