Boris Johnson sta per annunciare programma per rilanciare l’economia

Con la crisi del coronavirus e la Brexit da completare a fine anno, Boris Johnson ha tanti problemi da affrontare. Inoltre i sondaggi non sono per niente favorevoli e il suo partito ha perso circa 10 punti in pochi mesi, un fatto mai successo in precedenza. 

La prima cosa che vuole fare è risanare l’economia e per questo motivo annuncerà in questi giorni la riapertura di praticamente quasi tutto.  Vuole anche assicurarsi ‘corridoi di viaggio’ con certi paesi da luglio per evitare la quarantena ai viaggiatori da certi paesi. Quali saranno questi paesi ancora non è chiaro. 

Johnson è stato anche avvertito che non riaprire il prima possibile pub e ristoranti costerebbe 3 milioni e mezzo di posti di lavoro.  Anche se non abbiamo una data è quindi probabile che la ristorazione riapra a luglio.

Non sarà come prima però, si dovranno rispettare le distanze sociali e per certi ristoranti sarà impossibile riaprire; senza la fila di clienti e il locale affollato non avrebbero abbastanza entrate per farcela.  Questo vale soprattutto per i locali in posti come il centro di Londra, gli affitti e i costi sono molto elevati e se possono avere solo il 30% dei clienti diventa impossibile pagare le spese. 

Johnson vuole anche iniziare ora le grandi opere di costruzione di infrastrutture per aiutare l’economia. Tutto questo è buono sulla carta ma il fattore R0 del virus è in crescita e in molti sono preoccupati delle riaperture.

Brexit - The Uncivil War (Dvd) ( DVD)
  • Non applicabile
  • Non applicabile
  • Non applicabile
  • Benedict Cumberbatch (Actor)

Rimane sempre il rischio che si debba ritornare a fare lockdown, se non di tutto il paese, ma di alcune regioni.  Johnson vuole la Brexit a fine d’anno a tutti i costi e sono in molti a credere che preferisca rischiare col coronavirus piuttosto di non poterla fare. 

Ultimo aggiornamento 2020-08-06 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

rapporto

Scritto da admin

Autore per pagine generiche e di informazione

$ s Commenti

lascia un commento
  1. Gli inglesi stanno bene hanno lavoro e un paese che funziona, noi italiani siamo messi un milione di volte peggio

    • Giano, quanto ti paga la Russian Troll farm per la disinformazione?

      “Gli inglesi stanno bene hanno lavoro e un paese che funziona, noi italiani siamo messi un milione di volte peggio”

      6 milioni di disoccupati e un’azienda su 10 fallita ti sembrano pochi?

      Se ce la fate col vostro inglese ‘scolastico’ mettete su Google “Unemployment rate forecast UK” e vedi che ne esce fuori.

      E se non ne siete capaci, smettetela di dire stupidaggini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

L’esperienza di Luisa, laureata italiana che lavora nel marketing

Il mondo di Harry Potter via Zoom