cibo a londra

Ci sono ancora tanti italiani che ritengono con convinzioni che a Londra si mangi sempre male. In realtà non mancano i posti dove mangiare bene anche senza spendere troppo e ci sono supermercati, negozi specializzati e mercati dover poter trovare ingredienti da tutto il mondo.

Il bello di Londra è la grande varietà, l’innovazione che significa che Londra diventa una meta interessante anche per gli amanti della gastronomia. Se si aggiunge a questo anche la passione recente per il cibo più naturale o la ricerca continua di posti da instagrammare arriviamo facilmente alla conclusione che Londra è un posto interessante anche per gli amanti della cucina o dei ristoranti.

Vi mettiamo una lista sempre aggiornata di posti che potete scoprire sia se vivete a Londra o se ci passate per qualche giorno.

Cibo a Londra, alcune idee…

Londra sconosciuta: La chiesa di St Mary Somerset

Conoscerete tutti St Dunstan in the East la chiesa trasformata in un piccolo giardino pubblico, ma non è l’unica chiesa di Christopher Wren in queste condizioni, infatti ci sono sei chiese dell’architetto Christopher Wren di cui rimane solo una piccola parte (in genere la torre del campanile). Una di queste è St Mary Somerset.

Foto: © Copyright Basher Eyre and licensed for reuse under this Creative Commons Licence.

Questa chiesa esiste probabilmente dal 1200, una delle tante chiesi medievali della City di Londra dedicate a Mary.

La chiesa fu distrutta nel Grande Incendio di Londra nel 1666 e ricostruita in seguito dal grande Christopher Wren.

La chiesa ricostruita era più piccola di quella originale ed essendo una parrocchia povera, la chiesa non era molto ornata o particolarmente interessante.

Nella seconda metà del 1800 molte persone che vivevano nella City, che era il centro medievale di Londra e una volta molto abitato, si spostarono verso altre parti meno centrali di Londra specialmente con l’arrivo prima della ferrovia e dst mary somersetella metropolitana di Londra dopo.

Foto: © Copyright David Williams and licensed for reuse under this Creative Commons Licence.

Le parrocchie della City rimasero però con sempre meno parrocchiani e nel 1860 il Parlamento passò una legge che permetteva la demolizioni di chiese della City per mancanza di abitanti.

L’ultima messa fu celebrata a St Mary Somerset nel 1867 di fronte a 70 persone. La chiesa fu demolita nel 1871 ma il campanile fu tenuto in seguito alla richiesta dell’architetto Ewan Christian. In effetti gli otto pinnacoli barocchi che si trovano in cima al campanile sono abbastanza unici.

Visitate il cimitero di Bunhill Fields a City Road

Il cimitero di Bunhill Fields a City Road è un luogo storico usato dal 1665 al 1854, più vecchio dei famosi cimiteri vittoriani londinesi e per questo meno conosciuto, ma che vale la pena visitare.

Si dice che questo terreno fosse usato in tempi antichi (prima dei Romani) per seppellire i morti e chi il nome Bunhill venga  da Bone Hill.

In ogni caso di ossa qui sotto se ne trovano tante, è possibile che il campo sia stato usato anche per seppellire i morti dalla peste, ma non si hanno prove.

Sicuramente ci sono seppellite oltre 120 mila persone tra cui William Blake, Daniel Defoe (quello di Robinson Crusoe), John Bunyan. Isaac Watts (quello dei Watts) e altri.

Il cimitero di Bunhill Fields a City Road si trovava nel 1600 fuori dalle mura di Londra ed era almeno inizialmente in terreno non consacrato, venne quindi usato per seppelire i non conformisti e i quaccheri, incluso il loro fondatore George Fox.

Ci sono tante cose da vedere al cimitero di Bunhill Fields a City Road

Foto: © Copyright Christine Matthews and licensed for reuse under this Creative Commons Licence.

Quando dopo il 1854 nessuno venne seppellito qui la City of London Corporation che possedeva questi terreni decise di farlo diventare un luogo pubblico.

Il cimitero fu gravemente danneggiato dalle bombe tedesche durante la Seconda Guerra Mondiale e in seguito parte del cimitero fu trasformato in giardini pubblici mentre un’altra parte conservata e protetta da una cancellata.

Tuttora potete visitare le tombe di Blake, Bunyan e Defoe o sedervi su qualche panchina come fanno in molti, per trovare un po’ di tranquillità in un quartiere molto affollato di Londra.

 Il cimitero di Bunhill Fields è aperto nei giorni feriali dalle 7:30 fino all’imbrunire e nei giorni festivi dalle 9:30 all’imbrunire. Ingresso gratuito.

Altre cose da vedere a Londra

Apre un ristorante di cucina maremmana a Londra

La Brexit non ferma la nuova ondata di ristoranti italiani, mentre alcuni chiudono, altri aprono. Franco Manca ha appena annunciato l’apertura di un’altra pizzeria della sua catena a Greenwich e abbiamo un ristorante maremmano a Brixton. Il ristorante che si chiama Maremma e aprirà in Aprile al 36 Brixton Water Lane. Il ristorante non avrà […]

0 comments

Aneddoti e curiosità sui parchi reali di Londra

Londra ha 8 parchi che appartengono alla monarchia, in passato questi erano riserve di caccia per la famiglia reale. In seguito a una legge del 1851 questi parchi furono aperti al pubblico. Da notare che anche ora nessuno ha diritto in teoria di usare i parchi, ma possiamo andarci perché la regina ci fa il […]

0 comments
covent garden

Covent Garden e Holborn a Londra, cose da sapere su queste zone

La zona inclusa nel postcode WC2 che si trova nel borough di City of Westminster e in parte Camden Descrizione di Covent Garden Non é una zona da considerare particolarmente residenziale, ci sono delle abitazioni dalle parti di Covent Garden e Holborn (la elle di Holborn non si pronuncia) e anche qualche piccolo quartiere di case […]

0 comments

Gospel Oak, la storia di questo quartiere di Londra

Il quartiere di Gospel Oak si trova tra Hampstead e Kentish Town nel nord di Londra e fa parte del borough di Camden.   Il nome deriva da un’usanza che si teneva tre giorni prima il ​​Giorno dell’Ascensione che includeva unla lettura del Vangelo sotto una grande quercia. Questa quercia esisteva veramente e si trovava probabilmente […]

0 comments

Cose che forse non sapete sul British Museum

Il British Museum possiede oltre 14 milioni di oggetti ma solo 1% di questi è in mostra in qualsiasi momento. Ci sono mostre temporanee che fanno vedere oggetti ‘nascosti’ La British Library all’interno del museo fu ampliata e modernizzata intorno al 1850 da un bibliotecario e patriota italiano: Sir Antonio Panizzi, considerato come il secondo fondatore del […]

0 comments

Come mai non mi assumono dall’Italia?

Buonasera , Sono una ragazza che sta lavorando come commessa e cassiera nei negozi di lusso a Firenze in Italia. Sto cercando lavoro a Londra però spesso ricevo risposte che non prendono persone che vivono fuori uk. Non vorrei lasciare un indeterminato per niente. Hai qualche consiglio su come cercare lavoro dall’italia ?? Aspetto una tua risposta Grazie mille

Generalmente assumere personale dall’estero è l’ultima spiaggia per i datori di lavoro, lo fanno solo quando non trovano personale sul posto. Quindi è possibile trovare lavoro sul posto in settori in cui esiste una carenza di personale e candidati. Per lavoro cosidetto generico ovvero personale amministrativo, commessi, receptionist ecc. ecc.. Ci sono eccezioni soprattutto per quanto riguarda alberghi e altre strutture che si trovano in posti isolati in Scozia e Cornovaglia e che faticano a trovare personale sul posto, questi a volte cercano personale direttamente dall’estero.

Inoltre abbiamo l’incertezza del 31 ottobre quando secondo il governo in caso di no deal finirà la possibilità di poter venire a lavorare in UK, molti datori di lavoro non vogliono investire in cittadini comunitari in questo momento.

Certo uno potrebbe sempre far finta di trovarsi a Londra usando l’indirizzo di qualche conoscente ma esiste sempre la possibilità di essere chiamati per un colloquio con poco preavviso e di dover mostrare il settled status, che chi non vive in UK non può avere.

Il fantasma di Berkeley Square

Considerata la casa privata con più apparizioni soprannaturali  di Londra, l’edificio che si trova al 50 di Berkeley Square che risale alla fine del 1700. Se non altro è l’edificio più vecchio a Londra che non è mai stato rimodernato.

Da notare che non si vedono fantasmi dagli anni ‘30 da quando l’edificio fu adibito alla vendita di libri di antiquariato,  ma nel 1800 questa casa era piuttosto attiva con numerose apparizioni e diverse morti dovute a quanto sembra dalle apparizioni stesse.

© Copyright Anthony O’Neil and licensed for reuse under this Creative Commons Licence.

La prima persona ad abitare in questa casa fu il primo ministro britannico George Canning che ci abitò per ben 47 anni e il primo a raccontare di strani avvenimenti inclusa una strana nebbia marrone che si materializzava sulle scale.  Diverse persone cercarono di passare la notte in questa casa ma non ne uscirono vivi, per esempio come un marinaio che morì mentre cercava di scappare e un nobile morì di paura.

Una cameriera che lavorava in quella casa divenne matta. Si dice che il fantasma fosse quello di una ragazza che obbligata  a sposare un uomo anziano si gettò dalla finestra.

