Si sentono sempre aneddoti dei famosi skinheads a Londra , ma non tutti sanno la vera storia degli skinheads. Sono in effetti una estensione del fenomeno Mod.

Verso la fine anni sessanta i Mods che volevano fare i duri cominciarono a radersi la testa ma e non erano razzisti anzi tendevano ad ascoltare musica proveniente dai Caraibi come lo Ska (una delle loro ispirazioni erano appunto i rude boys giamaicani).

Foto: By XxxBaloooxxx (Own work) [CC BY-SA 3.0], via Wikimedia Commons

Da ricordare  che il movimento skins incorporava diverse fazioni, da quelle solo interessate al look a quelle meno cordiali. Portando con sè certi usi e costumi del movimento Mod.

I Mods avevano  infatti anche una fama per fare a botte e per le famose gangs fight e per creare confusione alle partite ( i nonni degli hooligans). Non erano semplicemente dei bonaccioni vestiti bene.

Gli skinheads mantenerono la loro filosofia working class che includeva un notevole consumo di birra e in molti casi  cominciarono a dimostrare comportamenti sempre più razzisti.  Gruppi di skinheads alla fine degli anni ’60 e inizio anni ’70 erano noti per inseskinsguire e picchiare giovani asiatici.

Inizialmente però  il movimento skins era principalmente apolitico. Solo negli anni ’70 il National Front, il movimento neonazista, cominciò ad infiltrare gli skinheads e i football hooligans.  Cominciarono ad usare l’uniforme skinhead/mod come propria divisa.

Ma c’erano anche filoni di skinheads di sinistra, quindi dire che gli skinheads sono stati solo un movimento  di estrema destra è decisamente falso.

Ci sono stati anche molti gruppi di  skinheads anarchici e hanno continuato ad esistere skinheads apolitici.

I movimenti skins furono ripresi in altri paesi europei e negli Stati Uniti, in certi paesi. A differenza del Regno Unito e Stati Uniti dove gli skinheads sono sempre stati politicamente diversi, in certi posti d’Europa gli skinheads sono sempre stati prevalentemente di estrema destra. Detto questo molti nel Regno Unito non sentono la mancanza dei gruppi aggressivi di skinheads che terrorizzavano i giovani di allora.

Foto: By XxxBaloooxxx (Own work) [CC BY-SA 3.0], via Wikimedia Commons

Con l’arrivo del punk che negli anni ’80 ci furono sempre più movimenti skins anti fascisti e anti razzisti nel Regno Unito. Comunque gli anni punk, furono un revival della cultura skins con gruppi come i Madness che portarono un certo look skin alle masse.

Gli skins più ortodossi ascoltavano invece un tipo di punk chiamato Oy. Gli skinheads SHARP (SkinHeads Against Racial Prejudice) fondati negli anni ’80 negli Stati Uniti, sono un esempio di skins antirazzisti.

Ancora oggi esistono diversi tipi di skinheads incluso i non razzisti e gli anti fascisti e anche skinheads gay (solitamente interessati al sadomasochismo).

Anche se si incontrano abbastanza di rado, ci sono anche skinheads nel Regno Unito e come sempre tendono a viaggiare in gruppi (più piccoli di una volta). Cosa che mette ancora un po’ di timore in chi li incontra.

Come tanti fenomeni giovanili di massa le cause e gli effetti sono molto più complessi di quello che può sembrare a prima vista.