Adriano scrive che molti italiani a Londra si fanno solo sfruttare

Nel 2017 e sono tornato in Italia nel 2019
 
Tantissime, case fredde con la multa a prezzi spaziali
 
Sul web, agenzie e annunci
 
una settimana
 
Laurea, esperienza di callcenter e ufficio acquisti
 
Buono
 
una specie di customer service
 
Una buona esperienza se breve, si impara a vivere MA non si rimane. Londra sfrutta moltissimo la forza lavoro straniera. A quelli dell’ est conveniva spesso lavorare come pazzi e poi ritornare in patria con abbastanza soldi per aprire un’attività. A noi italiani non conviene, forse solo al 10% che ha una professionalità tale da guadagnare almeno 70 o 80 mila sterline ma anche in quei casi spesso poi conviene andare in un posto più umano. 
 
Ora certamente no se non in pochissimi casi. Anche prima devo dire che se certi italiani a Londra avrebbero lavorato tanto come hanno lavorato a Londra avrebbero ottenuto qualcosa. Solo che in Italia certi lavori non li farebbero mai a Londra vanno a fare i lavori più umili e spaccasschiena si fanno solo sfruttare ed umiliare ma dicono che con la meritocrazia andranno lontano un giorno. Un giorno che spesso mai verrà
 
Non partire, mi pare irresponsabile consigliare di partire ora a far che i clandestini?
[fluentform id=”9″]

1 commento su “Adriano scrive che molti italiani a Londra si fanno solo sfruttare”

  1. Sylvia2791

    Sono perfettamente d’accordo con Adriano. Londra vive sul mito che era, che adesso non esiste più. Forse può essere ancora molto attraente e interessante per i giovani, ma non la consiglierei a chi ha più di 35 anni. Di fatto è quasi impossibile acquistare o andare in affitto per conto proprio, e di solito non ci si trova più bene a coabitare con altri dopo una certa età…

Rispondi a Sylvia2791 Annulla risposta

Torna su