Lavoro in un ‘agenzia di recruitment, dunque ho pensato di darvi qualche consiglio dal punto di vista di chi ci lavora.  Non sto parlando di jobcentres che sono una cosa completamente diversa e non me ne intendo tanto. Neanche di una delle grosse agenzie tipo Adecco o Reed che coprono praticamente tutti i settori, hanno tanto lavoro temporaneo e sono ambienti veloci e piuttosto informali. Ma di tutte quelle agenzie che negli ultimi 20 anni sono nate in tutte le forme e specializzazioni.

Vuoi un lavoro come muratore? infermiere? geologo? Guida turistica? Esiste un’agenzia per qualsiasi mestiere. Tutte queste agenzie sono e devono essere gratuite a chi cerca lavoro. Chi vi assume paga una percentuale (5-10% di solito ma anche 20% per i lavori prestigiosi) del vostro stipendio del primo anno, voi non pagherete mai niente. Quindi teoricamente l’agenzia ha l’interesse di piazzarvi con lo stipendio più alto possibile. Vero, ma non sempre. Nel Regno Unito la legge dice che qualsiasi posto di lavoro libero deve essere pubblicizzato internamente ed esternamente, cioè ci deve essere la possibilità per chiunque si senta in grado di farlo di fare domanda.

Per varie politiche interne, se l’azienda ha deciso a chi offrire il lavoro, ma per dare l’impressione contraria fa tutta la farsa di contattare le varie agenzie, fa perdere tampo a tutti. A noi che non veniamo pagati se non piazziamo un candidato. Ai candidati, che vanno a uno o anche due colloqui, per un lavoro assegnato in partenza ad un altro. Purtroppo queste cose sono abbastanza comuni.

Una volta trovate le agenzie che vi interessano preparate il vostro cv. Deve essere b chiaro e in un inglese corretto.  Se avete una lunga carriera date importanza a quello che avete fatto negli ultimi 5 anni e fate un riassunto del resto. Il cv non dovrebbe essere più di due facciate. Dopo aver inviato il cv aspettate qualche giorno, se sono veramente interessati a voi nel frattempo vi contatteranno al volo. Altrimenti telefonate voi dopo quattro o cinque giorni, come avrete capito se un recruiter non vi ha contattato immediatamente significa che non ha lavoro per voi, non si farebbe scappare una potenziale commissione tanto facilmente!

Se a questo punto vi lasciano a ascoltare una musichetta per 50 minuti, vi conviene preparare altri cv. Spesso il recruiter non vi dirà chiaro e tondo che il vostro cv non è interessante perché la filosofia che gira nell’ambiente è spesso:  ‘tienilo da parte che un giorno potrebbe servire’. Se vedete che il recruiter non fa sforzo a cercarvi e contattarvi, non dedicateci troppo tempo e passate oltre, qualche volta basta cambiare agenzia per avere risultati diversi.

Mantenete un contatto periodico con il vostro recruitment consultant, ma non telefonate tre volte al giorno!In quel caso finirete a ascoltare la musichetta per 50 minuti. Altre cose per cui verreste penalizzati,comunque viste male nel nostro ambiente: spuntare negli uffici senza appuntamento (scusatemi ma è roba da pezzenti), arrivare troppo in anticipo per un appuntamento, arrivare in ritardo senza telefonare, con lo stato dei trasporti a Londra, si perdona il ritardo, se avvisati. Per il resto le solite regole dei colloqui di lavoro. E mi raccomando non mandate i cv di sette pagine!

Barbara

1 commento

  1. Devo dire che mi sono trovato benissimo con le agenzie del lavoro, sono molto serie e professionali. Sembra di essere arrivati su un altro pianeta, dopo l’esperienza italiana.

Commenta