italiani

Antonella lascia Londra con amarezza e il cuore un po’ infranto

Torno in Italia alla fine di questo mese, dopo 8 anni a Londra e tanti pensieri. Lascio Londra con tanta amarezza e il cuore un po’ infranto

 
Non mi piace l’aria che tira, i servizi pubblici allo sfacelo ma le tasse le vogliono ugualmente, i problemi causati dalla Brexit, i messaggi contraddittori. Mi piaceva vivere qui, credevo che investire il mio tempo in questo paese fosse una buona idea.  Ora invece capisco che non è il paese di quando sono arrivata o forse è sempre stato così e non me ne ero accorta, vedevo solo i lati positivi. La Brexit e il Covid mi hanno aperto gli occhi e ho deciso di cercare lavoro in Europa. Ho trovato lavoro nella provincia di Como da settembre. Per quello che paga per una stanza in un appartamento in condivisione, trovo un appartamento bilocale con balcone. La pandemia mi ha anche fatto capire che forse è meglio non vivere in un buco cittadino a lavorare da casa in pochi metri quadrati, voglio spazio e aria fresca. Da settembre mi trovo vicina al lago di Como, basta col fumo di Hackney
Monica

Rispondi

Torna su