Quando sei venuto/a a Londra /Regno Unito?

A Settembre del 2015

Come hai cercato una sistemazione fissa e hai avuto problemi?

Tramite un’agenzia prima di partire, la casa era terribilmente sporca e mal curata, e lo era chiaramente da un bel po’ di tempo, il bagno e la cucina soprattutto, non c’era nemmeno una living room e pagavo 660 pound. Era pure lontana dal lavoro, io ero ad est, il lavoro ad ovest e la notte quando la metro era già chiusa ed io finivo di lavorare prendevo il bus e arrivavo dopo un’ ora e mezza, spesso mi addormentavo e perdevo al fermata e dovevo tornare indietro, arrivavo per le 4 del mattino a casa. Dopo tre mesi mi sono trasferita da una collega, più vicina a lavoro, ma non andava molto diversamente per la pulizia.

Come hai cercato

cricket lavoro?
L’ho cercato da Palermo, ho lavorato da Nando’s un ristorante di Pollo e ho ricoperto vari ruoli li dentro, dalla cameriera, in cucina, come cassiera e hostess. Un posto sempre pieno di gente, caotico, non ci si ferma mai e… insomma mi bastava appena per le spese e nemmeno, inizialmente ho avuto bisogno di un aiuto economico.

 Quanto tempo ci hai messo a trovare il tuo primo lavoro?

L’ho trovato subito

Che tipo di esperienza di lavoro o titoli di studio avevi all’arrivo?
Diploma

Foto: © Copyright Ben Gamble and licensed for reuse under this Creative Commons Licence.

Come era il tuo inglese scritto e parlato al tuo arrivo?

Non ne avevo completamente idea, ho imparato lavorando, è stata dura, ma ho avuto grandi soddisfazioni in merito e in pochissimo tempo

Quale e’ stato il tuo primo lavoro? E che lavoro stai facendo adesso?

In cucina, ma subito dopo come cameriera, quando il mio inglese è migliorato

Come definiresti la tua esperienza a Londra/Regno Unito fino ad ora? E per quali motivi?

Ardua perchè se non lavori tantissime ore ti schiaccia e non riesci a pagare la casa, i mezzi carissimi e tutto il resto. Ho dovuto cambiare città per questo e poi sono ritornata in Italia, ma ritornerò a breve con il mio fidanzato. Ardua anche perchè purtroppo se non stai sempre in guardia, rischi che ti mettano i piedi di sopra, bisogna sempre essere aperti e pronti ad imparare cose nuove, ma mai abbassare la guardia. Stimolante perchè ho migliorato moltissimo il mio inglese e il mio modo di affrontare i problemi e risolverli.

Consiglieresti ad altri di partire per Londra/Regno Unito e per quali motivi?
Si, a chi vuole farsi strada in breve tempo, ma soprattutto a chi è in compagnia perchè tutto è più semplice, c’è un supporto economico e psicologico, entrambi importanti. Mio fratello sta li da 5 anni con un’altra persona, ha iniziato lavando i piatti, poi è diventato manger in un anno circa, poi general manager. ora lavora alla apple, studia Geography alla King’s College e ha messo tanti soldi da parte.

 Potresti dare due consigli utili a chi deve ancora partire?

Buttatevi e siate molto motivati.

Queste sono risposte al nostro sondaggio e non necessariamente sottoscriviamo a ciò che viene detto, pubblichiamo le risposte per dover di cronaca e per dare la parola a tutti

Se vuoi anche tu un lavoro a Londra o nel Regno Unito, leggi qui

Puoi anche tu compilare questo sondaggio qui sotto