Parliamo di truffe lavoro a Londra

Continuano ad arrivarci segnalazioni di truffe lavoro a Londra.

Se avete ricevuto un’offerta di lavoro a Londra  o in Inghilterra e non vi hanno mai fatto un colloquio, ma assunto subito con buone condizioni (stipendio alto, volo o alloggio pagato) per fare lavoro generico che non richiede specializzazioni rarissime vi siete quasi certamente imbattuti in una truffa.

Soprattutto quando ad un certo punto vi chiedono soldi per fare documenti, permessi di lavoro, visti o altre cose che come sappiamo NON SONO RICHIESTE  in un paese dell’Unione Europea.
Molti italiani ne sono vittime in questo periodo e fate quindi molta attenzione, non mandate MAI soldi a nessuno per un lavoro. La maggioranza di offerte di lavoro sono per grossi hotel, ma esistono anche variazioni per altri settori, la cosa in comune è che offrono tutti  uno stipendio sostanzioso e poi chiedono soldi alla fine.

Foto: License Sotruffe lavoro a Londrame rights reserved by buggolo

Come evitare le truffe lavoro a Londra?

E’ importante ricordare che:
1) nessun datore di lavoro  serio vi assume senza farvi un colloquio almeno telefonico e nella ristorazione, in particolare, spesso anche una prova di almeno un giorno.  Il lavoro per email non esiste.
2) se pagano tanto e non richiedono anni di esperienza e referenze  in un periodo di alta disoccupazione gatta ci cova
3) non dovete dare soldi a nessuno per lavorare. Normalmente un datore di lavoro paga per il CRB (una specie di controllo della fedina penale).  Soldi per divise, spese amministrative sono SEMPRE una truffa soprattutto in questo contesto.[irp] 4) nessun datore di lavoro serio, specialmente se da un noto hotel, usa mai un indirizzo email gratuito sia gmail, yahoo o hotmail.  Un email con il proprio dominio e  co.uk costa £2,99 all’anno!  Se ricevete un offerta di lavoro da qualcosa come londonhiltonhotel@yahoo.co. uk è senza dubbio una truffa. Tutte queste catene hanno reparti di risorse umane ben organizzati. Ultimamente hanno cominciato ad usare email truccate che sembrano vere ma se guardate l’origine dell’email (tutti i programmi di posta elettronica permettono di farlo) vedrete che non vengono da dove dicono di venire.


5) un italiano non deve fare documenti speciali per lavorare in UK basta la carta d’identita’ e il passaporto e quindi non date soldi a nessuno per farvi fare documenti
6) la lingua usata in queste offerte di lavoro sia in italiano che in inglese è sgrammaticata, piena di errori gravi  e chiaramente non proviene dal direttore di risorse umane di una grossa catena alberghiera internazionale. Insomma attenzione le truffe lavoro a Londra sono tante.
Riportiamo per intero un commento di un lettore che  si trova qui

“In questi giorni ho ricercato lavoro oltre che in Italia anche all’estero, ho notato che una certa ARENTHA LEEMAN cercava varie persone autisti, cuochi baby sitter ecc a Londra a cui offriva 3800 sterline indifferentemente dal ruolo.
Rispondo all’inserzione che ho visto pubblicata su un mucchio di motori di ricerca Italiani, francesi e spagnoli alla mail arentha.leeman@live.com .
Questa persona mi risponde e mi chiede un curriculum dettagliato .
Invio il curriculum e dopo un paio di giorni mi arriva una mail con i complimenti per il mio CV dove viste le competenze e le referenze mi propone oltre al compenso di 3800 sterline 120 sterline in più alla settimana in pratica tradotti in euro sono circa 5150 euro.
Insieme alla proposta mi viene chiesto di prendere contatti con la mail dell ‘agenzianzdiscoverieztravelsandtourism@yahoo.co.uk che già dal nome troppo lungo e nessun riferimento su internet qualche dubbio mi è incominciato a venire…..
Scrivo comunque all’agenzia , la risposta arriva alle 00,32 minuti del giorno dopo, (vuoi vedere che in UK lavorano negli uffici anche dopo mezzanotte?)con la richiesta di vari documenti, carta identita, passaporto ecc. e alla fine sti CORNUTI mi chiedono 799,49 sterline per impostare la pratica dell’immigrazione e preparare tutti i documenti per lavorare in UK.
Visto che per andare in Inghilterra dall’Italia mi risulta non sono necessari particolari documenti , visto che siamo in un paese europeo la cosa mi è sembrata assolutamente fuori luogo.
A questo punto i dubbi si sono rilevati certezze, ho scritto sia a aretha@leeman.live.com chenzdiscoverieztravelsandtourism@yahoo.co.uk chiedendo indirizzo preciso tel. ragione sociale dell’agenzia ecc. e guarda caso non ho più ricevuto risposta (chissà come mai).
Ho voluto scrivere su questo Blog e scriverò su altri al fine di evitare ad altri di perdere tempo con questi IDIOTI IMBECILLI che oggi con le mail che ho riportato e domani sicuramente con altri nomi vi faranno perdere solo del tempo, e qualcuno magari preso dalla voglia di credere a un’offerta “troppo interessante” ci rimetterà anche dei soldi.”

Se avete visto altre truffe lavoro a Londra scriveteci pure che continueremo a pubblicare ogni segnalazione.

rapporto

Scritto da admin

Autore per pagine generiche e di informazione

“Sono a Londra solo perche’ qui guadagno tanti soldi”

“Sono a Londra solo perche’ qui guadagno tanti soldi”

Esperienza di un disegnatore grafico a Brighton