CONDIVIDI

La piazza di Russell Square a Londra, una delle più grandi della metropoli, prende il nome dalla famiglia di proprietari terrieri che nel 1600 e 1700 possedevano tutta la zona di Bloomsbury e Covent Garden. Era la famiglia Russell, duchi di Bedford; infatti in questa zona troverete molte vie, piazze e viuzze che si chiamano Russell o Bedford.

Tecnicamente viene definita una ‘garden square’ perché è una piazza con un giardino in mezzo

Russell Square è una garden square

La stazione della metropolitana omonima fu aperta il 15 dicembre 1906, si trova sulla Piccadilly Line ed è una stazione profonda, per arrivare ai binari bisogna prendere l’ascensore o fare una scala con 171 gradini (il cartello nella stazione dice 175 gradini ma sembra che siano solo 171). La stazione non ha scale mobili.

Foto: By Ewan Munro (Russell Square station) [CC BY-SA 2.0], via Wikimedia Commons

La piazza odierna fu creata nel 1800 da Humphrey Repton, se guardate il lato ovest della piazza, vedrete crussell squarehe rimangono edifici originali.

A est invece fu demolito tutto per costruire il Russell Hotel. Gli altri due lati sono stati rifatti nel corso del 1800.

La statua che vedete sul lato sud è quella di Francis, quinto Duca di Bedford (ovviamente).

Russell Square ha uno dei pochi rifugi per tassisti ancora rimasti a Londra, ora un edificio protetto

La piazza è gestita dal comune di Camden ma il terreno ancora appartiene ai Duchi di Bedford

Nel romanzo Vanity Fair di Thackeray, i  Sedley e gli Osborne abitano in questa piazza. Nel 1800 molti avvocati e intellettuali abitavano in questa piazza, non sorprendente visto che ci troviamo a Bloomsbury, il quartiere degli intellettuali per eccellenza.

A Russell Square hanno abitato poeti, giornalisti, scrittori e anche il fondatore degli ostelli YMCA, un tale Sir George Williams. Ora invece ci trovate tanti reparti della University of London.

La zona è anche piena di turisti  data la vicinanza al British Museum ma anche a tanti hotel turistici.

La piazza è stata restaurata nel 2002 per cercare di riportarla al progetto originale di Humphrey Repton, è stata anche aggiunta una fontana.