Amsterdam supera nuovamente Londra come capitale della finanza europea

Amsterdam ha riconquistato il primo posto come il più grande centro di scambio di azioni d’Europa a luglio e agosto, battendo ancora una volta la principale rivale Londra.

Il mercato azionario olandese è in forte espansione con una media di 8,23 miliardi di euro di azioni scambiate al giorno ad agosto, con il London Stock Exchange che ha raggiunto un volume totale di scambi di 7,63 miliardi di euro per lo stesso periodo di tempo.

Londra era ridiventata il più grande centro di scambio di azioni d’Europa a giugno per la prima volta quest’anno, dopo che la Brexit ha spinto gran parte dei volumi della città nel continente. Tuttavia, il suo vantaggio è destinato a essere di breve durata.

L’uscita della Gran Bretagna dall’Unione Europea ha avuto un impatto sulla City of London. Il blocco non ha consentito agli investitori all’interno dei suoi confini di negoziare azioni di società europee; tuttavia, gli investitori possono ancora effettuare acquisti sulla Borsa di Londra e su altri mercati.

L’UE ha cercato di chiudere la porta al Regno Unito, anche se potrebbe eventualmente riaprire l’accesso se i mercati del Regno Unito fossero riconosciuti come equivalenti ai propri. Ci sono stati pochi segni di progresso nei negoziati, ma questo potrebbe cambiare.

Il settore finanziario ad Amsterdam è sempre stato piuttosto fiorente da secoli. È sede di molte importanti banche ed è uno dei centri finanziari più importanti d’Europa.

Amsterdam è diventata una destinazione attraente per le banche perché ha una lunga storia di innovazione finanziaria. Gli olandesi sono stati pionieri nella creazione di un’assicurazione sui depositi, che ha reso i Paesi Bassi un luogo attraente per fare affari.

Rispondi

Torna su