Oltre ai fantasmi molti degli abitanti di questa casa erano comunque strani come l’uomo rinchiuso nell’attico dal fratello e l’uomo che dopo essere stato respinto dalla donna che amava si chiuse in casa senza parlare con nessuno. A differenza dei fantasmi questi sono sicuramente esistiti.

 

“Per essere rispettati bisogna prima di tutto rispettare il paese che vi ospita”

Quando sei venuto/a a Londra/Regno Unito?
nel 2015 in marzo

towerCome hai cercato una sistemazione fissa e hai avuto problemi?
No,veramente no, bisogna stare con gli occhi aperti e sapere che diritti si devono avere, altrimenti ci si fa fregare facilmente

Come hai cercato lavoro?
Solo tramite internet

Foto: © Copyright Robert Lamb and licensed for reuse under this Creative Commons Licence.

Quanto tempo ci hai messo a trovare il tuo primo lavoro?
3 giorni

Quale e’ stato il tuo primo lavoro? E che lavoro stai facendo adesso?
Lavoro nell’ecommerce

Che tipo di esperienza di lavoro o titoli di studio avevi all’arrivo?
ecommerce

Come era il tuo inglese scritto e parlato al tuo arrivo?
Molto buono

Come definiresti la tua esperienza a Londra/Regno Unito fino ad ora? E per quali motivi?
Ottima, lavoro a palate e possibilità di avanzare e fare carriera. Stipendi alti e qualità della vita altrettanto alta. In certi campi come IT ecommerce e anche design grafico – la mia fidanzata disegnatrice grafica trovò lavoro pure in 4 giorni – si trova lavoro in pochi giorni o anche direttamente dall’Italia

Consiglieresti ad altri di partire per Londra/Regno Unito e per quali motivi?

si ma non si viene a fare i camerieri e lavapiatti dopo i 22 o 23 anni, sono tipi di lavori che pagano troppo poco per vivere decorosamente. a 20 anni si accetta anche di vivere come animali, a 25 o 30 no o almeno si dovrebbe avere la dignità di non accettare certe condizioni. Ho avuto la sfortuna di vedere italiani vivere come maiali qui a Londra in un mondo per giunta tutto italiano emarginato, nella sporcizia e squallore totale. Per vivere in quelle condizioni pietose, meglio rimanere in Italia. Una volta toccato il fondo a Londra non si rialzano più, London non perdona

“Faccio la vita che avrei sempre voluto fare”

Potresti dare due consigli utili a chi deve ancora partire?

Inglese, inglese, inglese e inglese. Venire senza parlare la lingua è ingiustificabile e prova di immaturità e superficialità. Seguite le leggi del posto, non siete in Italia, per essere rispettati bisogna prima di tutto rispettare il paese che vi ospita

Queste sono risposte al nostro sondaggio e non necessariamente sottoscriviamo a ciò che viene detto, pubblichiamo le risposte per dover di cronaca e per dare la parola a tutti

Se vuoi anche tu un lavoro a Londra o nel Regno Unito, leggi qui

Puoi anche tu compilare questo sondaggio qui sotto

Altre esperienze di italiani a Londra

[su_posts posts_per_page=”3" tax_term=”64" order=”desc” orderby=

Esperienze di italiani che lavorano nel customer service

Molti italiani in Gran Bretagna e Irlanda del Nord lavorano nel customer service che come sappiamo può essere di diverso tipo da quello generico a quello molto specializzato.

Come succede anche in altri settori, alcuni sono contenti di lavorarci mentre altri no. Tra gli scontenti abbiamo spesso laureati e persone che pensavano di trovare subito lavoro nel loro campo e vedono il customer service come un ripiego. In alcuni casi però il lavoretto di pochi mesi diventa un lavoro che si deve fare per anni.

Per altri invece avere un lavoro fisso, in regola e pagato tutti i mesi è un motivo sufficiente per essere soddisfatti. Quindi la soddisfazione dipende molto dalle aspettative iniziali.

Italiani che lavorano nei customer service.

Knebworth House; cosa vedere e come arrivarci

Knebworth House è stata la casa della famiglia di Lytton dal 1490.

Il palazzo che vedete ora in stile neo-gotico è stato costruito nel 1843 su progetto dello statista e romanziere vittoriano Edward Bulwer-Lytton. Lo stile neo-gotico era di moda in quel periodo come molti famosi edifici a Londra ne sono la prova.

Rimangono ancora frammenti della casa Tudor originale, come per esempio parte della Great Hall e si trovano anche pannelli e altri oggetti del 1600.

Foto: © Copyright Philip Jeffrey and licensed for reuse under this Creative Commons Licence.

La casa ha anche ospitato famosi visitatori come Elisabetta I, Benjamin Disraeli, Sir Winston Churchill e Charles Dickens, che hanno preso parte a spettacoli teatrali amatoriali qui. Dickens era un grande amico di famiglia  battezzò il suo decimo figlio Edward Bulwer Lytton Dickens in onore della famiglia del suo amico.

Cosa vedere a Knebworth House?

Dovete comunque anche visitare i giardini e il parco. Non solo i giardini formali che sono comunque molto belli ma anche i giardini delle erbe, il labirinto vittoriano e il bosco selvaggio. Il parco ospita anche cervi allo stato libero.

Il parco ha anche giochi per bambini e giostre, a molti piacerà il sentiero dei dinosauri.

All’interno del parco ci sono numerosi monumenti e anche una chiesa. La chiesa era anche dove venivano seppelliti i membri della famiglia Lytton.

Foto: © Copyright Philip Jeffrey and licensed for reuse under this Creative Commons Licence.

La casa e il parco sono aperti d’estate in certi giorni con molti eventi, inoltre hanno eventi per Halloween e Natale. A Knebworth House si tengono anche grossi concerti rock e jazz, The Rolling Stones, Oasis, Pink Floyd e Led Zeppelin, tanto per fare qualche nome hanno suonato tutti a Knebworth.

Controllate il sito ufficiale prima di organizzare una visita.

Sito ufficiale

Come arrivare a Knebworth House?

Per arrivarci da Londra potete prendere il servizio ferroviario Thameslink per Stevenage da Finsbury Park. Potete scendere a Stevenage e prendere l’autobus 44 che in circa 12 minuti vi porta quasi a Knebworth House. Dovrete scendere a Manor Farm ma sono solo circa 10 minuti di strada per arrivare alla meta.

Un’idea per una gita di un giorno da Londra.

Altre idee per gite da Londra

Knebworth House

Knebworth House; cosa vedere e come arrivarci

Knebworth House è stata la casa della famiglia di Lytton dal 1490. Il palazzo che vedete ora in stile neo-gotico è stato costruito nel 1843 su progetto dello statista e romanziere vittoriano Edward Bulwer-Lytton. Lo stile neo-gotico era di moda in quel periodo come molti famosi edifici a Londra ne sono la prova. Rimangono ancora […]

0 comments

Un vecchio paese Tudor che potete raggiungere con la metropolitana

Ci sono tanti paesi di origine Tudor in Inghilterra, alcuni sono ben conservati, di altri a causa di incendi o di decisioni urbanistiche rimane poco. Ma non tutti sanno che uno dei meglio conservati in tutta l’Inghilterra è raggiungibile con la metropolitana. Si tratta di Amersham Old Town in Buckinghamshire che potete raggiungere con la […]

0 comments

[…]>

Gospel Oak, la storia di questo quartiere di Londra

Il quartiere di Gospel Oak si trova tra Hampstead e Kentish Town nel nord di Londra e fa parte del borough di Camden.   Il nome deriva da un’usanza che si teneva tre giorni prima il ​​Giorno dell’Ascensione che includeva unla lettura del Vangelo sotto una grande quercia. Questa quercia esisteva veramente e si trovava probabilmente sul lato est di Southampton Road ma è sparita da circa 200 anni. Si dice che John Wesley che era il fondatore dei Metodismo, usasse predicare sotto questa quercia.

Foto: © Copyright Julian Osley and licensed for reuse under this Creative Commons Licence.

Fino al 1800 Gospel Oak era una zona di pascoli e campi irrigati da un affluente del fiume Fleet. Alla fine del 1700 furono costruiti diversi edifici inclusa una scuola. Tutti i terreni della zona appartenevano a tre famiglie: i Mansfield, i Southampton e i Lismore, ora li vedete ancora nei nomi delle strade del quartiere.

La strana chiesa di St Martin

Con l’arrivo della ferrovia tutto cambiò in questa zona come in tante altre di Londra, furono costruite molte case ma a differenza di altri quartieri che erano per le residenze di persone che lavoravano negli uffici e banche Gospel Oak era una zona per i lavoratori più umili.

Foto: © Copyright Julian Osley and licensed for reuse under this Creative Commons Licence.

Le case furono fatte prevalentemente con i mattoni fatti con la terra dei campi del quartiere, quindi da una parte costruivano e dall’altra scavano per trovare il materiale. L’ultimo edificio costruito con i mattoni dei campi del posto era la piccola chiesa di Lisburne Road che fu demolita nel 1971.

Dopo il 1880 la costruzione delle case si estese anche nelle parti fino ad ora trascurate e le case furono per lavoratori manuali ma più specializzati. Ma ora di tutto questo rimane poco, in parte la zona fu bombardata durante la Seconda Guerra Mondiale e di quello rimasto molto fu demolito dopo la guerra. Rimane ancora Oak Village e due chiese: All Hallows e St Martin, entrambi interessanti e rappresentative del periodo vittoriano.

