rainIn cosa sei laureato?

Sono laureato in economia

Quanta esperienza avevi prima di venire a Londra?

  • Meno  di un anno

Come parlavi inglese prima di venire a Londra?

  • Intermediate

Da quanto tempo sei a Londra?

Meno di 2 anni

Foto: © Copyright ceridwen and licensed for reuse under this Creative Commons Licence.

Che lavoro stai facendo e come hai fatto a trovarlo?

Lavoro per una società internazionale, sono ora ancora  junior account manager ma presto mi daranno il mio posto con 2 persone sotto di me

Secondo te vale ancora la pena venire a Londra con una laurea e perche’?

Si, senza dubbio. Dovete arrivare con un piano, avere un buon inglese e se non avete esperienza cercare uno stage, se andate subito a cercare lavoro in ristoranti, quasi sicuramente non ne uscirete più. Dovete avere un piano, è fondamentale

Racconta in breve la tua esperienza lavorativa a Londra

Ho cercato subito uno stage. che ho trovato anche abbastanza facilmente. Dopo lo stage ho trovato un lavoro fisso da junior in poche settimane. C’è lavoro in abbondanza per i laureati, dovete essere molto focused come direbbero qui. Dovete anche essere molto flessibili, qua considerano tutte le lauree per gli stage o i graduate programs, non pensate che se avete una laurea in economia dovete fare solo determinati lavori. Mi avevano quasi preso per un reparto di risorse umane!

 

Sei un laureato a Londra e vuoi raccontare la tua esperienza a Londra?

Puoi farlo qui in forma anonima (se vuoi firmare la tua testimonianza, scrivi il tuo nome alla fine che lo pubblicheremo)

7 Commenti

  1. Si vabbè, però siamo sempre li, si riportano sempre esempi di quei laureati che trovano lavoro che, guardacaso, hanno sempre lauree in economia. Perché lo stesso monitoraggio non si fa con un laureato in lettere o in psicologia?
    Troppo comodo…

    • Il questionario e’ aperto a tutti e pubblichiamo tutte le testimonianze che ci arrivano, questo caso e’ un laureato in economia, abbiamo tanti altri compilati da laureati in altre materie. Non e’ un sondaggio statistico, e’ semplicemente una raccolta di esperienze diverse e ogni caso e’ una storia a se’.

      • La mia era una considerazione generale e non riferita a questo blog o a chi scrive qui. Però è un dato di fatto che ogni volta che si leggono storie riguardo a laureati super realizzati che trovano impiego immediato in Inghilterra, si tratta sempre e solo di laureati in economia, ingegneria o tutte quelle lauree tecniche, che sono “forti” già di per sé ed evidentemente particolarmente richieste in quel di Londra. Al contrario, a mia memoria, non ho mai letto di laureati in lettere, psicologia o altre lauree “deboli”, che abbiano avuto altrettanto successo.
        Ogni tanto mi piacerebbe leggere qualche storia a riguardo, tanto per par condicio, perché sembra quasi che si faccia fatica ad ammettere che certe lauree non sono poi così tanto più spendibili nei paesi “virtuosi”

        • I graduate programmes molto spesso prendono persone con qualsiasi laurea, quindi ci sono persone con lauree in filosofia, fisica, psicologia che lavorano nella City con ottimi stipendi, e’ piuttosto normale e personalmente ne conosco diversi. Quando assumevo laureati nel marketing era normale assumere persone con qualsiasi laurea, incluse filosofia e storia dell’arte.

          Ci sono laureati italiani che hanno trovato un ottimo lavoro con lauree ‘deboli’ e mentre altri con lauree in ingegneria o economia che lavorano nella ristorazione da anni e non riescono a trovare nient’altro. Certo ci sono lauree piu’ facili da piazzare di altre, ma ci sono anche altri fattori in gioco. Generalmente chi si inserisce bene nel mondo del lavoro ha a) un ottimo inglese, passare 2 anni in un ristorante mentre si frequenta una scuola di inglese e’ spesso la rovina di molti laureati italiani, la competizione e’ tanta, escono sempre laureati nuovi, bisogna essere pronti subito. b) si e’ laureato velocemente e non ha perso tempo c) ha accumulato esperienza in qualche modo, anche se non pagata d) e’ capace di vendersi.

        • Rubbish, sono laureata in lingue e ho trovato un lavoro come copywriter, nel mio ufficio abbiamo un laureato in storia, una laureata in media studies (simile a scienze delle comunicazioni) e un laureato in human geography. Una mia amica italiana laureata in psicologia ha un ottimo lavoro. Nel terziario non conta che laurea hai, ma cosa offri tu come persona.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.