ragazza alla pari

Partire è sempre una buona idea, perché ti permette di uscire
dalla tua zona comfort, crescere al livello personale e soprattutto fare un esperienza di vita.

Ci sono vari modi per “lavorare viaggiando”, ma uno dei più semplici, è sicuramente la Ragazza alla pari.

La prima volta che ho sentito parlare di ragazza alla pari, è stato 3 anni fa, da una ragazza che conoscevo della mia città. Era così entusiasta nel raccontarmi la sua meravigliosa esperienza, che ho voluto provare subito anche io!

Cosa vuol dire fare la “ragazza alla pari”?

Si lavora in una famiglia, guardando i loro bambini , giocando con loro, portarli e andare a riprenderli a scuola e facendo piccole attività domestiche. Si hanno vitto e alloggio gratuiti e una paghetta, che varia da paese a paese e, si ha l’opportunità di vivere da vicino la cultura del luogo in cui ci si trasferisce.

children
Gli unici requisiti richiesti sono:
Ovviamente l’amore verso i bambini
Devi avere una fascia d’età compresa tra i 18 e i 30 anni.
Basta, non ti serve altro.

Con questo lavoro puoi girare il mondo senza spendere soldi, puoi conoscere persone straordinarie e imparare culture e modi di vivere differenti, puoi imparare la lingua del luogo in cui andrai a lavorare e magari può essere una buona base su cui partire, per trasferirti definitivamente in un paese.

Ci sono varie agenzie su internet per svolgere questo lavoro.
Quella che ho utilizzato io, si chiama aupairintheworld.
Ti colleghi al sito e crei il tuo profilo e una breve descrizione di te e delle tue esperienze.
Poi metti sui “criteri di ricerca”, il paese in cui ti piacerebbe lavorare e il gioco è fatto!
Internet, se usato nel modo giusto, è pieno di opportunità, basta solo saperle sfruttare.

Per la visione della vita che ho io, tutti i giovani, che hanno meno di 30 anni, dovrebbero fare un esperienza di studio o di lavoro all’estero, lontano da casa.
Per tanti motivi. Sicuramente, tra i più importanti, secondo il mio punto di vista, c’è il fatto che un esperienza di vita all’estero, ti fa crescere “più in fretta”, ti permettere di essere indipendente, di prendere decisioni da solo, senza l’aiuto di nessuno.
Ti apre la mente e combatte i pregiudizi. Ti fa capire che le differenze, sono solo nella nostra testa.
Ti fa diventare una persona migliore.
Auguro a tutti di fare un esperienza di vita all’estero.

Giada Bucchi

Profilo su Facebook

 

Commenta