 

DA NON PERDERE: Open House Weekend 2019

In settembre come tutti gli anni arriva a Londra l’Open House Weekend. Per chi non lo sapesse l’Open House Weekend è quando potete visitare palazzi ed altri edifici normalmente non aperti al pubblico.

Il 21  e 22 settembre  ci saranno ben 800 edifici da visitare in tutta Londra, non potete vederli e tutti e quindi vi presentiamo alcune idee.

Tra le tante cose da fare ci sono tante passeggiate gratuite con guida. Tenete questo weekend libero per partecipare a questa importante iniziativa annuale.

Il sito ufficiale con l’elenco di tutti gli edifici che potete visitare si trova qui.

Foto: © Copyright Robert Lamb and licensed for reuse under this Creative Commons Licence.

Mentre molti edifici saranno aperti e potrete visitarli al momento (in alcuni casi dovrete fare la fila però), altri richiedono una prenotazione e in alcuni casi ci sono anche lotterie per avere i biglietti gratuiti. Entro il 15 agosto dovremmo avere tutti i detta

 

 

Permessi di lavoro per lavorare in UK, cosa sta per succedere?

Quando sarà effettivo l’obbligo di avere una occupazione già in Italia per poter trasferirsi a cercarla a londra?

Bisogna chiedere il permesso di soggiorno per lavorare in UK?

Se voglio lavorare dopo la Brexit che devo fare?

Alcune delle domande che ci sono arrivate su questo tema attuale, possiamo raccoglierle tutte insieme e dare una risposta unica.

Prima di tutto ancora non si hanno certezze, Boris Johnson assicura che il Regno Unito uscirà dalla Unione Europea il 31 ottobre ma non sappiamo come e a che condizioni. Anche se l’idea di uscire senza trattato sembra ormai quasi certa per molti. Rimane però l’ipotesi di un tentativo del Parlamento di bloccare tutto a settembre.

In ogni caso se il Regno Unito dovesse uscire con un trattato (cosa al momento molto improbabile, ma non si sa mai) niente cambia fino al 31 dicembre 2020.

Se invece il Regno Unito uscirà senza trattato o deal come viene chiamato in inglese, dal 1 novembre non sarà possibile venire a lavorare nel Regno Unito senza permesso di lavoro. Questo permesso di lavoro non è ancora stato definito ma sappiamo che per averlo ci vorrà un buon inglese (probabilmente come minimo livello IELTS o C1), uno stipendio minimo annuale non confermato (il ministro degli interni precedente Sajid Javid diceva almeno £30 mila all’anno ma la nuova ministra Priti Patel ha parlato di almeno £36 mila all’anno).

È anche possibile che i permessi potranno solo essere chiesti in certi campi come succede ora per gli extracomunitari, il Ministro degli Interni decide quali settori sono a corto di personale e fa una lista, i permessi vengono rilasciati solo a persone in possesso di quelle specializzazioni. Quindi se siete un medico cardiologo ma questa specializzazione non è nella lista (chiamata skills shortage list), non vi daranno comunque il visto. Se funzioneranno come quelli degli extracomunitari bisognerà dimostrare anche di avere risparmi ed essere disposti a pagare una quota annuale per la sanità oltre che il costo del permesso.

Se la Brexit accade il 31 ottobre non riusciamo a capire come potranno avere un sistema di immigrazione in tempo, quando non hanno ancora deciso come sarà, ma il governo ci assicura che sono preparati. Vedremo.

 

Un vecchio paese Tudor che potete raggiungere con la metropolitana

Ci sono tanti paesi di origine Tudor in Inghilterra, alcuni sono ben conservati, di altri a causa di incendi o di decisioni urbanistiche rimane poco. Ma non tutti sanno che uno dei meglio conservati in tutta l’Inghilterra è raggiungibile con la metropolitana.

Si tratta di Amersham Old Town in Buckinghamshire che potete raggiungere con la Metropolitan Line. Una volta arrivati potete girare a sinistra e scendere la collina seguendo la Station Road e i cartelli.

Amersham Old Town
Non sembra proprio di essere praticamente a Londra

L’Old Town si trova lungo il fiume Misbourne (a volte appena appena visibile) e ha molti edifici storici interessanti. La famiglia locale si chiamava Drake e per questo motivo potrete vedere la Sir Walter Drake’s Market Hall e troverete molti oggetti dedicati alla famiglia Drake nella chiesa di St Mary’s.

Tutta la strada principale ha cottage e casette deliziose con tanti fiori colorati e sono tutte da fotografare e non vi sembrerà di essere appena scesi dalla metropolitana di Londra. Non mancano comunque i negozi di oggetti antichi, i vecchi pub storici che offrono cibo e diversi ristoranti. Non troverete però i negozi e locali di catene.

Amersham ha anche un museo che si trova sulla strada principale ma se ci siete cercate anche di entrare nella chiesa che ha delle belle vetrate. Se il tempo è bello potete anche fare una passeggiata lungo il fiume o esplorare le colline che circondano Amersham. Da qui potete anche arrivare a piedi (o in autobus) a Chalfort St Giles.

La ragione per la quale Amersham vecchia si trova sotto la collina e la parte nuova o Amersham-on-the-hill si trova sopra la collina è che quando doveva essere costruita la ferrovia nel 1800 la famiglia Drake non volle che il treno arrivasse vicino alle proprie proprietà e quindi dovettero creare una nuova Amersham.

Questa è una perfetta gita di un giorno per rilassarsi, generalmente non troverete nemmeno tanti turisti. Non tutti sono a conoscenza di questo piccolo segreto.

 

 

 

“Riesco a fare cose che in Italia non avrei potuto fare facilmente”

Quando sei venuto/a a Londra/Regno Unito?

Nel 2015

Come hai cercato una sistemazione fissa e hai avuto problemi?

Tramite un’amica e poi ho cercato da sola. Se si hanno i soldi per il deposito e anticipo e si sanno le regole di base per non farsi truffare tutto procede abbastanza liscio devo dire.  Chi ho visto è rimasto truffato era per pigrizia sua o cercava di fare il furbo, se si fanno le cose per bene non succede nulla di male.

Come hai cercato lavoro?

Volevo mettermi in proprio fare mercato e vendere su Etsy, ho fatto solo qualche lavoretto temporaneo per non usare tutti i miei risparmi per mantenermi nel frattempo

Quanto tempo ci hai messo a trovare il tuo primo lavoro?

Questione di ore a Londra, nemmeno giorni

Che tipo di esperienza di lavoro o titoli di studio avevi all’arrivo?

Ho 48 anni, sono venuta con tanta esperienza in campi diversi ma volevo mettermi in proprio a vendere i miei design

Come era il tuo inglese scritto e parlato al tuo arrivo?

Buono

“In Scozia hanno bisogno di immigrati, lasciate perdere l’Inghilterra”

Quale e’ stato il tuo primo lavoro? E che lavoro stai facendo adesso?

Commessa e ora sono in proprio

Come definiresti la tua esperienza a Londra/Regno Unito fino ad ora? E per quali motivi?

Riesco a fare cose che in Italia non avrei potuto fare facilmente. Avevo la mia piccola azienda anche in Italia ma qui è molto più facile fare tutto, certo poi ci sono altri problemi ma nell’insieme è stata una buona decisione

Consigli per i laureati con poca esperienza di lavoro

Consiglieresti ad altri di partire per Londra/Regno Unito e per quali motivi?

Sì e anche no. Voglio dire Londra va bene a chi è molto giovane e vuol fare un’esperienza di vita o chi vuol portare le esperienze fatte in Italia e avere maggiori risultati. La sconsiglio a chi non ha esperienze buone e che può rivendere a Londra. Londra è cara e stressante, l’emozione del cambiamento vi farà sopportare tutto ai primi tempi, purtroppo vivere con uno stipendio basso a 50 anni a lungo termine è da suicidio. Pensateci bene, se in Italia avete amici e famiglia, è meglio essere poveri in Italia che soli e senza soldi a Londra in una stanzetta di pochi metri quadrati. Se avete un piano ok, ma se dovete solo venire perché ci vengono tutti e aumentare il numero degli italiani disperati che vivono qua, non fatelo.

 Potresti dare duelondon consigli utili a chi deve ancora partire? 

Fatevi un esame di coscienza prima della partenza. Partite solo con un buon inglese.

 

Queste sono risposte al nostro sondaggio e non necessariamente sottoscriviamo a ciò che viene detto, pubblichiamo le risposte per dover di cronaca e per dare la parola a tutti

English for Everyone, Level 1: Beginner Course Book: Link Amazon

Se vuoi anche tu un lavoro a Londra o nel Regno Unito, leggi qui

Puoi anche tu compilare questo sondaggio qui sotto

Castlerigg Stone Circle al Lake District in Cumbria

Invece di concentrarsi sui paesaggi del Lake District, oggi parliamo di un importante monumento neolitico che si trova vicino Keswick in Cumbria. Il Castlerigg Stone Circle è ritenuto, grazie alla sua posizione,  uno dei monumenti preistorici più belli ed interessanti del Regno Unito (e ce sono circa 1500, non solo Stonehenge).

Il Castlerigg Stone Circle include 40 pietre che sono di dimensioni diverse, ma questa è la versione ufficiale, alcuni dicono che sono 38 o altri 42. All’interno del cerchio si trova anche un rettangolo, il masso più alto è quasi 2 metri e mezzo.

Castlerigg Stone Circle era stato costruito intorno al 3200 AC e quindi è probabilmente il monumento neolitico più antico d’Europa.

