Castello di Sudeley, 1000 anni di storia nel Gloucestershire

Un castello costruito intorno all’anno 1000 ma con parti Tudor che si trova nel Gloucestershire e contiente oltre ad un grande giardino anche la tomba dell’ultima moglie di Enrico VIII, Caterina Parr. 

Nel  1830, due fratelli imprenditori, John e William Dent, acquistarono da Lord Rivers una tenuta nei dintorni di Winchcombe, ai margini dei Cotswolds. Qui si trovavano vicini alle rovine del castello di Sudeley. Questo castello si trova in una valle alluvionale creata dal fiume Severn. Raramente si trova qualcosa di più pittoresco. 

 La fama di Sudeley era in parte un prodotto della sua vicinanza a Cheltenham, che si era sviluppata come una città termale alla moda alla fine del 1700 e inizio 1800.  Molti venivano ad esplorare le rovine del castello incluso anche il re Giorgio III, si il re pazzo.

Il castello era importante perché mostrava secoli di storia inglese in un colpo solo.   La cappella in rovina accanto al castello fu riscoperta nel 1782 come luogo di sepoltura dell’ultima moglie e regina di Enrico VIII, Caterina Parr. 

Ritorniamo comunque ai fratelli Dent che riuscirano a comprare parte della proprietà che era stata spezzettata. Alla fine cominciarono a restaurare il castello di Sudeley come residenza con l’aiuto dell’architetto di Worcester Harvey Eginton. Quando i Dents lo acquisirono, il castello comprendeva i resti di due cortili collegati tra loro per formare una pianta a otto. Tre lati della corte esterna erano racchiusi da catene a due piani che avevano, nel tempo, variamente ospitato casolari, fabbricati agricoli e persino una taverna. Tutto il resto dell’edificio era in rovina, compreso un fienile medievale a ovest del castello e la cappella, dove furono sepolti Caterina Parr e diverse generazioni di baroni Chandos. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Scritto da Marina Ricci

Lavorato a Londra, Edimburgo e Bristol per i new media ed editoria. Due bimbi e un gatto.

Northern Line a Londra; cose che forse non sapete

Ritornano le arvicole acquatiche a Londra