Non siamo ancora al primo di aprile e si tratta di una notizia apparentemente vera.

A Londra esiste un’agenzia di pulizie per naturisti e se volete potete anche lavorarci.

Si chiama Naturist Cleaners

e ha persone che fanno pulizie completamente nudi. Non si tratta a quanto pare di un’agenzia che offre servizi di tipo sessuale, solo pulizie fatte da persone nude.

Dobbiamo ancora capire quale sia il vantaggio (ok non si sporcano i vestiti) per chi fa le pulizie o chi si fa pulire la casa da qualcuno di nudo, visto che toccare è assolutamente vietato.

Sembra secondo MyLondon che ci sia molta domanda, non tanto per i cleaners nudi ma per diventare un cleaner nudo. Infatti pagano fino a £45 all’ora.

Sul sito si trova anche un application form nel caso la cosa vi interessi…

Altre notizie da Londra e la Gran Bretagna

Illustrazioni delle più belle stazioni della metropolitana di Londra

admin

Autore per pagine generiche e di informazione

Ci passate davanti tutti i giorni spesso di fretta a affannati e non ci fate caso. Ma molte delle stazioni della metropolitana di Londra sono dei piccoli capolavori architettonici. Per intenderci non parliamo solo degli interni della stazione ma soprattutto dell’edificio stesso. Gli interni sarebbero un capitolo a parte. Vi presentiamo qui un’iniziativa di PoundPlace […]

0 comments

Cose che forse non sapete su Old Spitalfields Market

Il mercato esiste  in questo posto da tempi medievali ma ufficialmente solo dal 1638 quando il re Carlo I (quello che decapitato) fece aprire un mercato qui. In seguito alla morte del re il mercato fu abbandonato, ma il figlio Carlo II una volta ripreso il trono rifondò il mercato. Allora Spittle Fields come era […]

0 comments
curriculum vitae in inglese

Curriculum vitae in inglese: guida a come farlo bene

Se vuoi un lavoro nel Regno Unito devi assolutamente sapere come fare un curriculum vitae in inglese. Non basta tradurre un CV italiano. Bisogna adattarlo al mercato del lavoro.  Il CV deve permetterti di venderti al recruiter Il CV è il punto debole di molti italiani che arrivano a Londra. Non assolutamente necessario farlo se […]

0 comments

Commenta