Come lavorare senza essere pagati
Come lavorare senza essere pagati

pagati34234234Vorrei anch’io collaborare a questo sito, perlomeno raccontare certe cose che mi sono successe e se non posso farvi divertire vorrei farvi pensare.La prima cosa che vorrei raccontare é quello che mi é ció che mi é successo all’arrivo a Londra . Ve lo voglio proprio raccontare perché so che queste cose sono molto comuni e vorrei che che non succedessero mai piú.

Prima di partire per paura ed avere qualche sicurezza mi sono iscritta ad una agenzia italiana che offre lavoro e alloggio a Londra. Pagai allora Lit 350.000, per me tantissime, ma mi sembrava una buona idea. Dopotutto mi garantivano un lavoro entro 7 giorni e un alloggio centrale e credevo che alla fine avrei risparmiato. L’alloggio come descritto sarebbe stata una stanza da dividere con un altra ragazza, invece dovevo dividere con ben 7 persone, tutti i servizi zozzi, praticamente niente acqua calda o riscaldamento, insomma da piangere solo al pensiero di fare una doccia al freddo e in condizioni da vomitare (non ve le descrivo in caso abbiate appena finito di mangiare).

Il lavoro mi dissero “vai in questo ristorante ma devi fare una settimana di prova, se sei brava ti tengono e ti pagano, se no sei fuori.” Avevo fatto diverse stagioni sulla riviera romagnola ed ho esperienza sia di albergo che ristorante, vi giuro il lavoro non mi spaventa e so dove mettere le mani. Dopo 3 giorni di 14 ore ciascuno, mi dissero “non ti vogliamo non sei brava”. Quindi tre giorni sprecati senza prendere una lira. Secondo ristorante, dopo 4 giorni di inferno, la stessa cosa. Ma intanto avevo cominciato a parlare con altre persone e capii che nessuno aveva mai finito una settimana bravo o no che fosse. Avete capito il trucco?

Ti fanno pagare e non solo il lavoro non lo trovi mai ma ti sfruttano GRATIS. Doppia trappola. Mi avevano detto all’iscrizione che le paghe sarebbero state sopra la media a £3.50 all’ora. Non ci metti molto a scoprire che qualsiasi lavoro trovi ti pagano piú di £3.50. Ma in ogni caso non ho visto una lira o un penny o euro che sia. Ho poi scoperto che questo é successo ad altre persone. La cosa triste é che quando uno parte per l’estero pensa che appoggiandosi a dei connazionali possa essere protetto dalle incertezze. Proprio il contrario mannaggia. Pensateci 2 volte ,3, 4, 10, o meglio non contateci su questi appoggi, non esistono proprio e sprecate solo tempo e denaro, entrambi preziosissimi a Londra.

 

Foto via Wikipedia

Enhanced by Zemanta