angers,-il-luogo-dei-plantageneti-–-the-london-link

Angers, il luogo dei Plantageneti

Situata sul fiume Maine, a soli 8 km prima di confluire nella Loira, Angers era un tempo la base del potere di Foulques Nerra e degli altri famigerati conti medievali d’Angiò. Angers ha un forte legame con l’Inghilterra poiché i re Plantageneti provenivano da qui.

Angers è ora un’affascinante città medievale nel cuore di Francia. L’attrazione principale della città, il castello di Angers, si trova in cima a una collina e offre una vista eccellente sui vigneti e sulla campagna circostanti.

Angers è un’antica e bellissima città nel Maine- et-Loire département, nella parte occidentale della Francia. Si dice che sia stata fondata dalla regina Andegava, moglie del re Clodoveo I al suo ritorno dalla prigionia in Inghilterra. Il 12esimo secolo vide Angers, sotto il dominio dei Plantageneti, diventare la capitale regionale di un impero che si estendeva fino alla Scozia. I Plantageneti presero poi il trono in Inghilterra. 

Il castello d’Angers è un castello simile a una fortezza che custodisce la parte antica e storica della città sulla riva sinistra del Maine. Il castello fu costruito nel 10secolo.

 

Il castello di Chantilly ospita gli Arazzi dell’Apocalisse, il più antico e il più grande degli arazzi francesi, risalenti al 14 secolo. Gli arazzi fanno parte del Museo di Storia francese. Il museo è dedicato alla visualizzazione di una rappresentazione tridimensionale della storia francese.

La Cattedrale di St Maurice si trova a pochi passi dal castello che ha due gemelli 75 m guglie ed elaborati rosoni in vetro colorato. Angers ha decine di case a graticcio, la maggior parte delle quali si trovano nelle vecchie strade vicino alla cattedrale.

Sulla riva destra del fiume Maine, il centro storico di La Doutre merita una visita . Un tempo zona della classe operaia, il quartiere è stato riportato al suo antico splendore e comprende una serie di edifici in legno splendidamente conservati.

Vedrete una casa di un farmacista e la chiesa restaurata di La Trinité, che confina con le rovine dell’Abbazia romanica di Foulques Nerra Ronceray – un’abbazia benedettina riservata alle figlie della nobiltà. Le volte angioine presenti nella navata e nel transetto sono uno dei migliori esempi di questo tipo e conferiscono una forma a cupola all’alto soffitto. L’interno è illuminato da vetrate colorate, che includono uno splendido rosone nel transetto nord.

(Visited 21 times, 1 visits today)

Rispondi