Come si sentono gli italiani nel Regno Unito dopo COVID e Brexit?

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pinterest
Pinterest

Il Comites Londra ha condotto una indagine patrocinata dal Consolato Generale d’Italia a Londra proprio per capire quali conseguenze hanno generato questi due importanti “fenomeni” sugli italiani in Inghilterra, Scozia, Irlanda del Nord e Galles dal punto di vista sociale ed economico, e quali scelte sono state intraprese dagli stessi.

Il rapporto intero si può scaricare qui gratis,  e vi invitiamo a leggerlo ma vogliamo fare alcune considerazioni.

Il rapporto ha trovato che solo il 7,4% degli italiani residenti nel Regno Unito hanno deciso di andarsene. Questo numero basso è probabilmente anche dovuto alla pandemia  e al fatto che per tanti tornare in Italia non è un’opzione. Resta poi il problema di emigrare in un terzo paese e dover in un certo senso cominciare tutto da capo, non tutti se la sentono soprattutto con una pandemia in corso.

Dice il rapporto: “Si può riscontrare un consistente flusso di ritorno degli italiani del Regno Unito. Dallo scoppio della pandemia, il
7.4% degli italiani che risiedeva nel Regno Unito si è trasferita in Italia o in un altro paese. In molti avrebbero l’intenzione di rientrare in Italia ma temono non sussistano
le condizioni: scorgono nel mondo professionale il principale ostacolo al loro rientro; la metà lamenta un mercato del lavoro non meritocratico (57.8%), poco dinamico
(49.3%) o stimolante (47.2%).

L’opinione generale degli italiani del Regno Unito è peggiorata, abbiamo notato anche noi nel nostro piccolo questa tendenza. Italiani che si dichiaravano entusiasti del Regno Unito che hanno confessato di essere ora delusi e confusi sia dalla Brexit che da come hanno agito durante la pandemia.

L’85.9% degli italiani intervistati ha dichiarato di considerare l’uscita dall’Unione Europea come “molto negativa” o “negativa”, di cui un 35.0% è più negativo oggi rispetto al giorno dell’uscita del risultato del referendum nel 2016, soprattutto a causa della gestione delle negoziazioni da parte del Regno Unito. È infatti particolarmente alta è anche la percentuale di chi, a caua della Brexit, ha un’opinione peggiore del Regno Unito ingenerale: il 36.5% ha peggiorato il suo giudizio nei confronti del Paese a causa di Brexit, mentre il 34.8% lo ha addirittura peggiorato molto.”

Abbiamo anche trovato interessante il capitolo sul settled status. In passato abbiamo parlato dei problemi di molti nostri connazionali a farlo o ad averlo. In genere però le risposte sono spesso “io l’ho fatto senza problemi, funziona benissimo che state dicendo?”. É interessante invece vedere un rapporto che include anche le esperienze di chi non ha 30 anni e vive a Londra. Come abbiamo scritto in passato ci sono italiani anziani, non in buona salute o che non vivono vicino ad un consolato che hanno avuto molti problemi. A volte si sono anche trovati con il pre-settled status, anche quando vivono in UK da 60 anni. Quando questo succede ad una persona anziani o non in buona salute, può causare enorme stress. Secondo i dati la maggioranza di italiani nel Regno Unito ha avuto il pre-settled status e solo il 42% il settled status. Il sistema ha principalmente penalizzato le donne che sono rimaste a casa per un periodo della loro vita ad accudire i figli o hanno lavorato part time.

Il sistema di iscrizione all’EU Settlement Scheme, all’inizio a
pagamento14, e piuttosto confuso, è stato nel corso del tempo reso gratuito e semplificato, ma questo non è bastato ad eliminare difficoltà e risultati grotteschi dell’algoritmo che gestisce le domande, anche perché il sistema è rimasto interamente ed esclusivamente online. Non sono pochi i casi di persone che, pur vivendo da decenni nel Regno Unito e
quindi in grado di ricevere il Settled Status (residenza a tempo indefinito, per coloro che hanno vissuto in Regno Unito per almeno 5 anni), si sono viste attribuire solamente il PreSettled Status (diritto di residenza per 5 anni, ma che decade in caso di assenze pari a 6 mesi in qualsiasi arco temporale di un anno), in quanto non sono in stati in grado di dimostrare la propria presenza nel Paese. Si tratta specialmente di persone scarsamente digitalizzate, spesso vulnerabili, anziane o fuori dal mercato del lavoro o dal sistema educativo

In ogni caso:”Volgendo l’attenzione ai piani a lungo termine, si osserva
che il 43.7% desidera rimanere nel Regno Unito, il 16.4% è indeciso, il 5.8% pianifica di rientrare in Italia e ben il 20.8% vorrebbe rientrare in Italia ma non crede esistano le condizioni per farlo.

In ogni caso, se siete nel Regno Unito vi invito a leggere il rapporto originale che come detto si trova qui.

Wordle, il giochino che ha conquistato il Regno Unito

Wordle è un gioco di parole basato sul web che può essere giocato all’istante. Bisogna indovinare una parola di cinque lettere in sei tentativi, simili

Dove festeggiare il Capodanno Cinese a Londra 2022

Nonostante l’epidemia di Omicron, si festeggia il Capodanno Cinese a Londra in qualche modo ma in forma molto ridotta. Difficilmente però riuscirete a non comprare

In vendita la casa della famiglia di una moglie di Enrico VIII

Se ami la storia dei Tudor e hai parecchi soldi da investire, ecco la tua grande occasione per cominciare bene il 2022. Si trova infatti

Londra, Boris Johnson non intende dimettersi

La crisi delle feste durante il lockdown prosegue. La prossima settimana potrebbe essere decisiva, occorre infatti il 15% dei deputati conservatori che chiedono una votazione

Se fate una di queste professioni, potrete ottenere un permesso di lavoro per il Regno Unito

Forse non conoscete la lista dei shortage skills aggiornata il 5 gennaio 2022, ovvero le qualifiche ed esperienze che mancano nel Regno Unito. Queste dovrebbero

Londra, niente più mascherine e COVID pass ha annunciato Johnson

Come previsto, principalmente per salvare la sua poltrona Boris Johnson, ha eliminato tutte le misure anti COVID incluso indossare le mascherine in ambienti chiusi, dover

Newsletter

Commenti recenti
Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

Unisciti a 36 altri iscritti

weymouth nel dorset
Weymouth nel Dorset, cose da sapere
wordle
Wordle, il giochino che ha conquistato il Regno Unito
i libri preferiti di Emma Watson
I libri preferiti di Emma Watson
Chinese New Year, London
Dove festeggiare il Capodanno Cinese a Londra 2022
ebook gratuito
Ebook gratuito: Animal Farm di George Orwell
richmond-upon-thames
Richmond-upon-Thames nel Surrey, posto dal passato Tudor
corsi online
Corsi gratuiti online da fare ora per migliorare il vostro CV
Manhattan estensione
Il progetto per estendere Manhattan
Seven Sisters North Tottenham
Seven Sisters a Londra; cose da sapere su questa zona
queen anne's alcove
Conosci la Queen Anne's Alcove?
I più venduti
OffertaBestseller No. 1 Brexit. Tra diritto e politica
Bestseller No. 2 BREXIT
OffertaBestseller No. 3 Il Regno Unito alla prova della Brexit. Come sta cambiando il sistema politico britannico

Ultimo aggiornamento 2022-01-23 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

Rispondi

Torna su