Ultime Notizie

Altri ristoranti chiudono con la perdita di quasi 1500 posti di lavoro

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pinterest
Pinterest

Ti piacerebbe se Buckingham Palace diventasse un museo_

Questa volta si tratta della catena Chiquito di cibo Tex-Mex che appartiene a The Restaurant Group. 

Il gruppo ha dichiarato ufficialmente che 61 degli 80 ristoranti della catena Chiquito non riapriranno dopo la crisi del coronavirus il che significa che si perderanno quasi 1500 posti di lavoro. Questi vanno ad aggiungersi ai milioni che hanno perso o perderanno lavoro nel Regno Unito.

Continuano a contattarci italiani che ci chiedono consigli per trovare lavoro nei prossimi mesi a Londra e nel Regno Unito.

Prima di tutto non sappiamo come sarà la situazione del coronavirus e quanto tempo dovremo stare chiusi in casa. 

Inoltre una volta quando si potrà ricominciare è chiaro fin da ora che molti ristoranti e negozi non saranno in grado di riaprire. Ci saranno, almeno per i primi tempi, opportunità limitate per l’esercito di disoccupati. Non possiamo quindi prevedere come sarà la situazione tra qualche mese, tenendo anche presente che alla fine dell’anno il Regno Unito dovrebbe uscire completamente dalla UE e questo avrebbe altre conseguenze economiche. Soprattutto non possiamo prevedere se valga la pena mollare tutto in Italia e venire qua tra crisi economica e la Brexit

close

🕶 Rilassati!

Iscriviti per ricevere le nostre ultime notizie direttamente nella tua casella di posta.

Non ti invieremo mai spam né condivideremo il tuo indirizzo email.
Scopri di più nella nostra Informativa sulla privacy.

Commenta

LondraNews
Londra, il centro si sta riprendendo bene dalla pandemia
LondraNews
Londra, ora un camionista può guadagnare più di un avvocato o architetto
kensington
Le vie più ricercate di Londra secondo Zoopla
vaccinazione
I no vax inglesi si trovano soprattutto a Londra
32913620_frankenstein-fortress-near-darmstadt
Battuto un record: la prima edizione di Frankenstein venduta all'asta per $1,1 milioni
Torna su