italiani

Cecilia, OSS a Londra, scrive che gli immigrati non devono fare capricci

Quando sei venuto/a a Londra/Regno Unito? 
2018
 
Come hai cercato una sistemazione fissa e hai avuto problemi? 
no mai tutto bene, affitto una stanza
 
Come hai cercato lavoro
a chiedere
Quanto tempo ci hai messo a trovare il tuo primo lavoro? 
2 giorni, una signora italiana mi ha presentato
 
Che tipo di esperienza di lavoro o titoli di studio avevi all’arrivo? 
OSS
 
Come era il tuo inglese scritto e parlato al tuo arrivo? 
scarso
 
Quale e’ stato il tuo primo lavoro? E che lavoro stai facendo adesso?
OSS per una casa di riposo
 
Come definiresti la tua esperienza a Londra/Regno Unito fino ad ora? E per quali motivi?

Non volevo scrivere mi  sono infuriata nera a leggere le cose che avete scritto e devo dire anche come sono le cose anche per noi che siamo a Londra per lavorare e non giocare e fare cappricci.

Londra e l’Inghilterra ci fanno il favore di darci lavoro e stipendio e noi dobbiamo essere riconoscenti. Non ci vogliono per le nostre opinioni e se il paese non piace prendono  il primo volo per l’Italia e tornate a casa vostra. NON potete rovinare le cose anche a tutti noi che lavoriamo tanto anche per mandare i soldi alle nostre famiglie in Italia. C he ci abbiamo anche i bambini da mantenere, non siamo qui a giovare e fare i sappienze

Nessuno mi tratta male a Londra e non faccio mai storie perché sono immigrata e sono qui per lavorare. Non mi pagano per avere opinioni cattive e gli immigrati devono stare per sempre umili. Per colpa di queste persone che vogliono diritti  e altre stupidate e opinioni  possiamo avere la vita difficile tutti noi che lavoriamo senza fare mai cappricci. A me serve stare qui, sono OSS e in Italia ero disoccupata quasi sempre ora qui ho uno stipendio e ferie pagate, lavoro assai e posso mandare  i soldi a casa. Non mi interessa Londra, potevo essere a Parigi anche lo faccio solo per lavorare.  non vado a divertirmi lavoro per sopravvivere sono grata che qualcuno mi offre questo beneficio. Se sono ricchi possono fare i cappricci, quelli come me devono lavorare. Come lavoratore a Londra ci trattano bene. 

 
Consiglieresti ad altri di partire per Londra/Regno Unito e per quali motivi? 
A Londra si trova subito lavoro, la vita si vive bene e si mandano soldi in Italia
 
Potresti dare due consigli utili a chi deve ancora partire? 
non fare i cappricci, gli immigrati non devono fare i cappricciosi

1 commento su “Cecilia, OSS a Londra, scrive che gli immigrati non devono fare capricci”

  1. SOno d’accordo Queste persone non hanno compreso che nella meritocrazia non esistono diritti, bisogna guadagnarsi tutto. Lascia le opinioni nocive e i diritti ai figli di papà e all’Italia, paese fallito. Noi lavoriamo bene e con massima dignità a Londra e avremo un futuro

Rispondi

Torna su