Foto: © Copyright David Baird and licensed for reuse under this Creative Commons Licence.

Alcuni esperti dicono che si trattava di un mercato, altri pensano che fosse una specie di calendario, ci sono anche teorie che fosse legato all’industria neolitica delle asce, che si trovava a Great Langdale nel Lake District.

In ogni caso se andate in mezzo al cerchio potete vedere tutti i picchi del Lake District in una volta sola.

Foto: © Copyright Andrew Smith and licensed for reuse under this Creative Commons Licence.

Scopri il Galles: Il castello Carreg Cennen

Come visitare il Castlerigg Stone Circle?

Il cerchio di Castlerigg è aperto tutti i giorni quando c’è luce, a differenza di altri posti l’ingresso è gratuito.

Non si tratta di un posto che potete visitare in un giorno da Londra, ma un posto da includere in un giro del Lake District. Per arrivarci potete prendere l’autobus 73A da Keswick.

 

Altri posti da visitare oltre il Castlerigg Stone Circle

“Ora voglio tornare in Italia speranzoso di vedere grossi cambiamenti”

Quando sei venuto/a a Londra/Regno Unito? Sono a Manchester dal 2015 Come hai cercato una sistemazione fissa e hai avuto problemi? Tramite annunci Come hai cercato lavoro? Girando e chiedendo Quanto tempo ci hai messo a trovare il tuo primo lavoro? 1 mese Come era il tuo inglese scritto e parlato al tuo arrivo? Scolastico […]

0 comments

Blackpool nel Lancashire; come arrivarci e cosa vedere

Il nome Blackpool proviene da un laghetto di torba che si trovava in zona e che è stato coperto nel 1800, ma il nome di laghetto nero rimane. Per secoli qua non c’era altro che un piccolo villaggio di pescatori sulla costa, ma verso la fine del 1700 si cominciò a pensare che fare il bagno in mare […]

0 comments
magdalen college

Magdalen College a Oxford; cosa vedere e come arrivarci

Il Magdalen College è senza dubbio uno dei più belli di Oxford, situato in un parco con boschetti e addirittura i cervi, è anche uno dei colleges più ricchi. Questo college ha la fama di essere un po’ artistico, infatti ne sono usciti diversi scrittori e artisti, tra i tanti anche Oscar Wilde. Il Magdalen College fu […]

0 comments

I posti migliori in Gran Bretagna per i giovani

Sono arrivati i risultati dei posti migliori per i giovani in Gran Bretagna analizzati da BBC Newsbeat. L’analisi che include una buona parte del territorio della Gran Bretagna, sopratutto quello intorno alle zone urbane, tiene presente dati come il numero di bar e ristoranti nella zona, eventi musical ma anche come funziona 4G e le strutture […]

0 comments
contea del Kent

30 cose che forse non sapete sulla contea del Kent

Forse siete stati nella contea del Kent ma quante di queste cose conoscete? Una lista di aneddoti e curiosità che forse non conoscete. Alcuni a dire il vero sono proprio strani! L’elenco include fatti curiosi, geografici e storici. Sapete questi fatti sulla contea del Kent? Kent occupa la punta estrema sud-orientale dell’Inghilterra ed è circondata  […]

0 comments

Dal 1 novembre sarà necessario avere il permesso di lavoro?

Priti Patel, il ministro degli interni, ha annunciato oggi che dal 1 novembre vuole che tutti i cittadini europei che desiderano trasferirsi nel Regno Unito dovranno avere un permesso di lavoro o di soggiorno.

Il piano era che dopo la Brexit ci sarebbe stato un periodo di transizione prima di rendere operativo il nuovo sistema di immigrazione, ma ora il governo sembra voler fare tutto molto rapidamente.

Sembra anche chiaro che al momento il governo sta preparandosi al no deal e quindi un’uscita senza nessun accordo con l’Unione Europea.

I problemi sono diversi, il primo senza dubbio che ancora non sappiamo come sarà il nuovo sistema. Si parla di dover avere un lavoro prima dell’arrivo che paga almeno £36 mila all’anno, di una buona/ottima conoscenza dell’inglese e avere risparmi. Ciò escluderebbe circa il 90% dei cittadini comunitari che arrivano ora in UK. Ma ufficialmente non sappiamo ancora niente di preciso.

Il governo aveva detto che chi vuole venire prima del 31 dicembre 2020 può chiedere un permesso di lavoro senza dover avere un lavoro da £36 mila all’anno ma il permesso sarebbe solo di breve durata e non rinnovabile. Il governo non ha confermato se ciò accaderà.

Il secondo grosso problema è che dal 1 novembre i datori di lavoro, medici e ospedali, le banche e padroni di casa dovrebbero escludere tutti i cittadini europei se non in grado di provare che sono qui legalmente. Ora abbiamo un milione di cittadini comunitari residenti in UK che hanno fatto il settled status con circa ancora 2 milioni che non l’hanno fatto. Riusciranno i due milioni a farlo in due mesi? Anche qui il governo precedente aveva detto che l’hostile environment per i cittadini comunitari sarebbe solo cominciato dal 1 gennaio 2021 ma non sappiamo le intenzioni di questo governo.

Inoltre, il settled status è solo online e occorre che la persona che vuole controllare si colleghi ad internet e cerchi la pagina del cittadino europeo per avere la conferma che può rimanere. Mentre questo non è solitamente un problema per datori di lavoro grandi e probabilmente banche che ormai conoscono il sistema, ci sono già tante testimonianze di cittadini europei che si sono trovati padroni di casa e datori di lavoro che si sono rifiutati di controllare online, preferendo invece scegliere una persona che poteva confermare di essere legale velocemente. Questo quando ancora siamo nell’Unione Europea, le cose peggioreranno dopo la Brexit, quando essere cittadini comunitari non prova più di essere nel Regno Unito legalmente.

Qui sotto si trova il documento ufficiale ma come era stato fatto dal governo di Theresa May in gennaio, si aspettano i cambiamenti annunciati da Priti Patel.

“Troverai un paese con una qualità di vita altissima”

Quando sei venuto/a a Londra/Regno Unito?

Sono quasi 4 anni

Come hai cercato una sistemazione fissa e hai avuto problemi?

Su internet, nessun problema

Come hai cercato lavoro?

Con internet

 Quanto tempo ci hai messo a trovare il tuo primo lavoro?

Mezza giornata

Che tipo di esperienza di lavoro o titoli di studio avevi all’arrivo?
Laurea e basta, solo qualche lavoretto di bar e cassiera

Come era il tuo inglese scritto e parlato al tuo arrivo?

Scolastico buono

Quale e’ stato il tuo primo lavoro? E che lavoro stai facendo adesso?

Commessa negozietto presa al volo, poi ho lavorato da Primark, ora lavoro negli uffici di grande catena moda

Come definiresti la tua esperienza a Londra/Regno Unito fino ad ora? E per quali motivi?

Con una parola sola direi incredibile. Qua realmente si aprono tutte le porte se si ha il coraggio di bussarle. Non posso fare paragone con l’Italia, qua le cose funzionano bene davvero dai trasporti alla sanità, tutto quasi perfetto. I pochi problemi che esistono sono sciocchezze trascurabili, per le cose importanti si vive bene. Si viene anche rispettati e trattati con dignità in tutti i momenti

Consiglieresti ad altri di partire per Londra/Regno Unito e per quali motivi?
Se vuoi vivere in un paese che funziona, parti. Mettiti alla prova e non te ne pentirai mai.  Troverai un paese con una qualità di vita altissima che fa sembrare l’Italia un paese del terzo mondo. Partire sarà la cosa migliore che farete nella nostra vita.

 Potresti dare due consigli utili a chi deve ancora partire?

Ricordati sempre che chi fallisce a Londra vuole proprio fallire, con la meritocrazia sei tu che decidi cosa vuoi fare e quanto in alto vuoi arrivare. Parti con piani ambiziosi, non svenderti mai.

 

Queste sono risposte al nostro sondaggio e non necessariamente sottoscriviamo a ciò che viene detto, pubblichiamo le risposte per dover di cronaca e per dare la parola a tutti

Se vuoi anche tu un lavoro a Londra o nel Regno Unito, leggi qui

Puoi anche tu compilare questo sondaggio qui sotto

 

Il castello di Berkeley nel Gloucestershire, un antico castello normanno

La Vale di Berkeley, delimitata a nord dal fiume Severn e a sud dalla autostrada M5, prende il nome dalla cittadina di Berkeley, il cui centro in gran parte georgiano è dominato dal castello normanno omonimo.

Si dice che sia il più antico castello abitato in Gran Bretagna e se questo non bastasse la stessa famiglia lo abita dal 1100. Fu infatti costruito dove si trovava un forte sassone nel 1150 circa.

Foto: © Copyright Philip Halling and licensed for reuse under this Creative Commons Licence.

Il castello ebbe un ruolo storico ai tempi della Magna Carta,  nel 1327 Edoardo II fu imprigionato qui per diversi mesi prima di essere ucciso in un modo piuttosto crudele attizzatoio ardente infilato in una parte molto privata. Si dice che le sue urla si sentissero per chilometri. Sembra che la strana uccisione fosse per il fatto che era considerato essere omosessuale.

Nel 1600 il castello fu assediato dalle truppe di Cromwell e ebbe un ruolo importante nella storia della Guerra Civile.

Il castello di Berkerley trova molto vicino al fiume Severn e una volta usava le acque del fiume come difesa, infatti in caso di emergenza poteva rilasciarle e innondare le terre attorno.

