A Londra con la famiglia…

A Londra con la famiglia…
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pinterest
Pinterest

Cerchiamo di dare la parola a tutti e pubblichiamo anche esperienze completamente diverse dalle nostre. Queste testimonianze riflettono solo l’esperienza ed opinione di chi l’ha scritta Se vuoi anche tu aggiungere la tua testimonianza puoi farlo compilando il modulo qui sotto. Ci riserviamo il diritto di non pubblicare testimonianze. Se decidi di condividere la tua esperienza puoi anche scegliere di inviare una tua foto che sarà pubblicata nel tuo articolo, troverai il modulino per caricare la tua foto qui sotto. Inviando il modulo qui sotto acconsenti a pubblicare la tua testimonianza su questo sito

Nota bene: le cose non sono così semplici come descritte da questa persona. È sempre più difficile chiedere aiuti dal governo e molte famiglie italiane sono in grosse difficoltà a Londra. Il nostro consiglio è di non venire mai con la famiglia se non conoscete l’inglese e avete comunque un piano preciso (possibilità concreta di lavorare in un dato campo o il supporto di amici o parenti)

Da quanto tempo sei in UK e come ti trovi?

Da Agosto quindi circa nove mesi!

Che tipo di lavoro fai e come l’hai trovato?

Attualmente non lavoro, essendo una studentessa, ma parlando di mio padre posso dire che ha ricevuto offerte su offerte (via conoscenti) ma ha sempre rifiutato perchè non è pagato, e perchè tiene ancora il lavoro lì.

Foto: LicenseAttributionShare Alike Some rights reserved by Secret Pilgrim

Secondo te quali sono i principali lati negativi di Londra/UK?

Le ore di lavoro sono di più rispetto al salario. Ma questo non credo sia un gran problema, esistono i benefits che aiutano tutti! Quindi direi che l’unico problema a Londra è il prezzo dei trasporti, si va da £2,45 per chi non ha una oyester e chi ce l’ha 1,50 è un’assurdità perchè devi pagare quella cifra per ogni corsa che fai! (menomale che per noi studenti e chi non ha lavoro ci sono le agevolazioni!)

E quali sono i lati positivi?

Londra è Londra. All’inizio io stessa mi sono sentita perduta, ho sentito la mancanza di Roma, mi ero depressa, stessa cosa i miei genitori. Dopo qualche mese ti abitui a tutto. Uno dei lati positivi è che qui nessuno ti giudica, non ti guardano dall’alto al basso, o viceversa. La gente va in giro anche con il burca senza nessun problema, ed è una cosa che adoro! L’istruzione è meravigliosa! Almeno per me e le mie sorelle è bellissimo, e non siamo il tipo di ragazze che volevano trasferirsi qui ma siamo state obbligate a seguire i nostri genitori. Se apri un’attività qualsiasi stai certo che più o meno un guadagno c’è.

Se dovessi rifare tutto verresti ancora a Londra/UK?

Sì. I primi giorni avrei detto di no, ma adesso sì, vedo un futuro per me e per le mie sorelle, per quanto riguarda il lavoro di mio padre tra poco lascia quello dell’Italia e aprirà un’attività in proprio oppure inizierà a fare il tassista (SI GUADAGNA BENISSIMO!), e quindi credo sia stata la decisione migliore che i miei genitori avessero potuto prendere per il mio futuro!

Ritorneresti in Italia?

No. Certo tornerei per i cari che ho lì, per gli amici, ma sarebbe solo per una vacanza. Tornare in Italia significa non avere un futuro. Non riuscirei a tornare alla vita di Roma, Londra mi ha stregata, spero che non cambio idea tra qualche anno, quando toccherà a me cercare lavoro!

Che consigli daresti a chi sta pensando di trasferirsi a Londra/UK?

Se avete una minima conoscenza dell’inglese, e siete decisi a venire, fatelo! Ma dovete portarvi una bella somma di denaro, i primi tempi spendere più che in tutto l’anno. Io direi di non preoccuparvi per il lavoro o cose del genere perchè potete affidarvi ai job centre/seeker e poi dopo aver ricevuto un lavoro per riuscire a risparmiare fate richiesta di qualche benefits , tra qui l’housing benefit che è quello che vi salverà! (l’appartamento dove vivo io costa £1750 al mese ma il council, quindi questo benefit, ci da £1500 e alla fine del mese aggiungiamo solo £200!!). Ovviamente tutti i benefit dipendono dal reddito e dalle componenti familiari! Un’altra cosa per il lavoro: se non sapete l’inglese cercate in tutti i ristoranti italiani possibili! E per chi viene a vivere da solo: i primi mesi andate ad accettare i lavori come cameriere o cuoco nei ristoranti indiani o bengalesi, perchè la maggior parte di questi offre anche alloggio! Al massimo state sei mesi, se non vi piace allora non avrete perso, ma solo guadagnato un’esperienza all’estero, e migliorato il vostro italiano!

Se  abiti in UK e vuoi anche tu raccontare la tua esperienza puoi compilare questo breve questionario

close

🕶 Rilassati!

Iscriviti per ricevere le nostre ultime notizie direttamente nella tua casella di posta.

Non ti invieremo mai spam né condivideremo il tuo indirizzo email.
Scopri di più nella nostra Informativa sulla privacy.

Commenta

A Londra con la famiglia…

Ricevi le ultime notizie, offerte di lavoro, testimonianze e cose da fare e vedere direttamente nella tua casella email.
Di Londra continuo a trovare sempre più pregi che difetti
Di Londra continuo a trovare sempre più pregi che difetti
“Non venite a Brighton a cercare lavoro…”
"Non venite a Brighton a cercare lavoro..."
My Post (3)
"Con l'atteggiamento giusto si ottiene tutto a Londra"
My Post
Cristina D'Avena: c'é un sito per chiederle di cantare a Londra
pablo (67)
Un' esperienza di un italiano a Chippenham
brexit
David Cameron ora non puo' garantire che tutti gli EU potranno rimanere
Untitled design (11)
Vincenzo, partito per Londra a 51 anni, ha trovato un paese meritocratico
“I contratti a tempo indeterminato sono sempre meno comuni”
"I contratti a tempo indeterminato sono sempre meno comuni"
- Unknow (10)
Siamo fortunati e onorati di essere stati accettati
- Unknow (3)
Adriano scrive che Londra sta passando brutti momenti
Ultime reazioni
Torna su