italiani

Cristina racconta la sua storia dalle ‘stalle alle stelle’ a Londra

Sono venuta a 22 anni con la laurea mezza completata e dopo anni di bassi, bassi e alti ora ho un lavoro che adoro, un sogno che non avevo il coraggio di avere. Per me è stata una storia dalle stalle alle stelle…
 
Non posso dire favolosa, gli alti sono stati fantastici ma i bassi quasi da suicidio. Non me la sento di usare troppi superlativi, ho faticato molto ma non potevp tornare indietro e questo mi ha mantenuto in riga. Sapere di non avere alternative a volte funziona come incentivo. Probabilmente ho avuto anche fortuna, sono cose difficili da quantificare ma per arrivarci ci sono stati lunghi periodi quando non ho mai avuto un giorno tutto mio tra lavori per pagarmi le spese, internship e studio faticavo pure a trovare tempo per dormire e mangiare
 
Ho cominciato dal nulla, ho fatto lavoro di tutti i tipi per mangiare e poter studiare, ho fatto corsi per diventare graphic designer, ora lavoro per un’agenzia e ho lavorato per molti nomi famosi.
 
Crescita indubbiamente, vedere i miei limiti sia in basso che alto, mettermi alla prova e poter dire di avercela fatta da sola, la famiglia mi ha solo messo pali tra le ruote
 
Non esistono consigli validi per tutti. Molti italiani che incontro hanno una famiglia dietro e titoli di studio, sanno che se non funziona a Londra possono tornare dai genitori. Non avevo quel lusso e la mia esperienza non sara’ mai come la loro. Pero’ ho fatto dei sacrifici che so per certo che molti altri mai farebbero. Ho visto gente lamentarsi e crollare facendo un terzo di quello che ho fatto io. Non per darmi arie, non avevo scelta, senza soldi e senza famiglia e con nessuna intenzione di darmi per vinta.
[fluentform id=”14″]
(Visited 4 times, 1 visits today)

Rispondi

Torna su