Un elenco degli errori più comuni che si vedono nelle cover letter in inglese fatte da italiani.

Ripetiamo la cover letter è importante.

OK, ci sono recruiters che non la leggono proprio ma altri invece la usano per decidere chi devono chiamare al colloqui.

Come fare  una cover letter in inglese?

Non farla significa che verrete ignorati dalla maggioranza dei recruiters.

Inoltre molte offerte di lavoro hanno l’istruzione chiara e precisa di inviare CV e cover letter, eppure molti italiani scelgono di ignorare le istruzioni e non la mandano.

Il problema è che spesso le istruzioni che trovate in una offerta di lavoro servono anche come selezione. Se dico a uno di fare una cosa e decide di farne un’altra, è davvero la persona che voglio per questo lavoro?

Mi serve una persona che non ascolta e fa di testa propria? Probabilmente no.  Quindi seguite sempre attentamente tutte le istruzioni.

Prezzo: EUR 10,65
Da: EUR 12,63
La cover letter dovrebbe sempre essere messa nel corpo dell’email. È brutto vedere email in bianco con la cover letter come allegato. Sembra sia una cosa fatta in serie e non personalizzata. Inoltre nella maggioranza dei casi non apriranno l’allegato per leggerla.

Mai dire nella cover letter che vantaggi avrete voi se vi danno il lavoro. Mai dire “I am looking for a job to improve my English”, “I am looking for a job in London to try something new”, specialmente quando cercate lavoro qualificato.

Dovete dire ciò che offrite e non quello che vi aspettate. Il datore di lavoro deve essere convinto che chiamandovi avrà dei vantaggi.

Superati i 18 anni non siete boys or girls. Presentarsi nella cover letter in inglese come un 34 year old Italian boy non è bello. Non usare nemmeno una lingua troppo informale o infantile.

È una cover letter, dovete dare un impressione professionale, a volte sembra di leggere letterine a Babbo Natale. Non iniziate la cover letter con HI there!

cover letter in inglese
Come non fare la cover letter in inglese

Non mandate la stessa cover letter a tutti. Si capisce subito perché non dice niente di quello che richiede il lavoro e come mai siete la persona giusta per farlo.

Piuttosto guardate alle keywords dell’offerta, che skills e caratteristiche cercano e riassumete la vostra situazione specificando quali di questi skills avete e per quali motivi.

Vogliono una persona che parla francese, conosce SAP, ha esperienza del settore alberghiero? Tutto questo deve essere nella cover letter.

Cercano una persona flessibile, che usa bene Photoshop e ha esperienza di social media? Se non lo mettete nella cover letter chi legge penserà che non avete ciò che chiedono.

Ricordatevi che la cover letter e il CV servono per farvi avere il colloquio. Quando aggiungete qualcosa chiedetevi sempre se convincerebbe qualcuno a chiamarvi per un colloquio, oppure no.

Come introdurre il proprio CV

Mettete sempre un call to action, raramente gli italiani lo mettono nella cover letter. Il call to action ricorda al recruiter che siete disponibili ad un colloquio telefonico o in persona e dove vi possono  trovare. Mostratevi sicuri di voi quando lo scrivete.

Come per il CV, cercate di usare skills settoriali e transferibili invece di caratteristiche personali. Ci sono cover letter che continuano a ripetere quanto uno è onesto, simpatico, puntuale, rispettato da tutti, grande lavoratore e pulito.

Non dicono niente invece di quello che questa persona è veramente capace di fare e che sono comunque competenze oggettive e quantificabili. È troppo facile scrivere di essere simpatici e rispettati da tutti, ma quello che si vuole leggere è che avete effettivamente le skills richieste per fare il lavoro in questione.

10 errori comuni che vengono fatti quando si cerca lavoro

Come abbiamo detto tante altre volte, non dovete fare centinaia di domande di lavoro al giorno per avere colloqui. Avrete maggiori risultati se ne fate due o tre, ma fatte bene. Avrete magari anche un lavoro migliore se riuscitevi a vendervi bene, quando fate domanda di lavoro.

Altri articoli sul lavoro

Lavorare per i ristoranti Giraffe

La catena dei ristoranti Giraffe ha avuto una grande espansione anche grazie al loro acquisto da parte del supermercato Tesco. La catena esiste dal 1998 e ha 12 ristoranti solo a Londra e 39 in tutta la Gran Bretagna. Cerca di offrire fast food dal sapore globale. Ha anche ristoranti all’aeroporto di Dubai.  Per molte persone che […]

0 comments
lavoro da H&M

Come cercare lavoro da H&M nel Regno Unito

Qui sotto trovate consigli su come cercare lavoro da H&M ma se cercate lavoro a Londra o nel Regno Unito, sarete certamente interessati ad avere consigli su come fare fare il CV, la cover letter e avere nuove offerte di lavoro tutti i giorni. In questo caso vi basta leggere qui.  H&M è una catena di […]

0 comments
porta a porta

Funziona cercare lavoro col porta a porta?

Questo è un altro punto importante che ribadiamo da molto tempo.  Da anni gira la voce che per cercare lavoro a Londra basta girare col proprio cv, entrare nei negozi, ristoranti e pubs e consegnarlo. Come abbiamo anche spiegato in altri articoli, questo metodo non funziona sempre bene e qua riassumiamo i motivi. Ora molte […]

6 comments