A.J.M.UK consiglia di stare con i bambini per imparare l’inglese

Questo è un articolo inviato da un ospite, non riflette necessariamente le nostre opinioni.

Puoi anche tu raccontare la tua esperienza passata o presente a Londra o nel Regno Unito, compilando il modulo che trovi in basso.

A.J.M.UK.TO10155 racconta la sua esperienza.
 
Dicembre del 2019
 
Tramite agenzie online di case, non ho avuto problemi inizialmente ho cercato la città dove gli affitti sono tra i più bassi e dopodiché ho cercato nelle vicinanze di quelle città, tipo i paesini dove la possibilità di trovare case economiche è più alta rispetto che in un centro abitato.
 
Indeed e tanto di curriculum porta a porta.
 
1 mesetto scarso, dipende da persona a persona certo che se resti a casa a lamentarti di non aver un lavoro non lo trovi fin da subito
 
Un lavoro vero e proprio non l’ho mai avuto anche perché ho passato gli anni a studiare (diplomato come Geometra), i lavori che ho svolto eran prevalente, afficamento o stage, nulla di serio.
 
Il mio inglese scritto era buono, quello parlato era pessimo. Anche perché le cose che insegnano a scuola non rispecchia proprio la realtà della vita quotidiana qui in UK. Non è sbagliato l’insegnamenti presi a scuola e solo che non sempre si applica. Come per un giovane italiano, tra amici ovviamente parlerà utilizzando slang e abbreviazioni, alla quale una persona che sta imparando la lingua avrà difficoltà.
 
Il mio primo lavoro è stato come lava bagni in un Hotel, ora sono supervisor housekeeper nel medesimo Hotel (supervisore di coloro che fanno i servizi di pulizia nelle stanze)
 
È un esperienza nuova, è come tutte l esperienze nuove, lascia svariati ricordi. Non c’è un modo per definire l’esperienza perché dirlo è ben diverso che prendere e farlo. Sedutu da casa potete solo immaginare come può essere, ma venire anche solo per una vacanza per più di una settimana capirete che spostarsi dai comuni 4 muri che vi circondano ogni giorno è un esperienza indimenticabile, soprattuto se lo si fa in giovane età
 
Consiglierei di partire per Londra, ovviamente per apprendere l inglese e imparare a fare buisness. Londra è il posto migliore per imparare a capire come girano i soldi, ma non è un posto che consiglierei a viverci per sempre. Diciamo che UK dovrebbe essere visto come uno step di passaggio. Dove impari la lingua, abbracci più culture differenti contemporaneamente (svariati ristoranti intercontinetali, zone che ricordano determinati paesi…)
 
Impara le frasi basilari di sopravvivenza in inglese, quando arrivi cerca un lavoro nella ristorazione. Ma non come lavapiatti è un lavoro molto faticoso ed è poco redditizio. Una volta trovato un umile lavoro come cosa importante trova degli amici, ma non grandi. Bambini!! Si, bambini parla con bambini, se conosci amici con figli chiedili se puoi aiutarli a fare i compiti. I bambini sono le uniche persone che una lingua la parlano correttamente perché sono freschi di studio.

Cerchiamo di dare la parola a tutti e pubblichiamo anche esperienze completamente diverse dalle nostre. Queste testimonianze riflettono solo l’esperienza ed opinione di chi l’ha scritta Se vuoi anche tu aggiungere la tua testimonianza puoi farlo compilando il modulo qui sotto. Ci riserviamo il diritto di non pubblicare testimonianze. Se decidi di condividere la tua esperienza puoi anche scegliere di inviare una tua foto che sarà pubblicata nel tuo articolo, troverai il modulino per caricare la tua foto qui sotto. Inviando il modulo qui sotto acconsenti a pubblicare la tua testimonianza su questo sito

[wordpress_file_upload]

close

🕶 Rilassati!

Iscriviti per ricevere le nostre ultime notizie direttamente nella tua casella di posta.

Non ti invieremo mai spam né condivideremo il tuo indirizzo email.
Scopri di più nella nostra Informativa sulla privacy.

Commenta

Partecipa anche tu!

Col tuo nome vero o anonimo, dal PC o dal cellulare, racconta la tua esperienza o condividi ciò che hai fatto.
Untitled design (23)
David Beckham diventa cuoco, che delizia
- Unknow (19)
Giorgia lavora in un hotel e dice di essersi adattata
- Unknow (2)
Mary abita a Coventry e racconta la sua esperienza positiva
- Unknow (9)
Stefano, arrivato a 46 anni a marzo, racconta l'esperienza
- Unknow
Simone scrive di aver ricostruito la sua vita a 40 anni
- Unknow (19)
Un'italiana a Londra scrive che non capisce l'atteggiamento di certi italiani
- Unknow (8)
Rino, head chef a Londra, ha cucinato anche per Tim Burton
- Unknow (4)
Max, venuto in UK nel 1994, è ora Direttore del Personale
_Ho patito molto la solitudine e per questo sono andato via_
"Se non sei Inglese, i lavori decenti te li puoi scordare"
- Unknow (18)
Liliana è rimasta stupita dalla facilità di integrazione a Londra