Anche Primark sta soffrendo nella crisi della vendita al dettaglio in UK

happy couple with shopping bags at shop window

Continuano ad arrivare cifre drammatiche dalle catene commerciali per il periodo di dicembre, che dovrebbe essere sempre un buon mese. 

Anche Primark ha poco di cui vantarsi, le previsioni vedevano questa catena cavarsela bene anche durante la crisi della vendita al dettaglio ma invece ha perso 0.5% di vendite in dicembre. Una cifra negativa ma sempre meglio della media del settore che ha invece perso il 2% in dicembre. Questo in un mese quando le vendite dovrebbero essere ottime. 

La colpa è un misto di insicurezza causata dalla Brexit e dal fatto che sempre più persone preferiscono comprare online. Effettivamente però le spese dei consumatori sono scese dello 0,6% includendo anche spese online, quindi esiste un calo totale, la gente ha ovviamente paura a spendere o non ha i soldi per farlo. Persino gli alimentari non vanno bene, dicembre ha visto una perdita del 1,3% delle vendite.

Primark avrebbe dovuto aprire nuovi stores nel 2020 ma con questi dati ne aprirà solo uno e si concentrerà all’espansione in Francia, Italia, Spagna, Stati Uniti. Inizierà anche ad avere una presenza nell’Europa dell’Est, infatti quest’anno apre il primo store a Praga.

L’unica catena non alimentare che non ha perso nel periodo natalizio è Next.  Si prevedono molte chiusure parziali e totali nei prossimi mesi. 

Ultimo aggiornamento 2020-07-10 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

rapporto

Scritto da admin

Autore per pagine generiche e di informazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Volete essere Harry Potter? Provate questa cena immersiva!

lavoro edimburgo

Lavoro Edimburgo nel 2020; come cercarlo e ne vale la pena?