Ora non succede molto al castello che potete comunque visitare e vedere le vecchie stanze, la Great Hall, mobili storici, preziosi arazzi e vasi. Potete anche visitare le cucine medievali e altre parti del castello.  Inoltre potete vedere la collezione di oggetti d’arte e curiosi provenienti da tutto il mondo che la famiglia Berkeley ha raccolto in tutti questi anni.

Nella chiesa di St Mary’s

Fuori trovate un grande parco con giardini ancora in stile Tudor, potete anche visitare il campo di bocce della regina Elisabetta I, il laghetto e una famosa Butterfly House. Nel parco girano anche famiglie di cervi allo stato libero. La proprietà della famiglia Berkeley include anche fattorie, parte del fiume Severn e anche la chiesa di St Mary’s che risale ai tempi normanni che contiene tanti oggetti e tombe medievali e ha un campanile separato, abbastanza raro in Inghilterra.

Foto: © Copyright Mike Searle and licensed for reuse under this Creative Commons Licence.

Accanto al castello si trova anche la casa di Edward Jenner che fu il medico che scoprì la vaccinazione contro il vaiolo, una delle maggiori scoperte mediche di tutti i tempi. Ora è un museo che potete visitare.

Come arrivare a Berkeley Castle?

Potete arrivare a Berkeley da Bristol prendendo l’autobus numero 62, ci vogliono circa 45 minuti. Non si tratta certamente di una gita di un giorno da Londra, ma Berkeley si trova ai confini con i Cotswolds quindi potete passare diversi giorni ad esplorare tutta la zona.

 

I monumenti neolitici di Avebury nel Wiltshire

Tutti i turisti si dirigono verso Stonehenge e veramente pochi si fermano a Avebury,  che anche se meno famoso è il cerchio neolitico  più grande al mondo. Inoltre parte del villaggio  si trova all’interno del cerchio il che rende il tutto molto strano.

Avebury nel WiltshireUn’altra cosa da notare è che questa è un’area piena di storia e preistoria. Il luogo ha circa 2200 anni, che lo rende più vecchio di Stonehenge. Non tutti i massi rimangono, durante il Medioevo la chiesa voleva nascondere il passato pagano e molti massi furono rimossi.

Fauna nel Regno Unito: il nibbio reale

Foto:© Copyright Chris Collard and licensed for reuse under this Creative Commons Licence.

Inizialmente Avebury Henge consisteva in un cerchio  di 98 massi eretti alti fino a 6 metri  e pesanti anche 20 tonnellate. Questo cerchio era circondato da un altro cerchio formato da un fossato e due cerchi interni, uno a nord di 27 massi e uno a sud con 29 massi).

Potete fermarvi e farvi una pinta e mangiare qualcosa al Red Lion, l’unico pub al mondo che si trova all’interno di un cerchio di massi preistorico!

Prezzo: Non disponibile
Un’altra cosa da vedere  è il famoso Avebury Manor, la BBC fece un programma recentemente chiamato A Manor Reborn dedicato ai lavori di restauro.

Scopri l’Inghilterra: Caerhays Castle in Cornovaglia

Per scoprire parte dello Wiltshire neolitico e preistorico potete anche fare un percorso che parte da qui, troverete tutte le istruzioni qua. Ideale per gli amanti hardcore dell’archeologia.

Vicino al paese potete anche vedere il West Kennet Long Barrow, probabilmente un’antica tomba che si trova a 2 chilometri da Avebury Marlborough, Wiltshire SN8 1QH

Guardate il video qui sotto per esplorarlo.

 

Come arrivare a Avebury da Londra?

Ovviamente se avete una macchina non è un problema, ma senza è meno facile ma certamente non impossibile. Dovete arrivare a Swindon (in treno da Paddington o con autobus della National Express) e poi prendere l’autobus 49 che va a Devizes, scendete a Avebury davanti al pub Red Lion.

 

Concerti a Londra a settembre 2019

Anche questo mese tanti concerti da non perdere. Mentre finisce la stagione dei festival estivi inizia quella dei grandi concerti indoor. La Londra musicale non si ferma in nessuna stagione.

Tra i grossi nomi questo mese abbiamo Pixies, Bonnie Tyler, Muse, Flaming Lips e altri.

Non mancano i concerti minori ma non per questo di qualità inferiore, si possono vedere degli ottimi concerti di musicisti emergenti o meno famosi ma molto bravi. Quindi datevi da fare anche questo mese e dedicatevi alla musica.

Data / Ora Evento
23/09/2019 - 24/09/2019
17:30 03:00
Rockaoke alla Roundhouse
Roundhouse, Londra
Rockaoke alla Roundhouse>
22/09/2019
19:00 23:00
Paul Gilbert
O2 Islington Academy, Londra
Paul Gilbert>
21/09/2019
19:00 23:00
Múm
Union Chapel, Londra
Múm>
20/09/2019
19:00 23:00
Concerto dei Pixies ad Alexandra Palace
Alexandra Palace, Londra
Concerto dei Pixies ad Alexandra Palace>
18/09/2019
19:00 23:00
Bonnie Tyler
London Palladium, Londra
Bonnie Tyler>
17/09/2019
19:00 23:00
Julia Michaels
O2 Shepherds Bush Empire, Londra
Julia Michaels>
17/09/2019 - 18/09/2019
19:00 22:30
Harry Potter And The Philosopher's Stone in concerto
Royal Albert Hall, Londra
Harry Potter And The Philosopher's Stone in concerto>
16/09/2019 - 18/09/2019
19:30 23:00
Tyler the Creator
O2 Academy Brixton, Londra
Tyler the Creator>
16/09/2019 - 17/09/2019
17:30 03:00
Rockaoke alla Roundhouse
Roundhouse, Londra
Rockaoke alla Roundhouse>
15/09/2019
19:00 23:00
The Pioneers
Jazz Cafe, Londra
The Pioneers>
15/09/2019
15:30 23:00
BBC Radio 2 Live in Hyde Park
Hyde Park, Londra
BBC Radio 2 Live in Hyde Park>
14/09/2019 - 15/09/2019
19:00 23:00
Muse
The O2, Londra
Muse>
14/09/2019
15:00 22:30
BBC Proms in The Park
Hyde Park, Londra
BBC Proms in The Park>
12/09/2019
19:00 23:00
Edwyn Collins
O2 Shepherds Bush Empire, Londra
Edwyn Collins>
10/09/2019
19:00 23:00
Common
O2 Shepherds Bush Empire, Londra
Common>
09/09/2019
19:00 23:00
Concerto di Flaming Lips
O2 Academy Brixton, Londra
Concerto di Flaming Lips>
09/09/2019 - 10/09/2019
17:30 03:00
Rockaoke alla Roundhouse
Roundhouse, Londra
Rockaoke alla Roundhouse>
06/09/2019 - 08/09/2019
00:00 23:59
Pub in the Park
Chiswick House, Londra
Pub in the Park>
04/09/2019
19:00 23:00
The Cactus Blossoms
Bush Hall, Londra
The Cactus Blossoms>
04/09/2019
19:00 23:00
Cam
O2 Shepherds Bush Empire, Londra
Cam>
02/09/2019
19:00 23:00
Concerto di Kip Moore
Roundhouse, Londra
Concerto di Kip Moore>
02/09/2019 - 03/09/2019
17:30 03:00
Rockaoke alla Roundhouse
Roundhouse, Londra
Rockaoke alla Roundhouse>
01/09/2019
19:30 23:00
Concerto di Nick Offerman
Royal Festival Hall, Londra
Concerto di Nick Offerman>
01/09/2019
19:00 23:00
Jehst
Jazz Cafe, Londra
Jehst>
31/08/2019 - 01/09/2019
00:00 23:59
Fusion festival a Liverpool
Sefton Park, Liverpool
Fusion festival a Liverpool>

Cose che dovrebbero essere sempre gratuite

Una lista di cose che dovrebbero essere SEMPRE gratuite, purtroppo invece molti italiani pagano per averle e in seguito spesso scoprono di essere rimasti truffati o che avrebbero avuto un servizio molto migliore se avessero usato lo stesso servizio, ma gratis. Informatevi prima di partire e non butterete via soldi e tempo per niente.

Lavoro

Non si paga mai per un lavoro nel Regno Unito, non ci sono se o ma è illegale far pagare per aiutare a trovare un lavoro. Il problema è che se usate servizi illegali non avete nessuna protezione se non siete soddisfatti e come sappiamo tutti nessun datore di lavoro usa mai un’agenzia non rispettabile, vi troverete sempre nelle mani di datori di lavoro senza scrupoli.  A molti il lavoro non viene mai trovato.

Ad altri viene trovato in nero, sottopagato e che non rispetta le norme europee della sicurezza della persona. Molti anche dopo aver lavorato, non sono stati mai pagati o sono stati pagati meno del dovuto. Essendo fatto tutto clandestinamente è difficile anche cercare di riavere i soldi, anche se andate dalle autorità il vostro datore di lavoro dirà di non avervi mai visto prima visto che se vi ha pagato in nero non può ammetterlo. Il lavoro si cerca da soli, non ci sono scorciatoie. 

Schede SIM

Non conviene comprare schede SIM britanniche in Italia quando ve le fanno pagare 20 o 30 euro. Qua sono tutte gratuite, ordinatene una prima di partire al indirizzo dove starete i primi giorni e quando arrivate la trovate pronta.

