Cristina racconta la sua storia dalle ‘stalle alle stelle’ a Londra

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pinterest
Pinterest

Cerchiamo di dare la parola a tutti e pubblichiamo anche esperienze completamente diverse dalle nostre. Queste testimonianze riflettono solo l’esperienza ed opinione di chi l’ha scritta Se vuoi anche tu aggiungere la tua testimonianza puoi farlo compilando il modulo qui sotto. Ci riserviamo il diritto di non pubblicare testimonianze. Se decidi di condividere la tua esperienza puoi anche scegliere di inviare una tua foto che sarà pubblicata nel tuo articolo, troverai il modulino per caricare la tua foto qui sotto. Inviando il modulo qui sotto acconsenti a pubblicare la tua testimonianza su questo sito

Sono venuta a 22 anni con la laurea mezza completata e dopo anni di bassi, bassi e alti ora ho un lavoro che adoro, un sogno che non avevo il coraggio di avere. Per me è stata una storia dalle stalle alle stelle…
 
Non posso dire favolosa, gli alti sono stati fantastici ma i bassi quasi da suicidio. Non me la sento di usare troppi superlativi, ho faticato molto ma non potevp tornare indietro e questo mi ha mantenuto in riga. Sapere di non avere alternative a volte funziona come incentivo. Probabilmente ho avuto anche fortuna, sono cose difficili da quantificare ma per arrivarci ci sono stati lunghi periodi quando non ho mai avuto un giorno tutto mio tra lavori per pagarmi le spese, internship e studio faticavo pure a trovare tempo per dormire e mangiare
 
Ho cominciato dal nulla, ho fatto lavoro di tutti i tipi per mangiare e poter studiare, ho fatto corsi per diventare graphic designer, ora lavoro per un’agenzia e ho lavorato per molti nomi famosi.
 
Crescita indubbiamente, vedere i miei limiti sia in basso che alto, mettermi alla prova e poter dire di avercela fatta da sola, la famiglia mi ha solo messo pali tra le ruote
 
Non esistono consigli validi per tutti. Molti italiani che incontro hanno una famiglia dietro e titoli di studio, sanno che se non funziona a Londra possono tornare dai genitori. Non avevo quel lusso e la mia esperienza non sara’ mai come la loro. Pero’ ho fatto dei sacrifici che so per certo che molti altri mai farebbero. Ho visto gente lamentarsi e crollare facendo un terzo di quello che ho fatto io. Non per darmi arie, non avevo scelta, senza soldi e senza famiglia e con nessuna intenzione di darmi per vinta.
[fluentform id=”14″]

Puoi anche tu raccontare la tua esperienza nel Regno Unito, la tua opinione, segnalare qualche evento o qualcosa che potrebbe interessare altri italiani. 

Lascia un commento

Rispondi

I più venduti
OffertaBestseller No. 1 Dizionario giurieconomico. English-italian, italiano-inglese. Con voci dell'american english
OffertaBestseller No. 2 Italian-English Bilingual Visual Dictionary with Free Audio App
Bestseller No. 3 English Mistakes Italians Make (English Edition)

Ultimo aggiornamento 2021-12-03 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

Simone afferma che la meritocrazia fa da padrona a Londra
Un'italiana a Londra scrive che non capisce l'atteggiamento di certi italiani
London skyline at night
30 cose strane che certi italiani a Londra dicono o fanno
Tiziana vive in UK da 26 anni e critica la reazione al coronavirus
"Credo sia praticamente impossibile non raggiungere i propri obiettivi a Londra"
"In Scozia hanno bisogno di immigrati, lasciate perdere l'Inghilterra"
Beautiful girl using laptop in airport
Settled Status, ancora tanti italiani non sanno che devono farlo
Lettrice che lavora negli alberghi racconta la sua esperienza londinese
Agents at airport
Dal 1 novembre sarà necessario avere il permesso di lavoro?
Patrizia scrive che la gente in Scozia si comporta bene
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: