Condividere con altre persone non è cosa facile. Sono anni che non lo faccio fortunatamente perchè come diranno tutti è bello farlo da giovani, diventa duro farlo quando si superano i 27/28 anni.

Abbiamo tutti bisogno del nostro spazio o per dirla in inglese privacy e non sempre è possibile averla con altre persone che girano per casa.

 

Non sempre poi si scelgono i flatmates adatti. Condividere con persone, ad esempio, che sono a Londra solo per un periodo limitato quando uno ha deciso di rimanerci a lungo può essere difficile quando loro pensano a divertirsi mentre un’altro cerca la calma per riposarsi  dal lavoro o per studiare.

Purtroppo ho avuto la sfortuna di incontrare solo gli estremi: i fanatici della pulizia e quelli che invece non hanno problemi a vivere in un pollaio.

I fanatici della pulizia sono quelli che organizzano un piano di pulizia a turno che non si può evitare: ad esempio, questo venerdi devi passare l’aspirapolvere in tutta la casa anche se lavori 12 ore. Non accettano se lo fai al sabato! I maiali si incontrano in tutte le nazionalità, anche se chiunque ha una particolare passione per l’alcol o altre droghe tende in genere a trascurare i lavori domestici.

Un altro problema sono i bills quando si condividono, non tutti avranno i soldi pronti e arriva poi il bills rosso e puntualmente non sono mai quelli in ritardo che contattano la societá del gas o elettricitá per avere un compromesso e non sono mai loro ad essere in casa quando il padrone di casa viene a chiedere come mai qualcuno non ha pagato l’affitto.

 Ci  sono anche lati positivi: ci si diverte e si trova compagnia, si allarga il giro di conoscenze, si fanno feste e in alcuni casi ci si sente in famiglia, condividendo tutte le sventure e gioie della vita. Se si sceglie di vivere con non italiani si impara l’inglese meglio e senza fatica meglio di 100 scuole!

Se dovete abitare in una casa o appartamento con tanta gente, dovete avere una porta che si chiude a chiave, i furti avvengono non tanto da persone che entrano in casa, ma da amici di flatmates o altre persone che invitano in casa. In ogni casa c’è sempre uno o una che si porta a letto perfetti sconosciuti/e e dovete fare attenzione.

A volte ci si dimentica di controllare i flatmates quando si condivide, mentre consiglierei sempre prima di decidere di farci una bella chiaccherata o ancora meglio andarci al pub per un ora, la condivisione diventa molto più piacevole con le persone giuste. Mai e poi mai prenoterei un posto dall’Italia se non per pochi giorni, oltre a non vedere la casa, la strada che dovete fare per arrivare alla fermata dell’autobus o metropolitana, avrete il problema che andrete a vivere con persone sconosciute e non di rado strambe. Se prenotate solo per qualche giorno, fate presto a trovare di meglio, invece se prenotate per 3 o anche 6 mesi come certe persone che conosco, potrete veramente avere firmato un contratto per finire all’inferno.

Alessandra