bigben

Stufo marcio di avere studiato per nulla per anni, sto per andare a Londra per trovare una cosa che in Italia manca proprio: la meritocrazia. Voglio avere uno stile di vita almeno come quello dei miei genitori e mi rifiuto di stare in Italia a fare la fame.

Faccio parte di una generazione bruciata in Italia, molti di noi se non ci muoviamo e andiamo all’estero, non avremo mai una casa e probabilmente nemmeno una auto nostra.

 

Londra ci offre una speranza di poter avere una casa e una macchina e poterci permettere quei piccoli lussi e soddisfazioni che vendono la vita più piacevole.

Come molti miei coetanei italiani non accetto di fare il sottoccupato e di passare da un lavoro a un altro per il resto della mia vita. Voglio avere ciò che mi merito e che ho già provato di meritarmi con la mia applicazione allo studio.   Sono sicuro che anche ora c’è un lavoro a Londra che aspetta proprio me e con la mia buona volontà questo lavoro mi porterà sempre a qualcosa di meglio.

Foto: LicenseAttribution Some rights reserved by ryantxr

Tanti italiani hanno trovato il lavoro e la carriera a Londra che si meritavano e che avrebbero dovuto trovare in Italia. L’Italia, paese fondato sul lavoro, non riesce a dare il lavoro ai propri figli e dovremmo essere arrabbiati che dobbiamo andare all’estero. Vorrei poter trovare quello che cerco in Italia invece di andarlo a cercare a Londra. Non ho il sogno di avventura, di emigrare o di scoprire altri paesi.

Sarei stato contento a casa mia ma mi ritrovo oggi a fare una scelta. Rimango a fare il povero precario in Italia o vado all’estero a trovare quello che mi merito davvero? Migliaia di altri italiani si fanno esattamente la stessa domanda, molti di loro come me partiranno, ma che paese è diventata l’Italia?

 

Andrea

Puoi anche tu raccontare la tua esperienza qui

2 Commenti

  1. Sulla casa e una macchina sono un po’ perplessa…. sicuramente come città offre tanto ma bisogna essere consapevoli che lo stile di vita e la mentalità sono molto diversi da quelli italiani, così come le priorità.

Commenta