Brexit alle porte, situazione delle assunzioni stranieri

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pinterest
Pinterest

Cerchiamo di dare la parola a tutti e pubblichiamo anche esperienze completamente diverse dalle nostre. Queste testimonianze riflettono solo l’esperienza ed opinione di chi l’ha scritta Se vuoi anche tu aggiungere la tua testimonianza puoi farlo compilando il modulo qui sotto. Ci riserviamo il diritto di non pubblicare testimonianze. Se decidi di condividere la tua esperienza puoi anche scegliere di inviare una tua foto che sarà pubblicata nel tuo articolo, troverai il modulino per caricare la tua foto qui sotto. Inviando il modulo qui sotto acconsenti a pubblicare la tua testimonianza su questo sito

Le impressioni di una recruitment consultant italiana a Londra

Sono una recruitment consultant a Londra che si occupa in particolare di recruitment di personale che parla lingue stranieri. Cerco personale che parla tedesco, italiano, francese, spagnolo e altre lingue europee. Il tipo di personale che cerco è quasi sempre qualificato e con esperienza.

Dal risultato del referendum della Brexit gli europei che cercano lavoro a Londra è calato moltissimo. È diventato quasi impossibile trovare una persona che parla tedesco e che ha le altre competenze richieste e sta diventando difficile trovare francesi. Si nota anche una grande differenza tra gli spagnoli che erano tanti e ora sono sempre meno.

Calano però anche le offerte di lavoro, molti nostri clienti hanno spostato le operazioni all’estero, principalmente in Olanda e Irlanda. Molti cittadini europei se ne sono andati e alcuni posti di lavoro sono vuoti da mesi.

Gli italiani continuano invece a cercare lavoro imperterriti. Mi arrivano sempre cv dall’Italia anche più di qualche anno fa. Ora quasi nessuno assume direttamente dall’Italia, se vogliono assumere un europeo richiedono quasi sempre che abbia lo settled status e questa richiesta esclude chi non vive in Gran Bretagna.

Moltissimi italiani non sono al corrente della situazione attuale o hanno informazione sbagliata. Forse non leggono i giornali e credono solo al sentito dire, ma sono in gran parte completamente ignari di quello che sta per accadere.

Alessandra

Puoi anche tu raccontare la tua esperienza nel Regno Unito, la tua opinione, segnalare qualche evento o qualcosa che potrebbe interessare altri italiani. 

Partecipa anche tu!

Rispondi

Commenti recenti
I più venduti

Ultimo aggiornamento 2022-01-16 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

a voi la parola (2)
Arianna pensa che il Regno Unito sia un paese allo sbaraglio
Arianna, partita per Londra con la figlia piccola
Stefano, arrivato a 46 anni a marzo, racconta l'esperienza
Emanuela racconta la sua esperienza da OSS in Inghilterra
"Facile trovare lavoro (qualsiasi) e fare carriera"
Laureato italiano con master racconta la sua esperienza a Londra
"Il sistema anglosassone è ottimo, non ci sono grossi problemi"
lina stores
Alimentari italiani a Londra: Lina Stores a Soho
Testimonianza di Valeria che lavora nelle risorse umane a Londra
La musica che vi ricorda Londra (la playlist dei lettori)
Torna su
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: