incoronazione giorgio IV

Adulteri, amante italiano e scandali alla corte reale

Carolina di Brunswick, moglie di re Giorgio IV, è stata la prima monarca britannica ad essere processata per adulterio. Dopo una relazione con la signora Mary Robinson, un’attrice, George ebbe un matrimonio segreto con la signora Maria Fitzherbert, che era una vedova cattolica. Giorgio IV aveva la tendenza ad essere molto viziato e autorizzato. Uno dei tanti scandali che coinvolgono George è che era noto per avere relazioni con donne cattoliche che non erano sua moglie, cosa che all’epoca era contro la legge. Una strana abitudine.

Questo matrimonio doveva rimanere segreto perché il Royal Marriages Act lo avrebbe ritenuto illegale. Pertanto, nel 1795, si sposò con sua cugina, Carolina di Brunswick, in una cerimonia segreta alla Chapel Royal. Caroline era fidanzata con George dal 1794, nonostante non si fossero mai incontrati.

Ciò è stato forzato perché George era indebitato e il Parlamento avrebbe pagato i suoi debiti solo se si fosse sposato e avesse prodotto un erede al trono. Poiché non voleva sposarla, si ubriacò fino allo stordimento prima del matrimonio ed svenne sul pavimento della camera da letto!

queencaroline1820
Carolina di Brunswick

Tuttavia, sorprendentemente, fu concepito un bambino, la principessa Charlotte, e George fu salvato. George si rifiutò di vivere con la moglie e poi, dopo un anno, le disse che poteva andare a fare quello che le piaceva!

Le voci secondo cui Caroline aveva preso amanti e aveva un figlio illegittimo portarono a un’indagine sulla sua vita privata nel 1806. I dignitari che hanno condotto l’indagine hanno concluso che “non c’era fondamento” nelle voci, ma l’accesso di Caroline a sua figlia era comunque limitato.

Nel 1814 Caroline si trasferì in Italia, dove assunse Bartolomeo Pergami come aiuto domestico. Pergami divenne presto il compagno più intimo di Caroline e si presumeva che fossero amanti.

Nel 1817 Caroline apprese la notizia da un corriere di passaggio. George si rifiutò di scriverle e voleva assolutamente divorziare da lei. Incominciò una seconda indagine per raccogliere prove del suo adulterio.

Il Parlamento decise di sciogliere il matrimonio, ma dopo una brillante difesa, i Lord archiviarono il caso. Quando suo padre morì e George divenne re il 29 aprile 1821, Caroline era ancora fermamente convinta che sarebbe stata incoronata regina. Si presentò alla cerimonia, ma la porta le fu letteralmente chiusa in faccia. Morì diciannove giorni dopo l’incoronazione.

Rispondi

Torna su