Covid: primo concerto senza distanziamento come prova

Il primo concerto di musica dal vivo senza distanziamento si terrà il 2 maggio a Liverpool, concerto di Blossoms un gruppo indie pop di Manchester. 

I titolari dei biglietti dovranno sostenere un tampone veloce, che può produrre un risultato entro 30 minuti, prima dell’ingresso, ha affermato il Dipartimento per i media e lo sport della cultura digitale. Ai partecipanti verrà anche chiesto di fare un tampone anche dopo il concerto e dovranno fornire i dettagli di contatto a NHS Test and Trace per garantire che possano essere raggiunti se qualcuno che ha fatto il tampone risulta positivo.

Questo concerto serve da prova per vedere se è possibile fare concerti e altri eventi di massa senza dover tenere le distanze tra spettatori. Dover mantenere le distanze, oltre a rovinare l’atmosfera, significa limitare il numero di spettatori paganti. Gli organizzatori corrono il rischio di perdere soldi oppure devono aumentare i prezzi dei biglietti. Non è una cosa sostenibile a lungo termine. Vedremo i risultati di questo primo esperimento. 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.