Bisogna tenere duro
Bisogna tenere duro a Londra

Un lettore che lavora come Personal Trainer racconta la propria storia e dice che bisogna tenere duro

Quando sei venuto/a a Londra/Regno Unito?

Sono arrivato nell`estate 2014, non per disperazione come tanti che arrivano qui da tutta Europa, ma per scelta. Avevo bisogno dell`Inglese in primis ma volevo anche confrontarmi con una realta` completamente diversa dalla mia senza l`aiuto di nessuno.

Come hai cercato una sistemazione fissa e hai avuto problemi?

Ho trovato la mia prima sistemazione tramite Gumtree e, si ho avuto problemi infatti consiglio a tutti coloro che si recano a Londra soprattutto ai piu` giovani di rivolgersi a privati e non ad agenzie. Io, personalmente, ho perso il deposito della prima casa e avuto brutte esperienze. Il culmine e` stato essere svegliato alle 7 del mattino da due energumeni che, senza curarsi minimamente della privacy degli inquilini, hanno aperto la porta di casa e sono entrati dentro per riscuotere l`affitto del mese.

Foto: © Copyright Pam Brophy and licensed for reuse under this Creative Commons Licence.

Come hai cercato lavoro?

Ho cercato lavoro tramite gumtree, indeed e completando applicazioni online per tutte le piu` importanti catene londinesi.
 Quanto tempo ci hai messo a trovare il tuo primo lavoro?

Ho avuto la fortuna di trovare il mio primo lavoro dopo 2 giorni dall`arrivo.

  [irp]

Che tipo di esperienza di lavoro o titoli di studio avevi all’arrivo?
A parte l`istruzione universitaria che comunque non mi ha aiutato in quanto mi dedicavo ad altro in Italia e voglio dedicarmi ad altro all`estero, avevo diversi corsi come istruttore fitness e Personal trainer conseguiti n italia e venivo da due anni di lavoro come Personal Trainer e Istruttore fitness che a 23 anni non erano assolutamente pochi. Purtroppo i corsi conseguiti in Italia hanno solo una valenza nazionale per cui ho dovuto conseguire un Diploma Internazionale qui in Uk che mi permettera` di viaggiare e poter svolgere la professione di Personal trainer in piu` di 100 nazioni nel mondo.

Come era il tuo inglese scritto e parlato al tuo arrivo?

Il mio inglese all`inizio era scolastico, potevo comunicare ma avevo grosse difficolta` a capire i vari accenti Britannici.

Quale e’ stato il tuo primo lavoro? E che lavoro stai facendo adesso?

Il mio primo lavoro e` stato nella customer service da Mc Donalds ma sono riuscito a sopportarlo solo per pochi giorni. Ho continuato a lavorare nella ristorazione cambiando sempre per migliorare la mia condizione fino a diventare Store manager per una compagnia in costante crescita nella City e lavoro come freelance Personal traine

[useful_banner_manager banners=1,6,12 count=1]

Come definiresti la tua esperienza a Londra/Regno Unito fino ad ora? E per quali motivi?

Ci sono stati molti alti e bassi, e non posso dire di essere felice qui. Il mio motto e` `set up a life you don’t need to escape“, invece qui mi ritrovo sempre a pensare e ad organizzare una fuga e sto costantemente inviando CV in tutto il mondo. Penso che tutti gli isolani come me abbiano bisogno del mare e di un ambiente salubre per vivere bene e parlando con altri Sardi o Siciliani mi sono sempre reso conto che non sono l`univo a pensarla cosi. Ovviamente devo riconoscere che la meritocrazia esiste, il mercato del lavoro e`ultra dinamico e che il proverbio da utilizzare a Londra sia ` chiusa una porta si apre un portone` piu` che ` chi lascia la strada vecchia per la nuova sa quel che lascia ma non sa quel che trova` . In Gran Bretagna piu che in qualsiasi altra parte del mondo devi avere il coraggio di esporti, far valere le tue idee e non lasciarti mettere i piedi sopra perche altrimenti tutti si approfitteranno di te. I contro sono tanti a partire dal tempo e le spese; in italia avevo un lavoro full time e tempo a non finire mentre qui spendo due ore al giorno sui mezzi e circa 10-12 a lavoro ed e` veramente una follia, oltre al fatto che,difficilmente (a meno che tu non lavori in proprio), riesci a risparmiare tanti soldi da parte (perche all`aumentare dello stipendio cercherai di migliorare anche il tuo stile di vita per cercare di vivere meglio). Per uno che conduce un Healthy lifestyle non e` facile vivere qui perche` il cibo in genere non e` di gran qualita`, e` difficile trovare posi dove si possa mangiare `sano` (a parte al centro), l`attivita` principale post lavoro e` rifugiarsi nei Pub a bere e le palestre sono ultra busy specialmente la sera. Oltretutto dipende dove vivi e` incredibilmente complicato vedersi con amici o conoscenti perche` a meno che non viviate piu` o meno nella stessa area e` difficile che il vostro tempo libero coincida. Definirei la mia esperienza a Londra buona sotto il punto di vista di cio` che ho imparato ma devastante sotto tutti gli altri punti di vista.

Consiglieresti ad altri di partire per Londra/Regno Unito e per quali motivi?
Consiglio di partire nel Regno unito a tutti coloro che vengono dalle grandi citta` Italiane e a tutti coloro a cui interessa migliorare l`inglese, vivere in un contesto multiculturale e maturare come persona. Per gli altri valuterei altre destinazioni come Galles, Scozia o Cornovaglia per chi ama il verde e i bei panorami e voglia stare un po` piu` tranquillo, oppure, citta` piu` piccole dove si possa risparmiare qualcosa qualcosa tra affitto e trasporti come Bath, Bristol, Southampton o Manchester.

 Potresti dare due consigli utili a chi deve ancora partire?

Pensate bene se la vita a Londra possa essere quella che vi augurate e armatevi di tanta pazienza soprattutto all`inizio e sappiate che le opportunita` arrivano per tutti, basta saperle sfruttare. Nei primi mesi, soprattutto se si e` alla prima esperienza fuori casa, e` facile sentirsi spaesati e avere voglia di tornare ma bisogna tenere duro e non avere mai paura di mettersi in gioco. [irp]

Queste sono risposte al nostro sondaggio e non necessariamente sottoscriviamo a ciò che viene detto, pubblichiamo le risposte per dover di cronaca e per dare la parola a tutti

Se vuoi anche tu un lavoro a Londra o nel Regno Unito, leggi qui

Puoi anche tu compilare questo sondaggio qui sotto

[wwm_survey id=”44193″]