Ho scelto di trasformare la mia vita a Londra

Questo è un articolo inviato da un ospite, non riflette necessariamente le nostre opinioni.

covent gardenQuesto articolo partecipa al nostro concorso

A volte nella vita bisogna fare delle pazzie…mollare tutto a 37 anni per andare a vivere a Londra è la mia pazzia. Ci pensavo da anni ma mai ho avuto il coraggio e allora a Londra ci andavo solo in pellegrinaggio. Ora invece basta, mi dimetto dal lavoro,  faccio la disdetta della casa e un biglietto di solo ritorno. Ci siete già passati voi? Bene, non ditemi come vi è andata, ora voglio solo circordarmi di positività, non voglio sentire nessuno dirmi che lasciare il lavoro a 37 anni è una pazzia e che avrei dovuto pensarci meglio. No, no, no! Sono convinta che se resto positiva e credo in me stessa, questa pazzia diventerà il mio grande successo e che tra qualche anno potrò dire di avere preso la decisione migliore della mia vita. Sono anche convinta che Londra mi offrirà moltissimo, perché Londra offre tantissimo a chi ha voglia di reinventarsi, chi ha voglia di scoprire, insomma chi ha voglia di vivere, anche a 37 anni.

Foto: LicenseAttribution Some rights reserved by Jim Larrison

I miei preparativi sono tesi, non ho l’appoggio della famiglia, mia sorella quasi non mi parla e gli amici sono generalmente negativi. Non capiscono che per avere successo nella vita bisogna rimanere convinti e positivi. Bill Gates è diventato ricco perché credeva in sè stesso, non avrebbe raggiunto nulla se si fosse lasciato dominare dai dubbi. Credo che Londra sarà la grande svolta della mia vita e della mia carriera, Finalmente mi aspettano nuove avventure, un nuovo lavoro, nuovi amici e un nuovo ambiente.  Invece di avere paura dei cambiamenti, io ci vado incontro perché credo fermamente che dal momento che non si vuole cambiare, si è  diventati vecchi e si aspetta solo di morire. L’unico cambiamento che i vecchi accettano.  Invece, sono qui…mi trovo viva, vivassima con tanta voglia di cambiare e di trasformarmi…trasformarmi in una persona nuova che vive e respira al centro del mondo

close

🕶 Rilassati!

Iscriviti per ricevere le nostre ultime notizie direttamente nella tua casella di posta.

Non ti invieremo mai spam né condivideremo il tuo indirizzo email.
Scopri di più nella nostra Informativa sulla privacy.

2 commenti su “Ho scelto di trasformare la mia vita a Londra”

  1. Avatar

    Cerchiamo di essere un pochettino onesti. Per me siete tutti malati di esterofilia, se si vedono come vivono gli italiani a Londra che sono come gli extracomunitari in italia non stareste a glorificare l’emigrazione. Ho vissuto 2 anni a Londra e a me gli italiani che vivono ancora a Londra fanno tanta pena. Ero infermiere e non spazzino, ma trattato come cittadino di seconda categoria. Dopo averlo vissuto sulla mia pelle non comprendo la passione per Londra e il suo individualismo che tratta essere umani come pezze da piedi.

Commenta

Partecipa anche tu!

Col tuo nome vero o anonimo, dal PC o dal cellulare, racconta la tua esperienza o condividi ciò che hai fatto.
- Unknow (13)
Grazia ha deciso di rimanere tutta la vita a Londra
a voi la parola (1)
Valeria scrive che i lavoratori stranieri sono apprezzati in Inghilterra
My Post (3)
Spiego come partita dal basso sono arrivata in alto (per me!)
Palace of Westminster
L'assenza di un parlamento inglese una delle cause della Brexit
a voi la parola (4)
Franco scrive:"Lavorare a Londra senza permesso di lavoro è illegale, fatevene una ragione"
- Unknow
Un lettore racconta la sua esperienza a Fulham
biscotti alla lavanda
Biscotti alla lavanda dall'Inghilterra- eccovi la ricetta
Untitled design (14)
Christian è head-waiter e dice:"vige la meritocrazia, se vali vai avanti"
- Unknow (1)
Flavia lavora per un immobiliare a Londra e racconta la sua esperienza
- Unknow (19)
Un'italiana a Londra scrive che non capisce l'atteggiamento di certi italiani
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: