lavorare come au pair

Se andate nel Regno Unito ora come au pair siete clandestini

Mi spiace dirlo nuovamente, ma le cose non sono cambiate. NON IMPORTA SE UN’AGENZIA O FAMIGLIA TI OFFRE LAVORO  senza visto per lavorare sarai clandestino. Riceviamo diverse email da persone che credono che basta avere un’offerta di lavoro e si può venire a lavorare legalmente. Si, ci vuole un’offerta di lavoro per avere un visto, ma non danno visti per lavorare alla pari.

 

Se non ci credi puoi leggere il sito del governo britannico a questo proposito.

Puoi assumere una ragazza alla pari se: proviene dal Regno Unito o dall’Irlanda proviene da un paese dell’UE e ha uno status stabile o prestabilito nell’ambito dell’EU Settlement Scheme, o ha un visto Youth Mobility Scheme Se nessuno di questi si applica, devi controllare le condizioni del visto dell’au pair per verificare il suo diritto al lavoro prima di assumerla.

Chi ha il settled o pre-settled status può venire alla pari. Per avere un visto per au pair con il Youth Mobility Scheme bisogna avere la cittadinanza di uno di questi paesi: Australia, Canada, Monaco, Nuova Zelanda o San Marino. I cittadini di Hong Kong, Taiwan, Giappone e Corea del Sud possono partecipare ad un ballottaggio per avere i visti. I numeri per i visti sono chiusi e ci sono sempre tante domande.

Venire come clandestini significa rischiare la detenzione e espulsione se scoperti e non poter usufruire di servizi come il medico o fare un corso di inglese ad un college pubblico. Molto spesso si viene scoperti subito all’arrivo se si parte senza un biglietto di ritorno. Ripeto CI VUOLE UN VISTO PER LAVORARE, AVERE UN LAVORO NON BASTA.

Se vuoi rischiare sei libero di farlo, ma devi sapere che sei clandestino e puoi essere espulso o messo in qualche centro di detenzione fin quando non trovano un volo per rimandarti in Italia.

Rispondi

Torna su