NIN

Purtroppo sentiamo ancora molti italiani che hanno pagato per avere il NIN. Questa è una truffa bella e buona, il numero che vi viene dato non puo’ essere reale perché deve essere rilasciato dall’ufficio governativo britannico. Il NIN è personale, unico e dura tutta la vita. Altre persone si sono lamentate di avere pagato cifre spropositate per avere le istruzioni di come avere un NIN. Le istruzioni sono qua e sono gratuite, anche se pagate al colloquio potete andarci solo voi.

Ci sono agenzie legittime che fanno le pratiche per avere il NIN, in genere lavorano per aziende che assumono personale dall’estero o persone che non hanno il tempo di fare pratiche. Non occorre assolutamente usarle, si tratta di un lusso non una necessità.

Conviene andare a vivere fuori Londra se lavorate a Londra?

Lavoro alla pari

Per la legge britannica non dovete pagare nemmeno per avere un lavoro alla pari, diffidate di tutte le agenzie che vi chiedono soldi.

Documenti per lavorare

Se vi offrono un lavoro e vi chiedono di pagare per documenti per lavorare è senza dubbio una truffa, i cittadini europei non devono fare documenti per lavorare tranne il NIN che è, come dicevamo, gratuito.

Vedere stanze

Ci sono agenzie che vi chiedono soldi per farvi vedere le stanze. Le agenzie possono solo chiedervi soldi per le spese amministrative una volta che avete deciso di prendere la stanza. Se vi capita, dite all’agenzia che andrete dal vostro council locale a lamentarvi, vi daranno indietro tutti i soldi per farvi stare zitti, vivono infatti sugli stranieri che non conoscono le leggi, appena uno alza la cresta e cita le leggi si spaventano.

Cosa fare per problemi di sub-affitto

Correzione CV e consigli carriera

Ci sono agenzie italiane che offrono di farvi il CV in inglese dietro pagamento.  Purtroppo i CV che abbiamo visto fatti in questo modo sono atroci, hanno semplicemente tradotto il CV italiano in un inglese pure sgrammaticato.

Se volete farvi fare un CV molto professionale per settori molto competitivi (non per fare il barista)  ci sono professionisti che ve lo fanno, ma dovete trovare un esperto del vostro settore e una persona qualificata a fare il CV, tenendo presente che per livelli alti questo servizio costa parecchio. Invece di pagare un italiano che non ha la padronanza della lingua o la conoscenza del mondo del lavoro vi conviene usare uno dei tanti servizi gratuiti, dove almeno trovate un esperto madrelingua.

Cose gratuite da fare a Londra a settembre 2019

Non possiamo trascurare di segnalare i tanti eventi gratuiti che si possono fare a Londra a settembre.

Ci sono diverse mostre gratuite alcune anche piuttosto belle ed interessanti. Essendo settembre avremo ancora eventi all’aperto e festival, alcuni di questi gratuiti. Settembre in genere ha il festival del Tamigi con decine di eventi gratuiti e Open House Weekend.

Aggiungiamo ed aggiorniamo nuovi eventi in continuazione quindi ritornate a controllare questa lista.

Data / Ora Evento
14/09/2019
10:45 14:00
The Great River Race The Great River Race>
01/09/2019
10:00 16:00
West Norwood festival
West Norwood Festival, Londra
West Norwood festival>
29/07/2019 - 30/09/2019
14:00 16:00
Passeggiata gratuita con guida a vedere la street art Passeggiata gratuita con guida a vedere la street art>
10/07/2019 - 23/02/2020
10:00 18:00
Mostra gratuita sulle comunicazione segrete
Science Museum, Londra
Mostra gratuita sulle comunicazione segrete>
21/06/2019 - 01/09/2019
11:00 18:00
Mostra gratuita di Susan Cianciolo
South London Gallery, Londra
Mostra gratuita di Susan Cianciolo>
12/06/2019 - 29/09/2019
10:00 18:00
Mostra gratuita di Bartolomé Bermejo Mostra gratuita di Bartolomé Bermejo>
12/06/2019 - 08/09/2019
10:00 17:30
Mostra fotografica gratuita su cosa significa essere un immigrato
Somerset House, Londra
Mostra fotografica gratuita su cosa significa essere un immigrato>
12/06/2019 - 01/10/2020
10:00 17:30
Mostra Driverless: Who is in control?
Science Museum, Londra
Mostra Driverless: Who is in control?>
10/06/2019 - 01/09/2019
10:00 17:00
Mostra gratuita su Manolo Blahník
Wallace Collection, Londra
Mostra gratuita su Manolo Blahník>
17/05/2019 - 08/09/2019
10:00 18:00
Il Museo della Luna gratis a Londra
Natural History Museum, Londra
Il Museo della Luna gratis a Londra>
11/04/2019 - 15/09/2019
10:00 18:00
Smoke and Mirrors: The Psychology of Magic
Wellcome Collection, Londra
Smoke and Mirrors: The Psychology of Magic>
11/04/2019 - 20/09/2019
10:00 17:00
Nuova mostra gratuita sulla respirazione
Royal College of Physicians, Londra
Nuova mostra gratuita sulla respirazione>

” Mi ha aperto un mondo nuovo”

Quando sei venuto/a a Londra/Regno Unito?

2014

Come hai cercato una sistemazione fissa e hai avuto problemi?

AMICO CHE VIVEVA DA TEMPO LI

Come hai cercato lavoro?

CHIEDENDO AI RISTORANTI, PER LO PIU’ ITALIANI

Quanto tempo ci hai messo a trovare il tuo primo lavoro?

1 GIORNO

Che tipo di esperienza di lavoro o titoli di studio avevi all’arrivo?

DIPLOMA SCIENTIFICO

Come era il tuo inglese scritto e parlato al tuo arrivo?

MEN CHE ZERO. INCOMPRENSIBILE IL PARLATO

“In Scozia hanno bisogno di immigrati, lasciate perdere l’Inghilterra”

Quale e’ stato il tuo primo lavoro? E che lavoro stai facendo adesso?

CAMERIERA IN UN RISTORANTE TURCO, NON VIO PIU A LONDRA, MA MI SONO MOLTO APPASSIONATA AI RISTORANTI.

Come definiresti la tua esperienza a Londra/Regno Unito fino ad ora? E per quali motivi?

CAMERIERA IN UN RISTORANTE TURCO, NON VIVO PIU A LONDRA, MA MI SONO SCONVOLGENTE, MI HA SCONVOLTA, MI HA APERTO UN MONDO NUOVO.INSOMMA NOI ITALIANI, SPESSO, SIAMO MOLTO PATRIOTTICI, E USCIRE PER DIRIGERCI IN QUALSIASI POSTO NUOVO, CHE NON SIA L ITALIA, LO ACCENTUA ANCORA DI PIU..PENSO CHE SIA UN BENE, SAPERE CHI SI E’ E COSA SCEGLIERE PER IL NOSTRO PROPRIO FUTURO.

Consigli per i laureati con poca esperienza di lavoro

Consiglieresti ad altri di partire per Londra/Regno Unito e per quali motivi?

SI, E PIENA DI OPPORTUNITA’.

 Potresti dare duelondon consigli utili a chi deve ancora partire? 

SCEGLIERE CON CURA CON CHI PARTIRE, CONSERVARE ALMENO 4 SETTIMANE DI AFFITTO PAGATE E TROVARE LAVORO APPENA ATTERRATI.

 

Queste sono risposte al nostro sondaggio e non necessariamente sottoscriviamo a ciò che viene detto, pubblichiamo le risposte per dover di cronaca e per dare la parola a tutti

English for Everyone, Level 1: Beginner Course Book: Link Amazon

Se vuoi anche tu un lavoro a Londra o nel Regno Unito, leggi qui

Puoi anche tu compilare questo sondaggio qui sotto

Darlington in County Durham; cosa vedere e come arrivarci

Difficilmente qualcuno prenderà un aereo da Roma per andare apposta a visitare Darlington in County Durham, se non ha amici o parenti che ci vivono.  Non si tratta certo di una grande attrazione turistica ma se siete in zona ci sono alcune cose da visitare.

Prima di tutto bisogna precisare che si tratta di una città di origine sassone che ora ha poco meno di 100.000 abitanti. Ha un passato mercantile e infatti ancora ha una delle più grandi piazze del mercato di tutta la Gran Bretagna.

Foto:  © Copyright mark harrington and licensed for reuse under this Creative Commons Licence.

Darlington ha diversi edifici di interesse storico particolarmente la chiesa di St Cuthbert’s che risale al 1100. La chiesa fu restaurata da George Gilbert Scott nel 1800. È una chiesa molto bella che potrebbe spacciarsi per una cattedrale.

Darlington è famosa anche per essere stata il punto d’arrivo della prima vera ferrovia al mondo; la linea Stockton-Darlington. Questa era una zona di miniere e Stockton era un porto sul river Tees che porta quindi l’idea era di portare il carbone al porto.

Ora potete visitare l’ottimo museo Head of Steam che dovrebbe interessare tutti coloro che amano treni e ferrovie. Per celebrare questo passato ferroviario Darlington ha una statua di un treno dello scultore David Mach che potete vedere a Morton Park, un parco cittadino.

Foto: © Copyright David Dixon and licensed for reuse under this Creative Commons Licence.

Ogni anno d’estate potete anche vedere una replica della locomotiva a vapore di Stevenson fatta tutta di fiori nel centro della città.

Come arrivare a Darlington?

