Alessandra descrive i problemi quando si condivide una casa

Questo è un articolo inviato da un ospite, non riflette necessariamente le nostre opinioni.

Condividere con altre persone non è cosa facile. Sono anni che non lo faccio fortunatamente perchè come diranno tutti è bello farlo da giovani, diventa duro farlo quando si superano i 27/28 anni.

Abbiamo tutti bisogno del nostro spazio o per dirla in inglese privacy e non sempre è possibile averla con altre persone che girano per casa.

 

Non sempre poi si scelgono i flatmates adatti. Condividere con persone, ad esempio, che sono a Londra solo per un periodo limitato quando uno ha deciso di rimanerci a lungo può essere difficile quando loro pensano a divertirsi mentre un’altro cerca la calma per riposarsi  dal lavoro o per studiare.

Purtroppo ho avuto la sfortuna di incontrare solo gli estremi: i fanatici della pulizia e quelli che invece non hanno problemi a vivere in un pollaio.

I fanatici della pulizia sono quelli che organizzano un piano di pulizia a turno che non si può evitare: ad esempio, questo venerdi devi passare l’aspirapolvere in tutta la casa anche se lavori 12 ore. Non accettano se lo fai al sabato! I maiali si incontrano in tutte le nazionalità, anche se chiunque ha una particolare passione per l’alcol o altre droghe tende in genere a trascurare i lavori domestici.

Un altro problema sono i bills quando si condividono, non tutti avranno i soldi pronti e arriva poi il bills rosso e puntualmente non sono mai quelli in ritardo che contattano la societá del gas o elettricitá per avere un compromesso e non sono mai loro ad essere in casa quando il padrone di casa viene a chiedere come mai qualcuno non ha pagato l’affitto.

 Ci  sono anche lati positivi: ci si diverte e si trova compagnia, si allarga il giro di conoscenze, si fanno feste e in alcuni casi ci si sente in famiglia, condividendo tutte le sventure e gioie della vita. Se si sceglie di vivere con non italiani si impara l’inglese meglio e senza fatica meglio di 100 scuole!

Se dovete abitare in una casa o appartamento con tanta gente, dovete avere una porta che si chiude a chiave, i furti avvengono non tanto da persone che entrano in casa, ma da amici di flatmates o altre persone che invitano in casa. In ogni casa c’è sempre uno o una che si porta a letto perfetti sconosciuti/e e dovete fare attenzione.

A volte ci si dimentica di controllare i flatmates quando si condivide, mentre consiglierei sempre prima di decidere di farci una bella chiaccherata o ancora meglio andarci al pub per un ora, la condivisione diventa molto più piacevole con le persone giuste. Mai e poi mai prenoterei un posto dall’Italia se non per pochi giorni, oltre a non vedere la casa, la strada che dovete fare per arrivare alla fermata dell’autobus o metropolitana, avrete il problema che andrete a vivere con persone sconosciute e non di rado strambe. Se prenotate solo per qualche giorno, fate presto a trovare di meglio, invece se prenotate per 3 o anche 6 mesi come certe persone che conosco, potrete veramente avere firmato un contratto per finire all’inferno.

Alessandra

 

Puoi anche tu raccontare la tua storia usando questo modulo.

 

close

🕶 Rilassati!

Iscriviti per ricevere le nostre ultime notizie direttamente nella tua casella di posta.

Non ti invieremo mai spam né condivideremo il tuo indirizzo email.
Scopri di più nella nostra Informativa sulla privacy.

1 commento su “Alessandra descrive i problemi quando si condivide una casa”

  1. Avatar

    Potrei anche ammirare chi ci riesce, dopo 3 mesi sono scoppiata, non riesco a vivere con altri. Erano pure persone che conoscevo, con estranei per me sarebbe una cosa impensabile.

Commenta

Partecipa anche tu!

Col tuo nome vero o anonimo, dal PC o dal cellulare, racconta la tua esperienza o condividi ciò che hai fatto.
- Unknow (4)
OPINIONI: Alessandra interviene sulla questione della meritocrazia
- Unknow (1)
Nell 2021 voglio conquistare Londra! Londra aspettami!
- Unknow (17)
Elena dice che a Londra si vive in un paese serio
a voi la parola (1)
Giuseppe scrive che l'Inghilterra , è un paese pieno di rabbia e discriminazione verso gli stranieri
- Unknow (15)
Lettore afferma che Londra ha una qualità di vita molto più alta dell'Italia
Untitled design (5)
Giuseppe racconta la sua esperienza ai tempi del coronavirus
Boutique Italiana
Imprenditorialità a Londra - La mia Boutique Italiana
My Post (1)
21 anni di forum; come Bastiano vedeva gli italiani a Londra nel 2016
Untitled design (8)
Elena dice che la reazione al coronavirus è stata atroce
- Unknow (3)
Matt racconta la sua bellissima (ma non semplice) esperienza londinese
Torna su
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: