“In Inghilterra non esistono tutele come in Italia..”

“In Inghilterra non esistono tutele come in Italia..”
“In Inghilterra non esistono tutele come in Italia..”

Da quanto tempo sei in UK e come ti trovi?

Sono in UK e non sono felicissima anche se ogni paese ha I suoi lati negativi.

Che tipo di lavoro fai e come l’hai trovato?

Sono una segretaria legale e traduttrice in uno studio legale internazionale al centro di Londra. Ho inviato il mio cv a studio legali ed un avvocato mi ha contattato direttamente. Il mio lavoro l’ho trovato da sola, senza agenzie perditempo ma devo dire che in Italia ho avuto importanti esperienze lavorative.

Foto LicenseAttributionShare Alike Some rights reserved by bru76

Secondo te quali sono i principali lati negativi di Londra/UK?

Tempo, grigiore e mancanza di luce, sistema sanitario NHS, rapporti umani difficili, difficoltà di fare amicizia, estrema riservatezza e diffidenza delle persone, mancanza di valori come la generosità e la compassione, paese basato sulle classi e la quantità di denaro che si possiede, trasporti costosi ed inefficienti per il numero di persone che abitano a Londra, architettura orribile, ignoranza, sistema scolastico e soprasunnyttutto universitario troppo costoso e poco democratico,

I bambini sono ammessi in pochi posti e la sera alle 7 vengono mandati a letto, un paese che è rimasto un’isola e questo si puo’ vedere soprattutto se ci si allontana da Londra , le case sono in generale orribili, mal costruite e sporche anche se la situazione sta cambiando, moquet ovunque anche nel bagno, abuso del sistema di concessione dei benefit, alcuni fanno figli per prendersi I benefit -roba che in Italia se hai 4 figli o sei pazzo o sei ricco, se non fosse per Jamie Oliver starebbero a mangiare cheese on toast ad ogni ora, rapporto con il cibo completamente sbagliato e obesità dilagante, troppi gossip, moda orrenda,

Se in Inghilterra perdi il lavoro non hai la cassa integrazione, non esistono tutele come in Italia, lo perdi e basta, ma ne puoi certamente ritrovare un altro. Ovviamente parlo in generale:)

E quali sono i lati positivi?

La musica, i concerti e I festival, possibilità di rifarti una vita anche se sei separato con 3 figli a carico, rispetto civico e della diversita’, rispetto dei diritti umani, maggiori possibilità lavorative e di mobilità nel mercato del lavoro, sebbene la situazione sia molto peggiorata rispetto agli anni novanta a causa della recessione, migliore organizzazione e meno burocrazia, il lavoro nero è quasi inesistente e tutti devono pagare le tasse. La meritocrazia esiste ma ti devi guadagnare tutto, niente è scontato. Meno figli di papa o rimba a casa di mamma fino a 30, anche se questo argomento è delicato. Piu poliziotti e sicurezza. Malgrado quello che si dica, mi sento più sicura a girare per Londra sola di note che a Roma. Meno ingiustizie, situazione politica meno deprimente…

Se dovessi rifare tutto verresti ancora a Londra/UK?

No, Andrei in un paese con il sole, in California o in Australia, sebbene piu’ lontani e, soprattutto nella seconda e’ molto difficile entrare. Se dovessi consigliare a qualcuno direi di guardare all’Asia.

Ritorneresti in Italia?

Si subito, se avessi lo stesso lavoro, anche se a volte mi arrabbierei per le ingiustizie che si vedono ogni giorno.

Che consigli daresti a chi sta pensando di trasferirsi a Londra/UK?

Non consiglierei a nessun italiano di andare a vivere in posti in Inghilterra che non siano Londra e direi di fare questo passo solo con un lavoro molto ben retribuito, assicurazione medica privata e possibilmente casa pagata, oppure senza questi prerequisite solo se si è molto giovani, dai ventanni ai quaranta max.Poi consiglierei di farlo per un periodo di tempo breve, perchè un Italiano soffre la mancanza di luce e sole e puo influire sull’umore e la qualità della vita.

 

Se  abiti in UK e vuoi anche tu raccontare la tua esperienza puoi compilare questo breve questionario

Queste sono risposte al nostro sondaggio e non necessariamente sottoscriviamo a ciò che viene detto, pubblichiamo le risposte per dover di cronaca e per dare la parola a tutti

rapporto

Scritto da admin

Autore per pagine generiche e di informazione

Grafici e statistiche su Londra

Alla scoperta dei locali di Londra