Questa città si trova sulla linea ferroviaria principale da Londra a Edimburgo e quindi non avrete problemi ad arrivarci in treno.  Si trova più o meno tra Durham  e York, due posti decisamente da visitare.

 



Booking.com

Addio alle torri di raffreddamento di Didcot in Oxfordshire

Questa domenica verranno demolite le tre torri di raffreddamento rimaste della centrale termoelettrica di Didcot. Questo evento segna in effetti la fine di un’era e forse anche due.

Le sei torri originali della centrale erano famose perché per 50 anni hanno dominato la campagna dello Oxfordshire. La centrale era in effetti due centrali North e South o A e B con ciascuna tre enormi torri di raffreddamento e un alto camino di 200 metri in comune, tra le costruzioni più alte della Gran Bretagna.

Foto: © Copyright Bill Nicholls and licensed for reuse under this Creative Commons Licence.

Aperta nel 1968 era una centrale a carbone simbolo dell’ingegneria britannica, allora ancora rinomata in tutto il mondo. Inoltre offrì lavoro a molte persone tecnicamente specializzate e contribuì allo sviluppo della cittadina di Didcot.

Nel 2013 però dovette chiudere principalmente per motivi ambientali, il carbone non è la fonte di energia più pulite. Le tre torri della centrale A furono demolite nel 2014. Nel 2016 una caldaia della centrale rimanente esplose uccidendo 6 persone.

Fu costruita da Frederick Gibberd un architetto di una certa fama che cercò di fare una centrale che stesse bene nella campagna attorno. Un obiettivo forse un po’ ambizioso ma mentre tanti odiano la centrale in effetti ha anche dei fan. Ad alcuni piace il look brutalista e industriale delle torri.

Qui sotto potete vedere un breve video della demolizione delle torri della centrale A nel 2014

 

Le lauree migliori per trovare lavoro in UK

Siamo quasi arrivati all’iscrizione delle università e come tutti gli anni arrivano le liste delle lauree migliori e peggiori che si possano fare.

Generalmente ci sono pochi cambiamenti, le lauree scientifiche e tecniche danno più possibilità di trovare lavoro e quelle umanistiche meno. Certo ci sono differenze, una laurea in economia vi aprirà più porte di una in lettere o lingue, ma mai come una laurea in medicina che praticamente garantisce sempre un lavoro.  Le lauree in materie artistiche non solo sono quelle che pagano meno ma quasi il 30% dei laureati in queste materie non lavorerà mai nel campo.

Questo è un dato importante per i tanti laureati in materie artistiche in Italia che non trovano lavoro permanente e pensano di venire in UK a trovare una carriera. Nessuno dice che è impossibile, potreste essere particolarmente talentuosi e non apprezzati in patria, ma il successo non è assicurato.

Lo stesso vale per i laureati in lingue straniere, letteratura, filosofia, scienze della comunicazione e scienze politiche. Non sempre si materializza un lavoro e soprattutto nel loro campo.

Ovviamente qui si parla di laureati britannici che hanno il vantaggio di essere di non avere problemi con la lingua e di avere conoscenze e sapere come muoversi. Molti utilizzano anche le consulenze offerte dalle loro università o i contatti per fare work placements e internship. La cosa cambia completamente per i laureati italiani che arrivano con inglese traballante, nessuna esperienza di valore e nessun contatto.

Nessuno dice che è impossibile, ci sono italiani che ce l’hanno fatta ma spesso non subito e a volte per via traverse usando molta iniziativa e determinazione, ma ci sono anche molti italiani che non hanno trovato quello che pensavano di trovare. Quindi pensateci bene prima di buttarvi pensando di trovare tutte le porte aperte grazie alla vostra laurea.

Scopri l’Inghilterra: Restormel Castle, Lostwithiel e Lerryn

Anche oggi ci troviamo in Cornovaglia e per essere precisi nella parte centrale di questa contea. È difficile immaginare come queste rovine potevano essere un tempo una dimora di lusso per il conte di Cornovaglia, ma vi garantisco che lo erano.

Scopri il Restormel Castle

Era anche abbastanza insolito, infatti era un castello perfettamente rotondo. Restormel Castle era probabilmente una fortificazione motte e bailey costruita dopo l’invasione dei Normanni.

Fu poi ampliato da Robert de Cardinham all’inizio del 1200, usato durante diverse battaglie interne nei secoli seguenti ma non ebbe mai un ruolo principale, nel 1337 divenne uno delle 17 proprietà del ducato di Cornovaglia.

Foto: © Copyright JThomas and licensed for reuse under this Creative Commons Licence.

Il famoso Edoardo il Principe Nero rimase un paio di volte al castello di Restormel per cercare alleanze locali. Solo una volta nella sua lunga storia il castello partecipò attivamente alla battaglia e questo fu nel 1644 durante la Guerra Civile Inglese, quando fu probabilmente distrutto.

Posto straordinario: Castlerigg Stone Circle al Lake District

Non sappiamo con esattezza come e quando fu ridotto allo stato attuale, sappiamo che era già semi-distrutto nel 1740.  Nel 1925 il re Edoardo VIII anche Duca di Cornovaglia regalò le rovine del castello allo stato e da allora é possibile visitarlo.

La zona limitrofa offre molto da vedere

lerrynSi trova a un paio di chilometri dalla stazione di Lostwithiel, il castello è aperto solo da aprile ad ottobre e qui potete vedere gli orari di apertura.

Intorno al castello troverete anche una bellissima campagna con una bella varietà di uccelli e flora. Il villaggio di Lostwithiel ha anche un ponte del 1200 e una chiesa medievale, si tratta comunque di un villaggio antico e anche se piccolo vale la pena sostarsi per un paio di ore.

A pochi chilometri di distanza troverete anche il villaggio di Lerryn sul fiume Lerryn. Anche questo un villaggio storico ha ancora diversi edifici di interesse turistico, fino al 1968 si teneva qui un importante regata ogni anno. Da Lerryn potete anche visitare l’antico bosco Ethy Wood e fare parecchie passeggiate. Quando siete a Lerryn potete riposarvi in questo vecchio pub tradizionale. Offre piatti di pesce preso fresco dal fiume Lerryn, il pub ha anche delle stanze.

Foto: © Copyright roger geach and licensed for reuse under this Creative Commons Licence.

Viste le distanze non è certamente una gita da fare in un giorno da Londra o da altre città inglesi, potete però includerlo in un giro della Cornovaglia, tra le visite e le passeggiate nel bosco avrete tranquillamente da fare per almeno un giorno. Non lontano troverete anche il famoso Eden Project.

Aeroporto di Gatwick; cose che forse non conosci

L’aeroporto di Gatwick è il secondo aeroporto londinese dopo Heathrow in termini di traffico e numero di passeggeri è però l’aeroporto con una pista sola più trafficato al mondo, per la grandezza è invece il 31esimo aeroporto al mondo mentre per il traffico è al decimo posto.

Si trova a 45 km a sud di Londra vicino alla cittadina di Crawley.  Un aerodromo esiste dal 1930 che divenne un aeroporto nel 1933, quando accettò i primi voli commerciali.

Nel 1956 cominciarono i lavori di ampliamento per diminuire la congestione di Heathrow.

Foto: © Copyright Christopher Hilton and licensed for reuse under this Creative Commons Licence.

Inizialmente Gatwick serviva solo voli charter, specialmente verso la Spagna,  ma con il tempo, dati i prezzi elevati dell’aeroporto di Heathrow, altre linee non charter cominciarono a servirsi di Gatwick anche per voli transatlantici.

Foto: Some rights reserved by UggBoy♥UggGirl [ PHOTO // WORLD // TRAVEL ]

Ora l’aeroporto di Gatwick  rimane una base per molte compagnie di voli charter, ma ci sono anche voli della British Airways, Aer Lingus, Virgin Atl[ PHOTO // WORLD // TRAVEL ] economici EasyJet che ha diverse rotte verso l’Italia.

In tutto da Gatwick partono oltre 45 compagnie aeree diverse e Gatwick ha più destinazioni di Heathrow. Le tre destinazioni  più popolari dell’aeroporto di Gatwick sono in ordine: Malaga, Dublino e Barcellona.

aeroporto di Gatwick

Nel 1959 un aereo turco proveniente da Ankara e con a bordo l’allora primo ministro turco si schiantò contro un bosco vicino a Gatwick, ci furono 10 superstiti tra cui il primo ministro. Nel 1969 un aereo afghano si schiantò contro una casa vicino a Gatwick quando era in fase di atterraggio, la colpa fu data al pilota.

Come arrivare all’aeroporto di Gatwick?

Gatwick ha due terminal North e South e anche due piste anche se una è di riserva e solo usata quando quella principale è in riparazione.

Ci sono piani per costruire un terzo terminal e una seconda pista che farebbero diventare Gatwick il maggiore aeroporto britannico superando così Heathrow, ma tutto è ancora in discussione.

Si parla di anche di treni ad alta velocità chiamati Heathwick che collegherebbero Gatwick con Heathrow in 15 minuti per creare un gigantesco hub.

Nel frattempo se volete arrivare a Londra da Gatwick ci sono gli autobus della National Express, Easy Bus e il treno Gatwick Express che porta a Londra in circa 30 minuti.

View Larger Map

Cose da scoprire di Londra

Conosci la storia della tigre di Tobacco Dock?

