Boris Johnson ha finalmente deciso di chiudere tutto, dopo aver cambiato idea diverse volte. L’idea dell’immunità di gregge non era stata presa bene da scienziati e persone comuni ma l’idea successiva era quella di usare i poteri di persuasione o la cosidetta “nudge theory” per far cambiare il comportamento della gente. 

Anche questo non ha funzionato, la gente invitata a stare a casa ha preferito in molti casi uscire e andare al pub. Allora Johnson ha deciso di chiudere anche i pub e ristoranti ma con il weekend, il primo di sole dopo l’inverno, molte persone si sono riversate nei parchi e spiagge.

Ma i contagi e i morti stanno salendo e il sistema sanitario comincia ad avere problemi. Alla fine Johnson ha dovuto fare il famoso lockdown e bloccare quasi tutto per almeno tre settimane. 

Quindi da ora è solo possibile fare shopping per le cose veramente necessarie, e comprare online è incoraggiato (se si trova un supermercato che ha ancora consegne libere prima della fine dell’anno). Molti negozi saranno chiusi se non di viveri, farmacie e altri beni necessari. 

Chi deve assolutamente andare a lavorare può ancora farlo, ma tutti sono invitati a lavorare da casa, se possibile. 

Si può uscire una volta al giorno per fare una passeggiatina o una corsa o un giro in bicicletta. Almeno per ora, questa è una grey area che probabilmente creerà problemi, nessuno controlla quante volte al giorno uno fa ‘la passeggiata’.

Sono permesse le uscite per questioni mediche. Chiaramente non si può andare dal GP in nessun caso e nemmeno al Pronto Soccorso con sintomi di coronavirus, ma ci saranno altre emergenze mediche. 

È anche permesso uscire per andare ad assistere una persona disabile o anziana che ha bisogno di aiuto. 

Bene, allora che facciamo tutti in casa per le prossime settimane/mesi.  Molti di noi avranno una casa intera o appartamento e le cose non sono nemmeno tanto male, alcuni avranno anche il giardino che significa poter prendere un po’ d’aria. Ma ci sono tanti italiani, specialmente a Londra, che hanno solo un bedsit o una stanzetta che a volte condividono anche con un’altra persona. 

Come vivete il lockdown? Avete scaricato la nuova app di Disney + e avete cominciato a guardare 30 anni di The Simpsoms? Oppure già vi sentite come leoni in gabbia?

Raccontateci le vostre esperienze di lockdown usando il modulo qui sotto. Le pubblicheremo sul sito o su Twitter a @londranewsblog. 

Per rimanere sempre aggiornato puoi iscriverti alla nostra newsletter gratuita!

Commenta

  Subscribe  
Notificami