“A londra ho ripreso a vivere!”

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pinterest
Pinterest

Cerchiamo di dare la parola a tutti e pubblichiamo anche esperienze completamente diverse dalle nostre. Queste testimonianze riflettono solo l’esperienza ed opinione di chi l’ha scritta Se vuoi anche tu aggiungere la tua testimonianza puoi farlo compilando il modulo qui sotto. Ci riserviamo il diritto di non pubblicare testimonianze. Se decidi di condividere la tua esperienza puoi anche scegliere di inviare una tua foto che sarà pubblicata nel tuo articolo, troverai il modulino per caricare la tua foto qui sotto. Inviando il modulo qui sotto acconsenti a pubblicare la tua testimonianza su questo sito

Dopo 2 anni a Londra posso dichiarare ufficialmente di aver preso la decisione migliore della mia vita. Ogni giorno che passa Londra mi offre nuove sorprese e la amo sempre di piu’.

Non ero sicura che Londra mi avrebbe dato quello che cercavo, una mia amica aveva provato un trasferimento ma dopo 4 o 5 mesi ritornò in Italia molto delusa. Mi aveva influenzato molto con la sua opinione molto negativa di Londra: un posto freddo spietato dove in fondo in fondo anche la tanta lodata meritocrazia non esiste. O esiste soltanto per i raccomandati, un po’ come in Italia. Mi aveva anche colpito il fatto che diceva che non era possibile conoscere nessuno se non altri italiani. Tolto lo scopo di andare a Londra se non trovo un mondo del lavoro meritocratico e posso solo stare con italiani.

Testarda come sono e dopo tanti pensamenti e ripensamenti mi decisi a partire dopo Pasqua nel 2014. La mia esperienza è stata praticamente l’opposto di quella della mia amica. Ho trovato meritocrazia; se desideri arrivare a fare una cosa e ti ci metti di impegno a Londra ci arrivi davvero. Non importa se vuoi diventare manager, medico, attore o ballerino. A Londra puoi fare cose che in Italia non sono assolutamente possibili.

L’altra cosa che mi piace di Londra è la gente, la gentilezza e apertura mentale dei londinesi. Come si possono fare amicizie significative facilmente se solo rimaniamo di mente aperta e sorridenti. Non si devono mettere barriere a Londra e si deve sempre rispettare il prossimo e Londra si apre a noi in un modo che trovo quasi commuovente.

 

[one_half]

[/one_half]In Italia non facevo amicizie nuove, vedevo le stesse persone da anni e anni, avevo dimenticato il significato e l’ebbrezza di scoprire persone nuove con altre culture e idee. Un’esperienza davvero affascinante. Tante  persone che vivono a Londra sono spesso anche persone stupende. Solo una persona brutta e triste dentro non riesce a vedere l’umanità e la bellezza delle persone e culture di Londra e si trova male, la mia teoria è che alla fine rimangono solo i migliori.

Gli inizi sono sempre duri, bisogna abituarsi a un sistema nuovo, ci si ritrova spesso soli ma se non ci si scoraggia e si continua arrivano le soddisfazioni.  Sia sul lavoro che dal lato personale. Nessuno a Londra rimane al punto di partenza, a Londra si avanza e si cresce in continuazione. L’energia dei tanti cittadini che vengono a Londra pieni di speranza e progetti rende Londra una città elettrica e unica. Dobbiamo solo avere l’intelligenza e l’apertura mentale di accogliere il mondo come si presenta a Londra e saperci convivere. I vantaggi che si hanno sono infiniti e si diventa piano piano persone migliori. Mi sento circondata da una grande  umanità, tanta bellezza e energia positiva. Mi sembra finalmente di vivere.

Cristina

Se anche tu vuoi raccontare la tua esperienza a Londra o Regno Unito puoi farlo usando il modulo qui sotto

close

🕶 Rilassati!

Iscriviti per ricevere le nostre ultime notizie direttamente nella tua casella di posta.

Non ti invieremo mai spam né condivideremo il tuo indirizzo email.
Scopri di più nella nostra Informativa sulla privacy.

Commenta

“A londra ho ripreso a vivere!”

Ricevi le ultime notizie, offerte di lavoro, testimonianze e cose da fare e vedere direttamente nella tua casella email.
“Sono barista da Starbuck e mi trovo molto bene”
"Sono barista da Starbuck e mi trovo molto bene"
Brexit per gli italiani
Brexit per gli italiani; tutto quello che dovete sapere
"Lavoro per la new economy informatica"
"Ora sono fortunato di lavorare per mcdonald"
a voi la parola
Una lettrice racconta la sua esperienza negativa a Londra
My Post (13)
"Non siamo altro che persone utili solo per lavare piatti"
L’esperienza di una ragazza alla pari
L'esperienza di una ragazza alla pari
un'italiana a Londra (2)
"Non è il paradiso, ci sono tantissimi problemi anche qua"
a voi la parola (1)
Michele consiglia di trovare lavoro nella City di Londra e ne spiega i motivi
pablo (48)
"Se venite dovete lavorare tanto e mai piangervi addosso"
Ultime reazioni
Torna su