“Credo che questo sarà il mio ultimo anno a Londra”

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pinterest
Pinterest

Cerchiamo di dare la parola a tutti e pubblichiamo anche esperienze completamente diverse dalle nostre. Queste testimonianze riflettono solo l’esperienza ed opinione di chi l’ha scritta Se vuoi anche tu aggiungere la tua testimonianza puoi farlo compilando il modulo qui sotto. Ci riserviamo il diritto di non pubblicare testimonianze. Se decidi di condividere la tua esperienza puoi anche scegliere di inviare una tua foto che sarà pubblicata nel tuo articolo, troverai il modulino per caricare la tua foto qui sotto. Inviando il modulo qui sotto acconsenti a pubblicare la tua testimonianza su questo sito

rainQuando sei venuto/a a Londra/Regno Unito?
da 8 anni, quasi nove a settembre

Come hai cercato una sistemazione fissa e hai avuto problemi?
Mha nemmeno mi ricordo con precisione, ero arrivato con il lavoro, prima stavo in un B&B e dopo ho affittato un monolocale

Come hai cercato lavoro?
Con internet

 Quanto tempo ci hai messo a trovare il tuo primo lavoro?
Zero tempo, avevo un lavoro al momento del mio arrivo.

Quale e’ stato il tuo primo lavoro? E che lavoro stai facendo adesso?
programmatore e senior programmatore

Che tipo di esperienza di lavoro o titoli di studio avevi all’arrivo?
Esperienza di informatica e programmazione

Come era il tuo inglese scritto e parlato al tuo arrivo?
Per niente male

Foto: © Copyright Robin Stott and licensed for reuse under this Creative Commons Licence.

Come definiresti la tua esperienza a Londra/Regno Unito fino ad ora? E per quali motivi?
[amazon_link asins=’8808136639′ template=’ProductAd’ store=’londr-21′ marketplace=’IT’ link_id=’3ce9c8d5-1894-11e7-af08-918c81609f48′] Finora buona, ma le cose stanno cambiando in maniera drammatica ora. Credo che questo sarà il mio ultimo anno a Londra, la mia ditta si sposta a Dublino e la seguo. Rimanere non conviene, ora sarà tutta un’incognita, tante aziende fanno o faranno le valige…ci sarà sempre meno lavoro per chi rimane. Se fanno un trattato con l’India come dice May e aprono le porte ai programmatori indiani, noi non abbiamo futuro, gli indiani anche ora lavorano per poco, se hanno libertà di movimento siamo fritti. Rimane anche la questione che non voglio rimanere in un paese che mi ricorda tutti i giorni non mi vuole.

Consiglieresti ad altri di partire per Londra/Regno Unito e per quali motivi?
Ora no, tante aziende stanno per andarsene, non ho idea di quanto lavoro potrebbe esserci tra tre anni.

 Potresti dare due consigli utili a chi deve ancora partire?
Di guardare ad altri posti, la Brexit segna la fine dell’Inghilterra come la conosciamo ora. Anche chi ora vive a Londra si sta guardando attorno, inglesi inclusi. C’è molta paura del futuro ora.

Queste sono risposte al nostro questionario e non necessariamente sottoscriviamo a ciò che viene detto, pubblichiamo le risposte per dover di cronaca e per dare la parola a tutti

Se vuoi anche tu un lavoro a Londra o nel Regno Unito, leggi qui

Puoi anche tu compilare questo questionario qui sotto

close

🕶 Rilassati!

Iscriviti per ricevere le nostre ultime notizie direttamente nella tua casella di posta.

Non ti invieremo mai spam né condivideremo il tuo indirizzo email.
Scopri di più nella nostra Informativa sulla privacy.

Commenta

Un'esperienza italiana nel Regno Unito

I’m a Doctor & I Love my Job.

"Non avrete tutto dal primo giorno ma ci sono tante possibilità per tutti noi"
pablo (2)
"Credo che questo sarà il mio ultimo anno a Londra"
un'italiana a Londra (1)
"Purtroppo devo consigliare di diffidare dagli italiani"
My Post (3)
"Con l'atteggiamento giusto si ottiene tutto a Londra"
Youre-awesome-4-768x384
"A Londra si possono fare scelte, decidere il proprio destino"
Torniamo in Italia e facciamola crescere
Torniamo in Italia e facciamola crescere
Lavoro in un hotel a Londra…
Lavoro in un hotel a Londra...
“Sono terrorizzata da questa mia decisione”
"Sono terrorizzata da questa mia decisione"
- Unknow
Simone, laureato in psicologia, racconta la sua esperienza ad Hastings
un'italiana a Londra
"Il sistema anglosassone è ottimo, non ci sono grossi problemi"
Ultime reazioni
Torna su