Si parla tanto in Italia di come si comportano gli immigranti quando arrivano e tanti italiani si lagnano che gli immigranti non seguono le leggi, non rispettano le regole, non parlano italiano e si comportano male.  Sono anche d’accordo con questi ragionamenti, a casa degli altri devi assolutamente comportarti bene e rispettare le regole.

A Londra però vedo tanti italiani, direi la maggioranza, che si comportano altrettanto male e anche peggio. Prima di tutto…arrivano a Londra senza sapere una parola di inglese, una cosa che trovo inaccettabile nel 2017. Inoltre sono contenti di lavorare a nero…persino per anni. Penso che chiunque venga trovato a lavorare in nero dovrebbe essere messo sul primo aereo e rispedito in Italia e il governo italiano dovrebbe levargli il passaporto e la carta d’identità per l’espatrio! Il danno che fanno è enorme, specialmente di questi tempi e con l’aria che tira.

Ci sono anche tutti coloro che non hanno un contratto d’affitto in regola per ignoranza o pigrizia e pagano l’affitto ad altri italiani che hanno un mercato nero di stanze che non dichiarano all’ufficio tasse. Se ciò dovesse saltare fuori sui giornali inglesi, siamo tutti fritti. Non si affitta una stanza in condivisione, la legge inglese dice che non è legale e se continuate a farlo ve ne sbattete delle leggi del paese che vi ospita e vi meritate di essere sbattuti fuori a calcioni.

Gl inglesi hanno votato per avere la Brexit proprio perchè stufi di questi comportamenti e di persone che vengono non parlando inglese e non rispettando le leggi basiche basiche del paese. Gli italiani se ne fregano altamente e non hanno capito una mazza e continuano a venire a lavorare e fittare in nero, come se niente fosse.

Maria Teresa C.

Puoi anche tu inviare la tua opinione compilando il modulo qui sotto

 

Commenta