Consigli agli italiani che vengono a Londra
Consigli agli italiani che vengono a Londra

skylinelondonSono a Londra da 7 anni e volevo dare qualche consiglio a tutti gli italiani che stanno pensando di fare la valigia e un biglietto di sola andata per Londra.
Il mio primo consiglio è studiatevi bene l’inglese prima di partire, quasi tutti dovrebbero avere studiato inglese a scuola e avere qualche base poi usate l’internet per fare pratica. È proprio triste vedere italiani che vengono a cercare lavoro senza sapere la lingua, si mettono nella posizione di essere trattati male, sempre se trovano lavoro e non sanno neppure difendersi anche se probabilmente se lo vanno a cercare, nel 2012 ragazzi miei non ci sono scuse per l’ignoranza. Venire in un momento di profonda crisi senza parlare la lingua è da irresponsabili

Se avete una professione prima di lasciare tutto in Italia assicuratevi di essere ancora richiesti, un paio di persone che ho conosciuto hanno lasciato il lavoro in Italia e anche con anni d’esperienza non hanno trovato nulla di buono. Mettetevi bene in testa che anche qui si trova molta crisi e in certi settori peggio di altri, se venite a fare competizione con i disoccupati del posto, probabilmente perderete in partenza.

Preparatevi bene prima di partire e dovete avere le idee chiarissime, l’improvvisazione con la crisi d’ora non funziona quasi mai, non sperate di trovarvi al posto giusto nel momento giusto, dovete anche pianificarlo. Cercate anche di studiare come funziona il mercato del lavoro qua sopratutto nel settore per il quale volete lavorare, queste sono cose da fare prima di partire.  Passate molto tempo a fare il cv, qua ha un valore immenso e se non avete un cv che colpisce non avrete i colloqui

Dovete anche abituarvi all’idea che potreste dover prendere un lavoro meno qualificato di quello che speravate, anche quando arrivai io e ancora non c’era crisi non essendo una scienziata o maga della finanza dovetti accontentarmi il primo anno e fare un lavoro che non avrei fatto in Italia. Qua col duro lavoro e la determinazione si viene premiati col tempo, ora con la crisi forse occorre più tempo per ottenere risultati ma non è detto, se non ci provate non lo saprete mai!

AD

Commenta