Una storia che puoi raccontare agli amici se ti capita di essere a Tobacco Road e vedere una strana statua. Persino tanti londinesi non conoscono la storia di questa statua. Fuori dall’ingresso della stazione Tobacco Dock, vicino alla sede di News International, vi è una statua di un ragazzino  di fronte a una tigre. Alla fine […]

1 comment

Passeggiata lungo il Tamigi a Eel Pie Island

Eel Pie Island è una piccola isola vicino a Twickenham nel Tamigi che può essere solo raggiunta a piedi o in barca. Il nome viene dal fatto che si dice che il re Enrico VIII venisse qui a mangiare i pie con le anguille. In ogni caso un tempo l’isolotto si chiamava Twickenham Ait e […]

0 comments

Ristoranti di Londra: 19 Numara Bos Cirrik a Dalston

Alcuni lo chiamano il ristorante turco migliore di Londra. 19 Numara Bos Cirrik si trova al 34 di Stoke Newington Road, in quel di Dalston, zona ora di Londra per persone alla moda. Questo ristorante è sempre pieno e non ci vuole molto, non ha molto spazio. Non è una sorpresa visti i costi piuttosto economici e […]

0 comments

“Facile trovare lavoro (qualsiasi) e fare carriera”

Da quanto tempo sei in UK e come ti trovi?

sono ormai quasi 2 anni…mi trovo bene

Che tipo di lavoro fai e come l’hai trovato?

Sto facendo carriera in un fast food… non mi piace…anzi lo detesto con tutta l’anima…ma è un lavoro e spero di trovare di meglio forse un giorno…purtroppo non possiamo sempre fare quello che ci piacerebbe fare

Secondo te quali sono i principali lati negativi di Londra/UK?

Ora dovrei dire troppi italiani! purtroppo molti vengono con idee strane e non si troveranno mai bene…per giunta tantissimi non parlano neppure 2 parole d’inglese

E quali sono i lati positivi?

Facile trovare lavoro (qualsiasi) e fare carriera, meno facile trovare un lavoro con la propria laurea

Se dovessi rifare tutto verresti ancora a Londra/UK?

Si ma rifarei certe cose diversamente

Foto LicenseAttribution Some rights reserved by Magnus D

The Graduate Career Guidebook

Ritorneresti in Italia?

Per il momento no,  tutto il modo di pensare italiano mi risulta stretto

Che consigli daresti a chi sta pensando di trasferirsi a Londra/UK?

Devi venire con un buon inglese o non venire affatto, prendi il primo lavoro che trovi e pigliati una stanza da solo, evita la zona 1 e parte della 2 e trovi cose accettabili…se non riesci a pagare tutto l’affitto chiedi l’housing benefit ma non condividere stanze con altri…devi avere il tuo spazio e dormire la notte… vedo quanto stanno stressati questi che condividono a volte anche sono anche in 4, non hanno mai un minuto x loro

Se  abiti in UK e vuoi anche tu raccontare la tua esperienza puoi compilare questo breve questionario

Queste sono risposte al nostro sondaggio e non necessariamente sottoscriviamo a ciò che viene detto, pubblichiamo le risposte per dover di cronaca e per dare la parola a tutti

Mostra gratuita di The Clash al Museum of London

The Clash: London Calling si chiamerà la mostra gratuita che celebra il 40 ° anniversario del famosissimo album. La mostra sarà  al Museum Of London dal 15 novembre e continuerà fino alla primavera del 2020.

Tra gli oggetti in mostra ci sono il basso Fender Precision di Paul Simonon che era quello che vedete sull’immagine di copertina dell’album mentre viene rotto; un quaderno di Joe Strummer con i testi per una canzone chiamata “Ice Age” che poi divenne “London Calling” e tanti oggetti e documenti interessanti a tutti coloro che amano la famosa band di Londra.

La stazione della metropolitana con dentro un fiume

Esiste una stazione della metropolitana tagliata in due da un fiume. Si tratta della stazione di metropolitana di Sloane Square e vi raccontiamo tutta la sua storia.

Vi potete immaginare quanto sia complesso costruire una rete sotterranea di treni, ci sono chiaramente molti ostacoli, zone di terreno troppo fragile, altro troppo duro e poi fiumi e altre sorprese.

Sloane Square che era una delle stazioni per la Metropolitan District Railway si trovava proprio nel mezzo del fiume Westbourne. Il problema era quello di non solo evitare il fiume ma anche possibili allagamenti della stazione in caso di pioggia. Il Westbourne che arriva da Hampstead Heath èun affluente del Tamigi, non è un grande fiume ma grande abbastanza, soprattutto in caso di pioggia, di allagare i binari.

Non era pratico costruire la stazione sopra il fiume perché ciò avrebbe comportato la dover bloccare delle strade strade e demolire case e negozi nelle vicinanze. Un sistema di pompaggio per alzare e poi abbassare il fiume sopra i binari fu dichiarato troppo costoso e inaffidabile.

Il grosso tubo che contiene il fiume

L’unica soluzione fu quella di intubare il fiume e farlo passare sopra la stazione. Infatti anche oggi se vi trovate a Sloane Square alzate la testa e vedrete un grosso tubo rettangolare di ferro che attraversa la stazione. Dentro scorre il fiume Westbourne dal 1868. Il fiume, che passa anche dalla Serpentine di Hyde Park,  si butta nel Tamigi a circa 100 metri ad ovest del Chelsea Bridge.

Foto: © Copyright Oxyman and licensed for reuse under this Creative Commons Licence.

Tristemente,  la stazione di Sloane Square fu bombardata dai tedeschi durante il Blitz della Battle of Britain nel novembre 1940. L’attacco causò la morte di 37 persone, ci furono anche numerosi feriti, tutte persone che erano in un treno fermo in stazione. La bomba distrusse anche la biglietteria, le scale mobili e il tetto, ma miracolosamente il tubo di ferro portante del fiume sopravvisse incolume.

Nomi di posti a Londra che gli italiani non sanno pronunciare

 

Painswick nei Cotswolds, cosa vedere in questa bella cittadina

Painswick nei Cotswolds deve essere inclusa in una visita in questa regione, non per niente viene chiamata la Regina dei Cotswolds. Era una cittadina che prosperò con il commercio della lana soprattutto nel 1700.

Potete capirlo dal numero di ville e belle case che sono ancora presenti, a quei tempi c’erano ben 30 industrie tessili che non era poco per un posto di queste dimensioni. La caratteristica che si nota subito è che molti edifici sono stati costruiti con il calcare grigio chiaro estratto dalla collina vicino chiamata Painswick Hill.

Foto: © Copyright Derek Harper and licensed for reuse under this Creative Commons Licence.

Potete visitare la chiesa di St Mary’s che risale al 1300, era stata molto danneggiata durante la Guerra Civile nel 1600 e in seguito da un incendio e un fulmine. Fu poi restaurata male nel 1800 e ora l’interno è piuttosto deludente. L’esterno è un esempio di gotico perpendicolare inglese, ovvero un tardo gotico.

Ma il cimitero della chiesa si merita una visita infatti nel 1700 furono piantati 99 tassi, si dice che ogni volta che cercarono di piantarne il centesimo questo si seccasse o secondo la leggenda qualcosa morisse per via di una maledizione del diavolo stesso.

Nel 2000 un tasso fu donato al cimitero di St Mary’s e qui tutti si preoccuparono ma l’albero fu piantato e per sette anni ci furono 100 tassi fino a quando uno dei vecchi tassi improvvisamente cadde e i tassi ritornarono ad essere 99. In ogni caso potete vedere le 33 tombe molto ornate risalenti agli anni del boom del commercio della lana. I soldi non mancavano e questi si nota anche in come venivano trattati i morti.

Altri edifici interessanti includono Court House, dove il re Carlo I trascorse una notte nel 1643 prima di partire per l’assedio di Gloucester, e l’ufficio postale, risalente al 1400 e l’unica casa sopravvissuta con cornice in legno della città.

Nel parco della Painswick House una villa dell’inizio 1700, troverai il giardino rococò di Painswick, che è un giardino del 1700 restaurato con piante provenienti da tutto il mondo e un labirinto.

I famosi tassi del cimitero

Foto: © Copyright Derek Harper and licensed for reuse under this Creative Commons Licence.

Appena fuori Painswick, a Cranham, troverai anche il Prinknash Abbey Park che include un monastero attivo, una cappella, una replica di un mosaico romano, un negozio di articoli da regalo e una sala da tè. I monaci benedettini dell’isola di Caldey si trasferirono qui nel 1928, ora non occupano più la vecchia casa, essendosi trasferiti nel nuovo imponente monastero nel 1972. La cappella dell’abbazia è aperta tutti i giorni per solitudine e contemplazione. Parte dei giardini dell’abbazia sono dedicati al Prinknash Bird & Deer Park, dove i visitatori possono nutrire e accarezzare daini e ammirare tanti uccelli, i pavoni e le capre pigmee africane.

Ci sono anche tante passeggiate in campagna e collina che puoi fare da Painswick se ti piace camminare. Oppure puoi passeggiare per gli stretti vicoli della cittadina. L’unica cosa che può essere fastidiosa è che tanti hanno avuto la tua stessa idea e i vicoli possono essere eccessivamente affollati.

Come arrivare a Painswick nei Cotswolds?

Arrivarci da Londra o altre parti dell’Inghilterra con i mezzi pubblici può essere complicato. Da Londra per esempio bisogna arrivare a Swindon e poi prendere due autobus. Ma generalmente chi visita Painswick sta facendo un soggiorno nei Cotswolds e non una gita di un giorno da Londra.



Booking.com