Dopo 2 anni a Londra posso dichiarare ufficialmente di aver preso la decisione migliore della mia vita. Ogni giorno che passa Londra mi offre nuove sorprese e la amo sempre di piu’.

Non ero sicura che Londra mi avrebbe dato quello che cercavo, una mia amica aveva provato un trasferimento ma dopo 4 o 5 mesi ritornò in Italia molto delusa. Mi aveva influenzato molto con la sua opinione molto negativa di Londra: un posto freddo spietato dove in fondo in fondo anche la tanta lodata meritocrazia non esiste. O esiste soltanto per i raccomandati, un po’ come in Italia. Mi aveva anche colpito il fatto che diceva che non era possibile conoscere nessuno se non altri italiani. Tolto lo scopo di andare a Londra se non trovo un mondo del lavoro meritocratico e posso solo stare con italiani.

Testarda come sono e dopo tanti pensamenti e ripensamenti mi decisi a partire dopo Pasqua nel 2014. La mia esperienza è stata praticamente l’opposto di quella della mia amica. Ho trovato meritocrazia; se desideri arrivare a fare una cosa e ti ci metti di impegno a Londra ci arrivi davvero. Non importa se vuoi diventare manager, medico, attore o ballerino. A Londra puoi fare cose che in Italia non sono assolutamente possibili.

L’altra cosa che mi piace di Londra è la gente, la gentilezza e apertura mentale dei londinesi. Come si possono fare amicizie significative facilmente se solo rimaniamo di mente aperta e sorridenti. Non si devono mettere barriere a Londra e si deve sempre rispettare il prossimo e Londra si apre a noi in un modo che trovo quasi commuovente.

 

[one_half] [/one_half]In Italia non facevo amicizie nuove, vedevo le stesse persone da anni e anni, avevo dimenticato il significato e l’ebbrezza di scoprire persone nuove con altre culture e idee. Un’esperienza davvero affascinante. Tante  persone che vivono a Londra sono spesso anche persone stupende. Solo una persona brutta e triste dentro non riesce a vedere l’umanità e la bellezza delle persone e culture di Londra e si trova male, la mia teoria è che alla fine rimangono solo i migliori.

Gli inizi sono sempre duri, bisogna abituarsi a un sistema nuovo, ci si ritrova spesso soli ma se non ci si scoraggia e si continua arrivano le soddisfazioni.  Sia sul lavoro che dal lato personale. Nessuno a Londra rimane al punto di partenza, a Londra si avanza e si cresce in continuazione. L’energia dei tanti cittadini che vengono a Londra pieni di speranza e progetti rende Londra una città elettrica e unica. Dobbiamo solo avere l’intelligenza e l’apertura mentale di accogliere il mondo come si presenta a Londra e saperci convivere. I vantaggi che si hanno sono infiniti e si diventa piano piano persone migliori. Mi sento circondata da una grande  umanità, tanta bellezza e energia positiva. Mi sembra finalmente di vivere.

Cristina

Se anche tu vuoi raccontare la tua esperienza a Londra o Regno Unito puoi farlo usando il modulo qui sotto

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.