Claudia racconta la sua esperienza di infermiera in UK

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pinterest
Pinterest

Cerchiamo di dare la parola a tutti e pubblichiamo anche esperienze completamente diverse dalle nostre. Queste testimonianze riflettono solo l’esperienza ed opinione di chi l’ha scritta Se vuoi anche tu aggiungere la tua testimonianza puoi farlo compilando il modulo qui sotto. Ci riserviamo il diritto di non pubblicare testimonianze. Se decidi di condividere la tua esperienza puoi anche scegliere di inviare una tua foto che sarà pubblicata nel tuo articolo, troverai il modulino per caricare la tua foto qui sotto. Inviando il modulo qui sotto acconsenti a pubblicare la tua testimonianza su questo sito

Gennaio 2018
 
Mi è stata offerta dall’azienda che mi ha recrutata, quando ero ancora in Italia
 
Sono stata contattata da un’agenzia quando ero ancora in Italia
 
Subito
 
Nessuna esperienza, solo la laurea in Infermieristica
 
Medio per un livello scarso, del tutto insufficiente per stare qui
 
Ho lavorato come infermiera presso un ospedale. Ora lavoro in un altro
 
Mi è servita per imparare ad ambientarmi in un posto diverso. Imparare a vedere e pensare diversamente da come farei a casa. Sicuramente non me ne pento.
 
Il Regno Unito offre tanto a chi ha tanto da dare. Consiglierei di partire a qualcuno che ha delle idee, ma non troppo a chi parte allo sbaraglio.
 
Vivere a Londra senza progetti può essere difficile, ci sono procedure e documenti molto lunghi. Consiglierei di programmare il più possibile da casa: cercare lavoro e casa (ci sono siti buoni come spareroom che permettono di cercare case in affitto). Considerare un budget: Londra è cara, soprattutto se non hai un buono stipendio.

Puoi anche tu raccontare la tua esperienza nel Regno Unito, la tua opinione, segnalare qualche evento o qualcosa che potrebbe interessare altri italiani. 

Partecipa anche tu!

1 commento su “Claudia racconta la sua esperienza di infermiera in UK”

  1. Io vivo in Galles da 4:anni,sto benissimo la mia vita è cambiata tanto da quando vivo qui!! In meglio ovviamente,dopo tre giorni che eri qui ho trovato lavoro in un ristorante, già in Italia ero responsabile di cucina. Qui oltre al ristorante lavoravo anche in una fabbrica di preparazioni alimentari,due lavori in un giorno, impensabile in Italia! Poi per motivi di salute mi son dovuto fermare e ora il comune della mia città mi consente di vivere bene con dei benefit che mi hanno dato fin dall’inizio del mio problema. Se stavo in Italia sarei dovuto andare sotto un ponte! Consiglio l UK È una grande Nazione e qui se sei in gamba fai carriera,la gente è sempre disponibile e sorridente.Torno purtroppo sempre malvolentieri in Italia,vengo solo perché c’è mia madre! Credo che anche Londra dia molte opportunità a tutti quelli che hanno voglia di lavorare. Trovo che il commento della signorina sia leziosio e privo di fondamento. Grazie mille e buona giornata

Rispondi

Commenti recenti
I più venduti
OffertaBestseller No. 1 Italian-English Bilingual Visual Dictionary with Free Audio App
Bestseller No. 2 Complete Italian Step-by-Step
OffertaBestseller No. 3 All in One Grammar Italian edition with Answers and Audio CDs (2) [Lingua inglese]

Ultimo aggiornamento 2022-01-19 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

Vivo a Putney da 2 anni
21984186_woman-facing-bureaucracy (1)
Assumere personale straniero a Londra è un incubo burocratico
"Tutte le reazioni a questo punto sono ridicole"
Chiara lavora per un istituto assicurativo e dice che la meritocrazia aiuta tutti
Franco in Inghilterra da 12 anni racconta la reazione al coronavirus
"La vita culturale e apertura mentale che in Italia non esistono proprio"
Nicola dice di essere un uomo felice a Londra
Britalian: il podcast di un italiano residente a Manchester
Dany lavora nelle palestre e consiglia di andare in Scozia
Ela afferma di aver fatto carriera a Londra in pochi anni
Torna su
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: