parchi di londra (87)

Come sarebbe il periodo vittoriano se fosse uno show televisivo?

L’era vittoriana, nella storia britannica, era il periodo tra il 1820 e il 1914 circa, corrispondente all’incirca ma non esattamente al periodo del regno della regina Vittoria. (1837–1901) La Gran Bretagna era caratterizzata da una società basata su classi, un numero crescente di persone in grado di votare, uno stato e un’economia in crescita e lo status della Gran Bretagna come l’impero più potente del mondo. Come sarebbe il periodo vittoriano se fosse uno show televisivo?

Il programma televisivo potrebbe far capire a chi lo guarda come sarebbe stata la loro vita se avessero vissuto in quel periodo. Potrebbero cercare di capire che tipo di lavoro potevano fare, che tipo di stile di vita potevano avere e come stava cambiando la società. Il programma potrebbe mostrare anche com’era la vita per le donne in questo periodo, specialmente per quelle nate nell’era vittoriana. O concentrarsi su una categoria come i figli illegittimi o i disabili per esempio.

Un programma televisivo vittoriano sarebbe ambientato nell’era vittoriana e mostrerebbe la vita com’era in quel periodo. La trama della serie potrebbe riguardare qualsiasi cosa, dalla politica ai valori della famiglia alle questioni sociali.

I personaggi dell’epoca vittoriana

L’era vittoriana fu un periodo di grandi cambiamenti. Era il periodo in cui iniziò la rivoluzione industriale, furono usati i primi telegrafi e fu costruita la prima ferrovia a vapore del mondo. L’era vittoriana vide anche l’ascesa di nuove tecnologie come la fotografia e il cinema.

I personaggi di quest’epoca sono spesso descritti come molto riservati e corretti, ma c’è di più in loro di quanto sembri. I vittoriani erano anche noti per il loro senso dell’umorismo e creatività nella letteratura, ma ovviamente ciò non rappresentava tutti.

I personaggi dell’era vittoriana sono solitamente raffigurati come persone molto corrette che non mostrano molte emozioni ma possono anche essere divertenti a volte! E spesso anche un po’ ipocriti, erano puritani nei comportamenti, ma i figli illegittimi nei ceti alti erano innumerevoli.

L’era vittoriana è definita dai suoi rigidi codici e valori sociali. Era un’epoca di grandi ricchezze per alcuni ma estrema povertà per molti altri. L’Impero fece diventare molti estremamente ricchi, ma la situazione in patria non era bella per tutti. Si pensi ai libri di Dickens, piuttosto realisti in fondo lui stesso era stato da bambino a Marshalsea, la prigione dei debitori a causa dei debiti del padre.

La Gran Bretagna aveva un governo stabile, uno stato in crescita ed era in espansione. Controllava anche un grande impero ed era ricca, in parte a causa del suo grado di industrializzazione e dei suoi possedimenti imperiali anche se tre quarti o più della sua popolazione fosse operaia.

L’ambientazione di un programma televisivo vittoriano di fiction potrebbe essere ovunque in Inghilterra durante questo periodo di tempo, purché rifletta questi valori. In genere però molti programmi tendono ad essere ambientati a Londra, in un atmosfera scura e nebbiosa che fa pensare subito a Jack lo Squartatore.

Rispondi

Torna su