parchi di londra (24)

Boris Johnson afferma che bisogna convivere con tagli salariali

Boris Johnson ha avvertito che i lavoratori britannici dovranno accontentarsi di tagli salariali in termini reali se il paese vuole evitare la “stagflazione” in stile anni ’70 e l’aumento dei tassi di interesse.

In un importante discorso, il Primo Ministro ha annunciato l’arrivo di tempi difficili, dopo aver sempre ripetuto fino a due giorni fa che l’economia del Regno Unito era la migliore del G20. Ha promesso che i sacrifici da fare saranno solo temporanei e comunque rinnega la promessa fatta durante la campagna per la Brexit e dopo che il Regno Unito

Dice che aumentare gli stipendi porterebbe solo all’inflazione e non risolverebbe nessun problema. Molti invece fanno notare che recentemente i parlamentari si sono dati un aumento di £2000 all’anno.

Anche se ammette che ora che l’economia sta affannando afferma che la colpa è della guerra in Ucraina che ha interrotto la grande ripresa dopo la pandemia. Non spiega però come mai l’economia del Regno Unito è prevista essere il fanalino di coda del G20, prima della Russia che è comunque colpita da sanzioni severe.

Rispondi

Torna su