“Avere le conoscenze conta sempre anche qui ma meno che in Italia.”

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pinterest
Pinterest

Cerchiamo di dare la parola a tutti e pubblichiamo anche esperienze completamente diverse dalle nostre. Queste testimonianze riflettono solo l’esperienza ed opinione di chi l’ha scritta Se vuoi anche tu aggiungere la tua testimonianza puoi farlo compilando il modulo qui sotto. Ci riserviamo il diritto di non pubblicare testimonianze. Se decidi di condividere la tua esperienza puoi anche scegliere di inviare una tua foto che sarà pubblicata nel tuo articolo, troverai il modulino per caricare la tua foto qui sotto. Inviando il modulo qui sotto acconsenti a pubblicare la tua testimonianza su questo sito

capodannoDa quanto tempo sei a Londra/UK e come ti trovi?

In marzo saranno 2 anni

Che aspettative/piani avevi al momento della partenza?

fare un’esperienza e migliorare la mia vita professionale

Quanto pensi di rimanere e se vuoi andare via, dove andresti?

Guarda non lo so, per ora mi trovo bene ma non credo che rimarrò per sempre

Che lavoro fai e come l’hai trovato?

Lavoro per un’agenzia pubblicitaria, trovato con Linkedin online

Che tipo di lavoro volevi?

Ho una laurea in scienze delle comun. e volevo lavorare nel campo pubblicitario e pubbliche relazioni, in Italia non trovavo niente di buono[irp]

In base alla tua esperienza, consiglieresti ad altri di venire a Londra/UK e perche’?

Si certo a condizione che l’inglese sia buono e che abbiano le idee chiarissime. Londra non è un posto facile e bisogna venire consapevoli e preparati. In caso contrario si rischia di perdere tempo e di rimanere profondamente delusi. Consiglierei di cercare lavoro dall’italia o almeno cercare di farsi contatti e parlare con persone del campo.

Foto: © Copyright John Salmon and licensed for reuse under this Creative Commons Licence.

In generale, quali sono i lati positivi della tua permanenza a Londra/UK?

 

C’è indubbiamente un sistema semi-meritocratico, avere le conoscenze conta sempre anche qui ma meno che in Italia. Il problema maggiore secondo me è che se non si hanno ‘meriti’ o comunque i requisiti voluti in questo momento dal mondo del lavoro, che è molto volubile, si trova solo lavoro pagato troppo poco per permettersi una vita decorosa a Londra.[irp]

Sempre in generale, quali sono invece i lati negativi?

Le due facce della medaglia di un mercato del lavoro dinamico, volti la medaglia e lo trovi spietato, non sono solo pregi.

 

Se  abiti in UK e vuoi anche tu raccontare la tua esperienza puoi compilare questo breve questionario

Queste sono risposte al nostro sondaggio e non necessariamente sottoscriviamo a ciò che viene detto, pubblichiamo le risposte per dover di cronaca e per dare la parola a tutti

Se vuoi anche tu un lavoro a Londra o nel Regno Unito, leggi qui

 

close

🕶 Rilassati!

Iscriviti per ricevere le nostre ultime notizie direttamente nella tua casella di posta.

Non ti invieremo mai spam né condivideremo il tuo indirizzo email.
Scopri di più nella nostra Informativa sulla privacy.

Commenta

Un'esperienza italiana nel Regno Unito

I’m a Doctor & I Love my Job.

un'italiana a Londra (5)
"Lo consiglio a chi vuole lavorare sapendo che impegnandosi avrà possibilità di progredire"
"La vita è breve e Londra ci aspetta!"
- Unknow (18)
Liliana è rimasta stupita dalla facilità di integrazione a Londra
"Abito a Tooting da quasi un anno"
visto per lavorare a Londra
Inizia campagna di informazione per cittadini comunitari
Twitterstorm #JUsticeforjodey (3)
Gli italiani che hanno avuto successo in UK, raccontateci la vostra storia
My Post (4)
Esperienza di un italiano che lavora come security officer
- Unknow (16)
Iscriviti al sindacato degli inquilini a Londra
Beautiful girl using laptop in airport
Settled Status, ancora tanti italiani non sanno che devono farlo
“In Italia non sanno che significa lavorare”
"In Italia non sanno che significa lavorare"
Ultime reazioni
Torna su