CONDIVIDI

Sapete quali sono le regioni della Scozia?

Lasciando perdere le divisioni amministrative della Scozia che sono un invenzione recente,  ci sono delle regioni storiche a cui spesso ci si riferisce.

regioni della ScoziaCominciamo dalle isole a Nord

Si comincia da Orkney e Shetlands anche chiamate Northern Isles che sono due arcipelaghi di isole ventose che si trovano a nord della Scozia. Queste isole hanno subito una forte influenza vichinga e scandinava che si vede ancora adesso nei nomi che anche ora sembrano norvegesi.

In effetti le Shetlands sono state norvegesi per quasi 700 anni.  Ci sono diversi monumenti preistorici e i paesaggi sono unici, sono destinazioni turistiche  frequentate da chi non pensa che una vacanza sia per forza sedersi in spiaggia a prendere il sole.

Parte di Orkney è un sito patrimonio dell’umanità UNESCO, in effetti il villaggio neolitico di Skara Brae che aveva addirittura i pavimenti riscaldati è una vera propria rivelazione sopratutto a chi crede che prima dei Romani ci fosse il buio.  L’arcipelago delle Shetlands ha oltre 100 isole ma solo 16 sono abitate, Orkney ne ha 70 e solo 30 sono abitate.

Foto: © Copyright John Dally and licensed for reuse under this Creative Commons Licence.

Passiamo alle Hebrides o Ebridi

skyeScendiamo invece alle Hebrides o Ebridi in italiano e si dividono in Inner e Outer Hebrides. Un’altra zona di isole  che include l’isola di Skye, Lewis, Jura, Barra, Mull e tante altre. In tutto sono oltre 100 isole e circa 85 sono abitate.  Anche questa zona fu molto influenzata dai norvegesi ma è tuttora una zona dove si sente parlare tanto gaelico.

Alcune delle regioni della Scozia sono effettivamente isole

Anche queste sono zone turistiche  sia per i paesaggi spettacolari, i monumenti preistorici e  l’idea di farsi una vacanza rilassante. A differenza di quello che si può pensare queste isole, grazie alla Corrente del Golfo, non sono estremamente fredde, al contrario la temperatura raramente scende sotto i dieci gradi in inverno., ma sono però ventose e piovose e le estati non sono molto calde.

8 monti della Scozia assolutamente da vedere

Foto: © Copyright Terry Walsh and licensed for reuse under this Creative Commons Licence.

Andiamo nelle Highlands

loch nessThe Highlands (in gaelico A’ Ghàidhealtachd)  sono la Scozia come la si vede dall’estero: whisky e kilts. Una delle zone meno popolate di tutta Europa è famosa per le sue bellezze naturali  ma la storia non manca. Ci sono infatti innumerevoli castelli e monumenti che testimoniano le tante battaglie che ci sono state in queste valli. La capitale della zona è senza dubbio Inverness che ha comunque l’aria di un posto di frontiera.  Nelle Highlands si può sciare d’inverno e d’estate attirano persone che amano le passeggiate di montagna e collina. L’unico grosso problema sono i moscerini , chiamati midges (Culicoides impunctatus), che sono un vero proprio tormento.

Foto: © Copyright Sarah McGuire and licensed for reuse under this Creative Commons Licence.

Passiamo alla Central Belt

Dopo le Highlands che sono le zone montuose devono per forza esserci anche le Lowlands che a loro volta sono divise due regioni.

Prezzo: EUR 12,71
Da: EUR 14,95
La prima di queste regioni è la Central Belt che include le città di Glasgow ed Edinburgo ed è la zona più popolosa della Scozia e uno dei punti principali della Rivoluzione Industriale. Questa zona è un’area distinta dal punto di vista geologico. La Larger Central Belt arriva fino a Dundee, tutte le città della Scozia, a parte Inverness e Aberdeen si trovano nella Larger Central Belt.

Finiamo con le Borders

Infine abbiamo le Borders che sono la zona che confina con l’Inghilterra. Un’altra bella zona turistica, anche se meno drammatica di altre zone scozzese, ora ispira tranquillità. Non è sempre stato così, una volta questa era una delle zone più pericolose d’Europa per via dei tanti briganti e criminali che ci giravano. Questa zona è piuttosto collinoso e ancora principalmente agricola, non ha grossi centri urbani. Ci passa il fiume Tweed che in parte segna il confine tra Scozia e Inghilterra. Insieme alla parte nord dell’Inghilterra che la costeggia (quindi Northumberland e Cumbria) questa zona è ricca di posti e attrazioni turistiche.  Tutta la zona non ha una stazione ferroviaria funzionante.

 

Commenta con Facebook